Home News VIA presenta la scheda VIA QSM-8Q60 Qseven

VIA presenta la scheda VIA QSM-8Q60 Qseven

VIA presenta il modulo VIA QSM-8Q60 QsevenVIA QSM-8Q60 Qseven è un nuovo modulo con processore  Freescale i.MX 6DualLite, caratterizzato da bassi consumi e design ultra-compatto per l’automazione industriale e sistemi IoT.

VIA presenta il modulo VIA QSM-8Q60 Qseven che include un processore Freescale i.MX 6DualLite Cortex-A9 SoC a 1.0GHz. Grazie alle prestazioni multimediali avanzate, alle diverse opzioni di connettività, al design robusto e compatto e ai bassi consumi, il modulo può essere facilmente impiegato in una vasta gamma di settori applicativi, tra cui automazione industriale, trasporti, medicale e intrattenimento.

VIA QSM-8Q60 Qseven

Il modulo VIA QSM - 8Q90 misura soltanto 70mm x 70mm ed è pienamente compatibile con lo standard per sistemi embedded Qseven Rev. 2.0 adottato da Standardization Group for Embedded Technologies e.V. (SGeT). Questo design modulare, che abbassa drasticamente i tempi di sviluppo, consente di creare soluzioni personalizzate, altamente stabili e con un lungo ciclo di vita, perfette per l’automazione industriale e sistemi IoT.

Oltre al processore Freescale i.MX 6DualLite Cortex-A9 SoC a 1.0GHz, VIA QSM-8Q90 include un ingresso per Micro SD, una memoria flash eMMC da 4GB e 2GB DDR3-10666 SDRAM. Per garantire la massima flessibilità, il modulo offre un’ampia gamma di funzionalità I/O e opzioni di espanzione, tra cui 4 porte USB 2.0, una porta HDMI, un pannello dual-channel 18/24-bit LVDS, due porte COM, una porta Gigabit Ethernet, un bus CAN e PCIe x1. Il modulo supporta ampi intervalli di temperatura operativa, da -20 °C a 70 °C, garantendo così versatilità e affidabilità anche negli ambienti operativi più difficili.

Inoltre è possibile usufruire delle funzionalità delle sezioni I/O della scheda VIA QSMBD2, oppure utilizzare il nostro supporto tecnico per creare una baseboard personalizzata. È disponibile anche un pacchetto di sviluppo software ottimizzato per Linux che include il kernel 3.0.35 e i codici sorgenti del bootloader. È anche possibile utilizzare una toolchain per personalizzare il kernel e supportare le funzionalità I/O della scheda VIA QSMBD2 e altre caratteristiche hardware. È disponibile una serie completa di servizi software personalizzabili che garantiscono uno sviluppo semplice e veloce.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy