Home News Ubuntu 15.04 per smartphone, PC, cloud e IoT

Ubuntu 15.04 per smartphone, PC, cloud e IoT

Ubuntu 15.04 per smartphone, PC, cloud e IoTCanonical rilascia l'ultima versione del suo sistema operativo, Ubuntu 15.04, che a differenza delle precedenti supporta una vasta gamma di dispositivi tra cui smartphone, PC desktop e notebook, cloud e IoT.

Ubuntu è stata a lungo (anzi, lo è ancora) una delle distribuzioni GNU/Linux più popolari per gli utenti desktop e notebook, ma Canonical da qualche tempo sta pensando di espandere il raggio d'azione del suo sistema operativo. Ubuntu 15.04, lanciato poche ore fa, supporta infatti una vasta gamma di dispositivi tra cui PC, server, smartphone e IoT (Internet delle Cose). Possiamo quindi affermare che l'ultima release rompe con il passato ed amplia la sua "portata".

Ubuntu 15.04 per smartphone, PC, cloud e IoT

La gran parte dei cambiamenti alla versione desktop di Ubuntu sono invisibili agli occhi dei meno esperti, come il passaggio da upstart a systemd, una versione più recente del kernel Linux ed una suite aggiornata di applicazioni predefinite. Gli utenti possono notare anche qualche miglioramento nelle prestazioni di Ubuntu 15.04 su alcune macchine, a seconda ovviamente del loro hardware.

La novità principale però è che ora Ubuntu supporta ufficialmente gli smartphone, a cominciare da BQ Aquaris E4.5 (che è già disponibile) e Meizu MX4 Ubuntu Edition (che è in arrivo). Qualcuno di voi però potrebbe obiettare: cosa cambia rispetto ad Ubuntu for Phone? Canonical ha sviluppato una versione touch-friendly di Ubuntu per smartphone e tablet per alcuni anni, ma l'unico modo di utilizzare quel software è installarlo "manualmente" come si caricherebbe una ROM Android personalizzata per il proprio terminale. La differenza sta quindi nella disponibilità: ora è possibile acquistare uno smartphone con Ubuntu precaricato (di serie) e ricevere aggiornamenti OTA da Canonical. L'ecosistema di Ubuntu non è ai livelli di quello Android, iOS o Windows Phone, ma acquistare un terminale con il software già installato è un importante passo avanti.

Da una costola di Ubuntu 15.04 inoltre, Canonical ha creato "Snappy" Ubuntu Core, una versione leggera del sistema operativo e progettata per hardware a basso consumo energetico come schede di sviluppo (Raspberry Pi 2), cloud container, gateway industriali e Internet of Things. Questa versione di Ubuntu supporta processori ARM e Intel a 64-bit.

Via: Liliputing

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy