Home News Toshiba AC100 con Tegra 2 in test

Toshiba AC100 con Tegra 2 in test

Toshiba AC100 con Tegra 2 in testSono stati pubblicati i risultati di alcuni test condotti su un Toshiba AC100 equipaggiato con la piattaforma Tegra 2 di nVidia. I risultati sono più che convincenti sotto il profilo delle prestazioni, meno per l’autonomia.

Il sito CarryPad ha reso noti i risultati di alcuni test sullo smartbook Toshiba AC100 equipaggiato con il SoC (System on Chip) Tegra 2 di nVidia. Il sistema utilizzato è basato sulla versione 2.1 di Android ed è caratterizzato, come noto, da un display da 10 pollici di diagonale. Per le altre caratteristiche tecniche vi rimandiamo ad articoli precedenti.

Toshiba AC100

I test sono stati condotti per saggiare l'aspetto multimediale e gaming. Uno dei risultati più apprezzabili è la capacità di riproduzione di filmati H.264 1080p 13Mbps, WMV 8.5Mbps e video 6.5Mbps in maniera completamene fluida, lasciando intendere una certa potenza della soluzione proposta di nVidia. Ma anche l’esecuzione di Racing Thunder 2 (1.024 x 600 pixel la risoluzione adottata) è risultata più che soddisfacente. Soltanto a titolo di confronto, Toshiba AC100 ha totalizzato circa 1.900 punti contro i 1.400 del Nexus One e ai 1.150 del Moto Droid X. Il software impiegato per il test è Quadrant di Aurora Softworks, una soluzione dedicata al benchmark dei sistemi mobili.

Tali risultati aprono la strada a diverse implementazioni del SoC di nVidia che si propone come soluzione ad alta scala di integrazione per la multimedialità. A fronte di ottimi risultati sul versante prestazionale, i test hanno evidenziato qualche problema legato all’autonomia. Non è ben chiaro se si tratti di problematiche imputabili al firmware utilizzato ma l’operatività dell’AC100 di Toshiba in standby con WiFi acceso non è andata oltre le 12 ore, valore particolarmente anomalo dal momento che, generalmente, uno smartbook è costruito in modo tale da essere attivo per diversi giorni senza richiedere una ricarica.

Dai grafici riportati sul sito di CarryPad è facile notare come le informazioni circa la batteria forniscano un 76% di consumo durante lo stato di standby imputando al WiFi soltanto l’11%. Evidentemente qualcosa non è andato per il verso giusto. Stessi risultati insufficienti durante l’ordinario utilizzo. I test hanno fatto registrare una operatività di circa 5-6 ore considerando la sola navigazione web. Comunque sia, si tratta di dati preliminari che richiedono ulteriori approfondimenti. Sicuramente, nelle prossime settimane, saranno resi disponibili i risultati di nuovi test.