Home News Ultrabook Gigabyte U2442V: recensione completa

Ultrabook Gigabyte U2442V: recensione completa

Gigabyte U2442V: recensione completaE' disponibile la prima recensione del nuovo ultrabook Gigabyte U2442V, un portatile ultrasottile che all'interno racchiude una configurazione sufficientemente potente da non far rimpiangere un computer desktop anche al professionista in mobilità.

Lo scorso mese di marzo avevamo visto al CeBIT 2012 due nuove soluzioni ultrabook da parte del produttore taiwanese, distinte dalla sigla Gigabyte U2442V e U2442N la cui differenza principale consiste unicamente nel processore adottato, un Intel Core i7 nel primo caso e un Core i5 nel secondo, entrambi di tipo ULV ed appartenenti all'ultima generazione Ivy Bridge. Ora, a distanza di qualche mese, dopo essere arrivati sul mercato, giunge anche la prima recensione completa del modello Gigabyte U2442V da parte dei colleghi di Ultrabooknews, il cui contenuto vi riassumeremo di seguito.

Gigabyte U2442V

Il portatile ha uno chassis spesso dai 18 ai 21 mm e un peso di 1.59 Kg, realizzato in lega di alluminio solo per quanto riguarda la cover e il fondo, mentre piano tastiera e display lid sono in policarbonato con finitura silver. Nonostante quindi la realizzazione non sia allo stesso livello di alcuni prodotti analoghi più noti, la qualità è comunque molto buona. Il design, dalle linee pulite e filanti e la colorazione dark champagne della cover rendono l'ultrabook molto gradevole alla vista e la scocca non presenta flessioni di sorta, nemmeno per le superfici realizzate in plastica.

Grazie poi alle dimensioni compatte ma non particolarmente ridotte l'U2442V offre anche un notevole parco porte, formato da 2 USB 2.0, 2 USB 3.0, un'uscita video analogica VGA, una digitale HDMI, un lettore di memorie di tipo full SD, jack per Line In e Out e plug per la connessione alla Ethernet LAN. Di alto livello anche la dotazione hardware. Il modello U2442V infatti è equipaggiato con un processore dual core Intel Core i7-3517U con clock rate di 1.9 GHz, abbinato a 8 GB di RAM DDR3 a 1600 MHz, unità SSD da 128 GB per lo storage locale e scheda video dedicata Nvidia GeForce GT 640M, dotazione che fa dell'ultrabook Gigabyte una macchina adatta non solo a un impiego di tipo professionale ma anche per il tempo libero, l'intrattenimento multimediale e il gioco.

Grazie al quantitativo di RAM, al potente processore e alla scheda grafica di fascia media infatti il portatile è in grado di gestire senza troppi problemi la stragrande maggioranza dei titoli videoludici degli ultimi anni, garantendo sempre il giusto mix tra qualità e fluidità e una giocabilità elevata. Passando alla tastiera, retroilluminata e con layout di tipo chiclet ad elementi isolati, il redattore si spinge addirittura a definirla una delle migliori che gli sia mai capitato di testare, parlando di portatili ovviamente. Il feedback è ottimo, così come la fluidità e la precisione della digitazione, mentre la pressione dei tasti non causa un rumore eccessivo.

Meno bene invece il touchpad prodotto da Elan, ampio e con un unico tasto a bilanciere, privo di divisione, posto subito sotto al bordo inferiore, i cui limiti sarebbero da imputare soprattutto al cattivo funzionamento del software di controllo. Inoltre al nostro collega non è piaciuta, come spesso accade, la soluzione del tasto unico, giudicata scomoda e poco funzionale. Giudizio moderatamente positivo invece per quanto riguarda il display, un pannello con diagonale di 14 pollici e risoluzione di 1600 x 900 pixel, superiore alla media per questo tipo di notebook, che solitamente si fermano spesso a 1366 x 768 pixel.

Nonostante questo gli altri parametri sono nella media, la luminanza è buona così come lo spettro cromatico coperto, ma le zone scure tendono a mescolarsi un po' troppo. Pollice verso infine per gli speaker, che sono apparsi poco potenti e di scarsa qualità, un peccato su un notebook che per il resto è sembrato ottimo in quasi tutti i settori. Il giudizio complessivo finale è comunque ampiamente positivo. Gigabyte U2442V infatti offre nell’insieme una buona qualità generale e un'ottima potenza che, unite al prezzo di 1199 dollari per la versione in prova, ne fanno un device interessante per chi voglia essere produttivo anche in mobilità o non rinunciare a giocare al proprio titolo preferito a un prezzo ragionevole per la categoria a cui appartiene.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy