Home News Windows 7 non piace alle aziende

Windows 7 non piace alle aziende

Windows 7 non piace alle aziendeNonostante i buoni propositi, Windows 7 non sembra convincere le aziende e i professionisti sulla sua adozione. Nella gran parte dei casi, il nuovo OS Microsoft sarà installato circa 2 anni dopo il suo lancio ufficiale.

Secondo uno studio di Dimensional Research, i professionisti e le aziende non sarebbero ancora convinti di adottare il prossimo sistema operativo Microsoft Windows 7. Dalle prime analisi, la migrazione dovrebbe essere lenta, e addirittura molto lenta in alcuni casi. "I primi beta tester si sono mostrati piuttosto entusiasti delle funzionalità e delle prestazioni di Windows 7, soprattutto se confrontate con Windows Vista", spiega lo studio, "ma le aziende sarebbero molto caute a riguardo, almeno inizialmente".

Image

In totale, sono stati intervistati 1100 professionisti e l'83% di loro ha dichiarato perplessità nei confronti di Windows 7, soprattutto nel primo anno di disponibilità. Ciò implica che per ancora molto tempo, le aziende continueranno ad utilizzare Windows XP, un sistema operativo che non sarà più aggiornato da Microsoft, per spingere gli utenti ad installare un OS più recente. Fra i motivi che portano i professionisti a non adottare Windows 7 vi sono, tra i tanti, anche le ristrettezze economiche dovute alla crisi finanziaria in atto e i problemi di compatibilità con i software.

Il futuro di Windows 7, dunque, non sembrà più così roseo, in quanto il 42% delle aziende intervistate avrebbe dichiarato di installare il nuovo OS Microsoft sui propri computer circa 12-24 mesi dopo la disponibilità ufficiale. Nel 24% dei casi, l'aggiornamento dovrebbe svolgersi tra due e tre anni dopo il lancio e per il 17% dei professionisti sarà necessario attendere oltre tre anni. Vedremo se Windows 7 riuscirà a rispondere alle nostre attese.

 

Commenti (6) 

RSS dei commenti
Nessuna novità. E soprattutto non dipende da Windows 7, questa cosa succede con qualunque nuovo sistema operativo :wink:  
0

martru

aprile 14, 2009

è vero, pero' anche con Vista inizio' cosi'. non piaceva alle aziende, poi non piaceva agli utenti consumer, e alla fine non piaceva piu' a nessuno smilies/cheesy.gif  
0

mn7

aprile 14, 2009

Windows 7 non può non piacere in quanto è il so che doveva uscirè al posto di Vista!  
0

salvjo

aprile 14, 2009

se anche windows 7 sarà un flop, le distro linux inizieranno a carburare seriamente.  
0

Fibro

aprile 14, 2009

Non è possibile avere tutte queste incertezze quando c'è una cosa nuova se faremmo con tutto così tanti guarderebbero le tv a tubo catodico e non comprerebbero un common-rail per un turbo diesel cioè se una cosa esce perchè aspettare aspettare aspettare cosa? Che la cosa più vecchia abbia più esperienza vale forse per gli umani ma meno per i software quindi speriamo che win 7 non faccia la fine di vista con mille allontanamenti ancora oggi.  
0

Dk87

aprile 14, 2009

Non è vero che l'esperienza vale poco per i software. Fidati, le aziende si spaventano se gli dici che i software che usano hanno problemi con i nuovi SO. E hanno ragione. Molte aziende, ad esempio banche o istituzioni, usano software molto vecchi. Che io sappia ad esempio la maggior parte delle banche, almeno dalla mia esperienza, usa sistemi fatti nel caro vecchio COBOL. E non si sognano neanche di cambiarli, perchè ormai sono stati rodati a volontà. Esperienza significa bug corretti, anni di test, funzionalità aggiunte col tempo, sistemi perfettamente integrati nell'ambiente aziendale e personale che ha imparato a usarlo molto bene.
Costruire nuovi sistemi software implica nuovi bug, che sono inevitabili, e quindi, oltre alla spesa per il nuovo software, anche la possibilità di avere nuovi problemi. In più poi si ha la necessità di fare nuova formazione per gli utenti e un sacco di altre cose che, oltre a far perdere tempo, costano.

La differenza tra XP e Vista/Seven è grossa, sono tanti i software che andrebbero modificati, adattati, o rifatti da zero. Capisco che le aziende non siano disponibili.

Ciao!

PS: occhio ai congiuntivi: "faremmo" -> "facessimo" :wink:  
0

ratrace

aprile 14, 2009

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy