Home News Toshiba: tecnologie per la sicurezza dei notebook!

Toshiba: tecnologie per la sicurezza dei notebook!

Toshiba: tecnologie per la sicurezza dei notebook! Toshiba integra nei propri notebook una vasta gamma di caratteristiche di sicurezza sofisticate per impedire il furto di dati da dispositivi smarriti, rubati o incustoditi. Vediamole insieme..

Molti lavoratori che viaggiano con un portatile aziendale sono piuttosto distratti. Infatti, sono circa 3300 i portatili trovati incustoditi ogni settimana negli otto principali aeroporti europei. Le perdite derivanti dallo smarrimento di un portatile sono consistenti e non si tratta soltanto del costo economico di sostituzione del bene smarrito, ma anche delle ripercussioni negative della perdita di dati riservati, che ad un’azienda può tranquillamente costare decine di migliaia di euro.

Oltre alla perdita per distrazione, anche il furto di un portatile costituisce oggi una minaccia per le aziende, come il recente caso di furto di un portatile contenente i dati personali di oltre 600.000 individui subito dal Ministro della Difesa inglese. Questo poi è solo un esempio imbarazzante tratto da numerosi incidenti analoghi occorsi di recente.

Toshiba Portégé A600

Ora, uscendo dall’ufficio, un dipendente porta con sé gigabyte di dati e applicazioni aziendali, informazioni prima racchiuse al sicuro nei server e desktop aziendali. I responsabili IT devono essere consapevoli delle minacce derivanti dall’utilizzo di dati mobili: un portatile può essere rubato e un utente sbadato può dimenticarlo sul taxi o in aeroporto. I computer portatili sono spesso utilizzati nelle riunioni con i clienti e lasciati temporaneamente incustoditi durante le pause o per fare una telefonata fuori dalla sala.

E’ un errore credere che i computer portatili siano meno sicuri dei desktop. Di fatto, esistono minacce legate all’uso di notebook, che possono però essere gestiti tramite caratteristiche di sicurezza dedicate a contesti di utilizzo mobile. Le applicazioni standard offerte dall’industria, come la sicurezza delle password, i lettori di impronte digitali e gli antivirus, dovrebbero essere scontati.

Un utility software di password multi-livello permette agli utenti di configurare una protezione tramite password del BIOS e dell’hard disk drive.

Protezione del BIOS tramite password:
Il Basic Input Output System (BIOS) è un sistema software fondamentale per un portatile. Permette al computer di avviare altri programmi, come il sistema operativo, quando il computer è acceso. Proteggendo l’accesso al BIOS, nessuno può avviare il portatile senza la password scelta.

Protezione dell’HDD tramite password:
La password per il BIOS da sola non basta a proteggere completamente i dati salvati sugli hard disk drive (HDD) dall’accesso non autorizzato. Se l’hard disk drive viene rimosso e montato su un altro portatile, è possibile accedere ai dati salvati sul disco. Pertanto, è consigliabile proteggere l’hard disk drive separatamente con una password.

Trusted Platform Module – archiviazione sicura delle credenziali
La maggior parte dei portatili sono dotati di un chipset di sicurezza integrato (Trusted Platform Module TPM) e di un applicativo software, che, lavorando insieme, offrono una protezione di alto livello per le chiavi di encription, le password e le credenziali degli utenti. Tutte le chiavi sono archiviate nella memoria del TPM anziché nella memoria del PC, assicurando in questo modo che le informazioni non possano essere lette o decodificate. Poiché il controller della sicurezza integrato TPM utilizza specifiche pubbliche e standardizzate, il livello di sicurezza di un portatile è superiore rispetto ai sistemi basati su soluzioni standard di autenticazione crittografica tramite software.

La protezione dai malware è cruciale
Nessun PC desktop o portatile è immune agli attacchi dei malware. Neppure i notebook all’interno dell’International Space Station ISS della NASA, come confermato dalla stessa ad agosto 2008. L’infezione dei computer della NASA con il worm “W32.Gammima.AG” è tanto più sorprendente se si pensa che non esiste connessione diretta tra la ISS e Internet.

Toshiba Portege R500

Tutti i notebook Toshiba dispongono ovviamente delle caratteristiche standard di sicurezza descritte sopra. Un sistema di password multi-livello permette agli utenti di configurare una protezione tramite password del BIOS e dell’hard disk drive. Inoltre, l’anti-theft protection timer Toshiba consente agli utenti di impostare una password per il BIOS che si attiva dopo un determinato lasso di tempo. In caso di furto, esso blocca automaticamente il notebook e ne impedisce il riavvio. Il TPM è inoltre integrato in vari dispositivi. Per quanto riguarda la protezione da malware, Toshiba è partner di McAffee e tutti i suoi notebook hanno McAfee Internet Security Suite preinstallato.

Molte delle caratteristiche sopradescritte sono disponibili sulla maggior parte dei portatili attualmente sul mercato. Tuttavia, è possibile riscontrare grandi differenze tra i portatili in termini di caratteristiche supplementari di sicurezza.

I notebook Toshiba offrono numerosi add-on di sicurezza sofisticati, quali il blocco dell’hard disk, il controllo degli accessi per impedire la copia dei dati non autorizzata, il lettore di impronte digitali, il logon wireless con Bluetooth o l’antifurto sensibile a movimenti imprevisti.

Toshiba Qosmio G55

HDLock impedisce l’accesso non autorizzato agli hard disk drive
Toshiba HDLock utilizza una chiave speciale salvata su una memoria USB insieme ad una password personale per accedere ai notebook. Grazie ad HDLock, l’hard disk drive resta criptato e inaccessibile durante l’avvio del sistema, la sospensione o l’arresto, eccetto che al possessore della chiave unica e della password. HDLock è fondamentale per le aziende che vogliono proteggere i dati sensibili, personali e aziendali che potrebbero essere esposti a riproduzione, cancellazione o modifica qualora il portatile venga smarrito, rubato o lasciato incustodito.

Toshiba Device Access Control – protezione dalla riproduzione dei dati
Questo utility software personalizzabile protegge determinati alloggiamenti e porte per evitare la copia non autorizzata di dati riservati. Impedisce altresì ai ladri di dati di avviare il sistema con un hard disk drive secondario. Un’interfaccia semplice e di facile utilizzo permette agli utenti di selezionare i dispositivi esterni che consentono la copia dei dati e quelli che consentono l’avvio.

Advanced Instant Security – al ladro!
Immaginate l’antifurto di un’auto sul vostro portatile. Un sensore interno di accelerazione rileva se il notebook viene sollevato, attivando immediatamente un allarme sonoro. Tale caratteristica può essere abilitata o disabilitata con facilità a seconda delle esigenze tramite una combinazione unica di tasti a scelta rapida. In questo modo, in aeroporto, in biblioteca o al bar – luoghi in cui i portatili sono esposti al pericolo di furto – potete essere sicuri che il ladro verrà sorpreso da un allarme piuttosto acuto.

Tecnologie di avvio semplici per una maggiore sicurezza
Una protezione solida tramite password si scontra sempre con la distrazione umana. Cosa accadrebbe se un utente accedesse al proprio portatile digitando la password richiesta ma lasciasse poi il notebook incustodito, ad esempio durante una riunione per rispondere ad una chiamata? Se l’utente dimentica di bloccare il portatile, chiunque può accedere ai dati. La tecnologia Bluetooth Wireless Logon di Toshiba blocca automaticamente il notebook quando l’utente non è presente.

Bluetooth Wireless Logon – fa sì che il tuo notebook ti riconosca sempre
Grazie alla caratteristica Bluetooth Wireless Logon della serie EasyGuard Toshiba, i notebook sono automaticamente protetti da accessi non autorizzati, quando l’utente non è presente. Un dispositivo comandato via Bluetooth, come un telefono cellulare, può essere utilizzato come chiave di accesso al notebook dell’utente. I notebook Toshiba sono in grado di riconoscere se l’utente non è nelle vicinanze quando la connessione Bluetooth tra il dispositivo e il notebook si interrompe e blocca immediatamente lo schermo del notebook. Il sistema operativo si sbloccherà poi automaticamente non appena la connessione Bluetooth torna disponibile.

Fingerprint Logon – accesso individuale con il passaggio di un dito
Toshiba offre un’alternativa basata su dati biometrici per l’immissione della password. Essa utilizza un attributo molto individuale dell’utente: l’impronta digitale. L’accesso tramite impronta digitale è sicuro e pratico. Per accedere una volta acceso il notebook, l’utente appoggia un dito sul sensore integrato dell’impronta digitale. Il passaggio rapido del dito sostituisce la digitazione di password per il BIOS, l’hard disk e il sistema operativo. Sui sistemi dotati di Trusted Platform Module, gli utenti possono addirittura usare il lettore di impronte digitali per crittografare file e cartelle alzando ulteriormente il livello di sicurezza.

Toshiba Satellite U400

La distrazione umana, il know-how avanzato degli hacker e le minacce dell’industria internazionale dei malware sono solo alcune delle ragioni che spiegano l’importanza crescente dei progressi nel campo della sicurezza. Toshiba si dedica allo sviluppo di nuove caratteristiche di sicurezza per assicurare la protezione dei dati di fronte a minacce come quelle sopramenzionate.

Toshiba Research Europe sta sviluppando un nuovo approccio all’informatica che applica le leggi fondamentali della fisica quantistica alla comunicazione di rete, all’uso dei computer e alla sicurezza dei contenuti. L’informatica quantistica si occupa del trasporto e dell’elaborazione dei dati utilizzando singoli fotoni (particelle di luce). In linea di principio, la distribuzione quantistica di chiavi offre un metodo completamente sicuro per la trasmissione di dati riservati tra due parti su reti in fibra ottica. L’utilizzo di particelle singole comporta una serie di vantaggi: ad esempio, inviando informazioni codificate su singoli fotoni, è possibile verificare la segretezza di ciascun messaggio.

Toshiba ha utilizzato questo metodo per creare un sistema pratico per la trasmissione di comunicazioni sicure su cavi in fibra ottica. La crittografia quantistica, l’altro nome con cui è conosciuto questo metodo di comunicazione, è solo la prima di una serie di innovazioni quantistiche che promettono di rivoluzionare l’intera industria IT nei prossimi due decenni.

Le aziende, indipendentemente dalle dimensioni, non dovrebbero aspettare che la tecnologia quantistica sia pronta per proteggere i propri dati e contenuti. Dovrebbero adottare immediatamente misure per proteggere i dati contenuti nei portatili. Le caratteristiche di sicurezza avanzate possono minimizzare il rischio di perdita e furto dei dati. Benché i portatili vengano utilizzati fuori dall’ufficio, non sono meno sicuri dei desktop. Toshiba prende molto sul serio le problematiche legate alla sicurezza. Offriamo una piattaforma avanzata per l’uso del computer con varie applicazioni di sicurezza integrate o preinstallate decisamente superiori alle caratteristiche di sicurezza standard e pensate per l’utilizzo mobile dei notebook.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy