Una catena umana ferma la Google car!Torniamo a parlarvi oggi della Google car, perchè protagonista di un curioso fatto di cronaca in Gran Bretagna. I cittadini di Broughton hanno formato una catena umana per bloccare l'avanzata della Google car, pronta a fotografare le proprie case.


Dopo aver investito, lo scorso mese di gennaio, un cervo nello stato di New York, la Google car ha causato un altro incidente in Inghilterra, un Paese che ha respinto più volte il servizio Google Street View, per tutelare la privacy dei propri cittadini, i comportamenti e la vita privata di ognuno. Un gruppo di cittadini inglesi ha bloccato il cammino della Google car, l'autovettura utilizzata dall'azienda di Mountain View e fornita di un sofisticato sistema di telecamere esalenticolari che permette di scattare delle immagini panoramiche a 360 gradi raccolte poi in Google Street View. Vi ricordiamo che in questi giorni, l'occhio indiscreto di Google si trova anche in Italia, ed in particolar modo a Palermo .

Google car

L'incidente si è svolto alle porte della città di Broughton nella contea di Buckinghamshire. Uno dei partecipanti, Paul Jacobs, descrive la scena: "Mi trovavo al primo piano della mia casa quando ho visto dalla finestra l'automobile di Google, provvista di una macchina fotografica, che avanzava nella mia strada. Mi sono subito irritato! Come può fotografare la mia casa senza il mio consenso, la mia autorizzazione? Mi sono precipitato fuori per fermare il veicolo e spiegare all'autista che non stava semplicemente violando la mia vita privata, ma anche aiutando dei potenziali ladri".

Successivamente il Sig.Jacobs ha informato i suoi vicini che in breve tempo hanno chiamato la polizia e formato una catena umana per bloccare l'avanzata della Google car. Per quanto riguarda Google, il primo motore di ricerca spiega che le sue automobili utilizzano semplicemente delle strade pubbliche ed in questo senso rispettano la vita privata della gente. Uno dei portavoce della società di Mountain View spiega: "Abbiamo messo a disposizione degli utenti un sistema che permette di formulare facilmente una richiesta di ritiro delle immagini. Nella maggior parte dei casi procediamo alla cancellazione nelle ore successive alla domanda".

 

Google News
Le notizie e le recensioni di Notebook Italia sono anche su Google News. Seguici cliccando sulla stellina

Commenti