Home News Windows 7 non ucciderà Windows Vista

Windows 7 non ucciderà Windows Vista

Windows 7 non ucciderà Windows VistaMicrosoft non ha intenzione di abbandonare il sistema operativo Windows Vista, anche dopo il lancio di Windows 7. Saranno garantite le vendite delle licenze e supporto fino al 2011, con aggiornamenti di sicurezza entro il 2017.

Windows 7 è disponibile da qualche ora al download per l'intero pubblico consumer, nella sua versione RC (Release Candidate) che precede il lancio della RTM (Release To Manufacturing) che segnerà definitivamente la distribuzione e la diffusione del nuovo sistema operativo sul mercato.

Windows 7 

L'azienda di Redmond, attraverso il suo portavoce, ha dichiarato ai nostri colleghi americani che Microsoft non abbandonerà Windows Vista, anche dopo il lancio di Windows 7. Nonostante, quindi, il mancato successo di Windows Vista, l'azienda di Redmond continuerà a vendere questo sistema operativo presso i produttori, i privati e le aziende almeno fino a gennaio 2011.

Precisiamo tuttavia che il supporto per le versioni di Windows Vista per il grande pubblico (Home Basic, Home Premium e Ultimate) terminerà entro i prossimi 3 anni, mentre quello di Windows XP, sistema operativo lanciato nel 2001, ha superato questo limite lo scorso mese.

Le versioni professionali di Windows Vista avranno diritto sempre ad un supporto, che durerà 10 anni, con aggiornamenti di sicurezza disponibili fino al 2017. Tutto ciò ha lo scopo di chiarire le ultime indiscrezioni diffuse da alcune fonti vicine alla società, secondo cui Microsoft potrebbe abbandonare Windows Vista dopo il lancio della versione finale di Windows 7. Per l'analista Michael Cherry, Vista subirà un netto calo delle vendita quando Windows 7 sarà introdotto sul mercato.

 

Commenti (4) 

RSS dei commenti
Mah, io proprio non li capisco. Va bene l'assistenza (e ci mancherebbe, Vista fa schifo e costa pure tanto) ma continuarlo a vendere fino al 2011 quando i requisiti sono simili a Windows 7 a mio avviso non ha senso... :shock:  
0

martru

maggio 06, 2009

speriamo che la Microsoft tra 2 anni non faccia uscire un' altro sistema non so se gli utenti sopporteranno questo modo di fare, non si può cambiare computer ogni volta che si svegliano con la mania di cambiare i sistemi operativi. :evil:  
0

icarius

maggio 06, 2009

Mah, io proprio non li capisco. Va bene l'assistenza (e ci mancherebbe, Vista fa schifo e costa pure tanto) ma continuarlo a vendere fino al 2011 quando i requisiti sono simili a Windows 7 a mio avviso non ha senso... :shock:

vista sarà più allettante perchè avrà un prezzo dimezzato rispetto a windows 7. altrimenti non avrebbe senso.  
0

sonic

maggio 06, 2009

La cosa che trovo assurda è continuare a venderlo... il supporto credo siano obbligati col contratto che l'utente approva al momento dell'acquisto. Oggettivamente hanno riconosciuto il flop... perchè perseverare?

A testimone del flop c'è il fatto che Windows 7 monti il Windows XP Mode che non è altro che una Virtual Machine con XP integrato in Win 7. Non è che hanno scelto Vista... ma proprio XP... Questo a testimonianza che la stessa casa non ci crede + in Vista... e allora xche continuare a venderlo?

Boh... Oggi ho installato la RC1 su un desktop con un Intel della serie E2100 con 1 GB di ram e vi assicuro che sono rimasto basito vedendo che occupa, pulito, SOLO 200 mb di ram in + rispetto a XP SP3. Vista ne occupa dopo l'installazione 800mb di ram pulito! Cioè complimenti! E poi è veloce per essere una RC. Domani se posso provo il Virtual PC beta con XP Mode e verifico le compatibilità e la ram occupata. Quello che però vorrei che emergesse è che qui stiamo parlando di un procio che è vecchio di qualche anno e che è ancora prestante su questo sistema mentre sullo stesso hardware nella partizione 0 (zero) Vista è lento!!!  
0

Pecas

maggio 06, 2009

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy