Windows 7 non ucciderà Windows VistaMicrosoft non ha intenzione di abbandonare il sistema operativo Windows Vista, anche dopo il lancio di Windows 7. Saranno garantite le vendite delle licenze e supporto fino al 2011, con aggiornamenti di sicurezza entro il 2017.

Windows 7 è disponibile da qualche ora al download per l'intero pubblico consumer, nella sua versione RC (Release Candidate) che precede il lancio della RTM (Release To Manufacturing) che segnerà definitivamente la distribuzione e la diffusione del nuovo sistema operativo sul mercato.

Windows 7 

L'azienda di Redmond, attraverso il suo portavoce, ha dichiarato ai nostri colleghi americani che Microsoft non abbandonerà Windows Vista, anche dopo il lancio di Windows 7. Nonostante, quindi, il mancato successo di Windows Vista, l'azienda di Redmond continuerà a vendere questo sistema operativo presso i produttori, i privati e le aziende almeno fino a gennaio 2011.

Precisiamo tuttavia che il supporto per le versioni di Windows Vista per il grande pubblico (Home Basic, Home Premium e Ultimate) terminerà entro i prossimi 3 anni, mentre quello di Windows XP, sistema operativo lanciato nel 2001, ha superato questo limite lo scorso mese.

Le versioni professionali di Windows Vista avranno diritto sempre ad un supporto, che durerà 10 anni, con aggiornamenti di sicurezza disponibili fino al 2017. Tutto ciò ha lo scopo di chiarire le ultime indiscrezioni diffuse da alcune fonti vicine alla società, secondo cui Microsoft potrebbe abbandonare Windows Vista dopo il lancio della versione finale di Windows 7. Per l'analista Michael Cherry, Vista subirà un netto calo delle vendita quando Windows 7 sarà introdotto sul mercato.

 

Commenti