Home News Tablet schiaccia netbook

Tablet schiaccia netbook

Tablet schiaccia netbookDa 6 milioni di unità nel 2010, il mercato dei tablet touchscreen passerà a 22 milioni nel 2011 in zona EMEA. Questo è quanto emerge dallo studio condotto dall'Istituto di analisi IDC.

L'area EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa) non si è salvata dall'ondata di tablet touchscreen nel 2010, con 6 milioni di unità distribuite, di cui quasi 5 milioni tablet Apple iPad. Secondo una recente ricerca condotta da IDC, l'anno 2011 dovrebbe vedere amplificare questo fenomento attraverso i principali mercati dell'Europa occidentale (Italia, Regno Unito, Francia, Germania) fin quando le quote di mercato dei tablet non aumenteranno anche nelle altre nazioni.

HP TouchPad

Nel 2011, il mercato dovrebbe distribuire 22 milioni di tavolette digitali grazie alla moltiplicazione dei modelli e delle aziende presenti nel settore, con un rinnovamento dell'attività nel secondo semestre. Senza alcuna sorpresa, Apple rimarrà uno dei principali produttori di tablet a beneficiare della crescita del mercato, anche se quest'anno la concorrenza sarà più attiva grazie alla realizzaizone di Android 3.0 Honeycomb. Anche se il 2011 vedrà il debutto di alcune società secondarie (come Archos e Viewsonic) saranno soprattutto i grandi colossi dei PC (desktop e notebook) ad avere la meglio nelle vendite (pensiamo ad HP, Samsung e Acer).

Il pubblico consumer rimane l'obiettivo principale, mentre il mercato professional interessa marginalmente. I tablet indirizzati al settore business sono considerati degli strumenti per la produttività o necessari ad alcuni mercati verticali (istruzione, sanità). Nel 2011, gli operatori mobile dovrebbero affermarsi come canali principali nella distribuzione dei tablet touchscreen, grazie alle loro offerte per Internet in mobilità o ad abbonamenti vantaggiosi.

Queste varie evoluzioni dovrebbero portare ad un aumento della produzione dei tablet, ma anche ad una diminuzione significativa dei prezzi entro il 2012. Da 22 milioni di unità nel 2011, potremmo passare a 60 milioni di unità smaltite in area EMEA nel 2015.

 

Commenti (3) 

RSS dei commenti
Sono d' accordo, il tablet è il futuro.

Ma il tablet del futuro secondo me deve raggruppare in un unico dispositivo diverse funzioni come telefono con videoconferenza, navigatore satellitare buono, fotocamera e videocamera, lettore di memory card, molte porte come usb3, rj45, eSATApower, HDMI per poterlo usare sia come pc portatile che come pc fisso.

Anche la dimensione è importante e non deve essere ne troppo piccola ne troppo grande come quella dell' iPAD da non riuscire ad infilarlo in una tasca.

L' iPAD ha avuto un grande successo perché è un prodotto molto curato sul piano estetico e offre diverse funzionalità utili, ma secondo me poteva avere ancora più successo se la politica commerciale di Apple fosse stata diversa.

Apple è diventata una grande azienda ma la politica commerciale è rimasta quella di una piccola azienda e se all' inizio poteva essere producente adesso questa politica la penalizza e il successo nelle vendite conseguito con l' iPAD nasconde in realtà l' insuccesso dovuto ad una politica commerciale che è rimasta quella di una piccola società.

A mio giudizio la Apple avrebbe potuto avere un successo nelle vendite con l' iPAD almeno quintuplo rispetto a quello conseguito se la politica commerciale fosse stata adeguata alle dimensioni della nuova realtà.  
leviatan

leviatan

aprile 04, 2011

Leviatan lo sapevo che questa news ti avrebbe fatto gongolare... smilies/grin.gif  
Dgenie

Dgenie

aprile 04, 2011

Tablet schiaccia netbook però non gli si fa a trovare un tablet fatto bene, io spero in qualcosa da asus che aveva fatto l' accoppiata con garmin sugli smartphone, oppure c' è da aspettare  
leviatan

leviatan

aprile 04, 2011

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy