Home News Toshiba cresce grazie ai notebook

Toshiba cresce grazie ai notebook

Toshiba cresce grazie ai notebookLa Divisione Computer Systems di Toshiba Italia ha presentato i risultati dell’anno fiscale 2008 (aprile 2008-marzo 2009), le stime e la strategia per il 2009. L'azienda giapponese raggiunge un buon fatturato grazie alla crescita nel comparto notebook, opzioni&accessori e videoproiettori.

Toshiba Italia ha registrato nell’anno fiscale 2008, che si è chiuso il 31 marzo 2009, un fatturato di 110 milioni di euro con una crescita pari al 30,6% rispetto all’anno fiscale 2007. Dopo una chiusura positiva nel primo semestre dell’anno fiscale, Toshiba ha chiuso anche il secondo semestre in positivo. Nel segmento notebook ha raggiunto un totale di 209.400 unità (+33,5% rispetto al FY2007) e un fatturato di 103 milioni di euro (+35,5% rispetto al FY2007). Per quanto riguarda le quote di mercato, Toshiba raggiunge una quota del 6,2% (12% nel segmento business).

Toshiba A600

Toshiba è cresciuta nel FY2008 grazie ad una politica commerciale chiara e coerente di differenziazione dei mercati consumer e business, attraverso una maggiore focalizzazione su quest’ultimo, un prezzo medio che è decresciuto meno rispetto a quello del mercato e un giusto product mix. Nel canale consumer, Toshiba ha puntato sull’ottimizzazione del proprio portafoglio prodotti , caratterizzato da notebook dal design ricercato, nuove tecnologie, line up dedicate e realizzate in base alle esigenze del singolo cliente, il tutto a prezzi e stock controllati.  

Per il canale business, Toshiba si è impegnata ad offrire ai propri clienti una chiara differenziazione rispetto al canale consumer, cercando di puntare sul vero mercato a “valore”. Toshiba ha infatti lanciato nuovi programmi di certificazione per i Partner, che garantiscono benefit commerciali e di marketing e ha ridefinito la lista degli stessi in termini qualitativi, mantenendo comunque una copertura geografica ottimale su tutto il territorio italiano.

Per il mercato dei videoproiettori, la Divisione Computer Systems di Toshiba Italia ha chiuso l’anno fiscale 2008 con una crescita del 23% in termini di unità vendute (6.540 unità) e un fatturato di 2,6 milioni di euro, raggiungendo una quota di mercato annua del 7%. Nel segmento Opzioni&Accessori, l’anno fiscale 2008 ha visto un fatturato pari a 4,6 milioni di euro, con una perdita del 18%, a causa di uno shortage di prodotti nell’ultimo quarter del 2008 e del continuo deprezzamento del business degli HDD esterni.

Toshiba Camileo

Nel 2009 Toshiba prevede una rifocalizzazione su questo segmento divenuto sempre più strategico, grazie all’acquisizione da parte di Toshiba Corporation del business degli HDD di Fujitsu e una nuova organizzazione in Italia, che vede una ridefinizione della struttura, una chiara politica commerciale e un nuovo responsabile. Per l’anno fiscale 2009 (1 aprile 2009-31 marzo 2010), Toshiba prevede una crescita in termini di fatturato del 20%, pari a 132 milioni di euro. Per quanto riguarda il segmento notebook, nel primo semestre (aprile-settembre 2009) si prevede una crescita in unità pari al 33%, puntando a una quota di mercato pari al 7%.

Per il comparto Opzioni&Accessori, Toshiba Italia focalizzerà le proprie risorse e investirà in questo business, puntando in particolare su tre segmenti: “Storage”, con gli hard disk esterni; “Audio-Video”, continuando il successo della gamma di camcorder Camileo e completando la linea di photoframe digitali e multimediali JournE; “Accessori Notebook e Servizi”, focalizzati nel segmento business e pensati per migliorare le funzionalità e l’utilizzo del notebook di tutti i mobile worker.

Toshiba JournE M400

Toshiba è da anni impegnata nello sviluppo di nuove tecnologie e nella realizzazione di prodotti che rispettino l’ambiente, attraverso un’analisi attenta del ciclo di vita del prodotto. L’azienda si è impegnata nel ridurre gli imballaggi, nell’introdurre packaging riciclabili e nel realizzare prodotti che consumino una minor quantità di energia.  A testimonianza dell’impegno di Toshiba, Greenpeace ha eletto il notebook ultra leggero Portégé R600 come miglior notebook green all’interno della propria “Green Electronics Survey 2008”. Secondo l’organizzazione, che analizza l’eco compatibilità dei prodotti di elettronica presenti sul mercato, il notebook Toshiba ha ottenuto il punteggio più alto grazie all’utilizzo limitato di sostanze dannose quali il piombo e il mercurio. Inoltre, l’utilizzo di retroilluminazione a LED per il display, CPU di ultima generazione e SSD garantiscono un notevole risparmio energetico e una maggiore durata della batteria.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy