Home News Tablet Nvidia Tegra 3: i produttori di notebook nicchiano?

Tablet Nvidia Tegra 3: i produttori di notebook nicchiano?

Tablet Nvidia Tegra 3: i produttori di notebook attendono?I produttori di notebook taiwanesi avrebbero adottato una strategia attendista su Nvidia Tegra 3 e starebbero valutando attentamente soluzioni alternative di Qualcomm e Texas Instruments.

Fonti industriali taiwanesi avrebbero riferito ai colleghi di Digitimes che Nvidia Tegra 3 avrebbe ricevuto un'accoglienza un po' fredda da parte dei produttori di notebook. Da circa un anno, i PC maker taiwanesi, che coprono un'ampia fetta del mercato globale, hanno aperto ai tablet ARM-based, inserendo alcuni di questi prodotti nei loro listini.

Tablet Nvidia Tegra 3: Asus Eee Pad Transformer Prime

Gli esempi sono numerosissimi, ne citiamo solo alcuni: Acer con i suoi Iconia Tab A100 ed A500, Asus con i suoi Eee Pad Transformer, Slider e Memo, MSI con i suoi tablet Windpad ed Enjoy; oltre ovviamente a quella fetta di produzione made in Taiwan che viene marchiata da altri PC vendor.

In particolare i produttori taiwanesi sarebbero in attesa di riscontri da parte del mercato, per decidere se puntare su Nvidia Tegra 3 o sulle soluzioni concorrenti di Qualcomm e Texas Instruments.
Qui si fermano le indiscrezioni riportate da Digitimes, anche se dobbiamo osservare che le notizie circolate finora sembrerebbero smentire il prestigioso magazine economico: Asus ha già annunciato il suo nuovo Eee Pad Transformer Prime con Tegra 3, mentre da giorni si susseguono i rumor circa nuovi tablet Acer Iconia Tab A510 ed A700 equipaggiati con la stessa piattaforma.

Fonte: Digitimes

Commenti (3) 

RSS dei commenti
Texas Instruments, forse per colpa del marketing Archos un po' avventato, non ha brillato proprio con gli Archos G9 dato che la versione turbo da 1,5GHz è stata rimandata ed ancora adesso non è ben chiaro se arriverà a fine 2011 o a inizio 2012 o 2012 inoltrato. Certamente i produttori vorranno evitare di creare una situazione stile notebook con un dominante, Intel, ed un inseguitore affannato, AMD; una maggiore scelta di fornitori permetterebbe di avere prezzi più bassi e magari soluzioni alternative in caso di problemi con un fornitore. Inoltre devono stare attenti ai costi per poter avere margini di guadagno per competere con iPad che è il riferimento del settore (i numeri parlano chiaro per quanto riguarda le vendite ed alla fine contano quelle).  
riky1979

riky1979

novembre 19, 2011

vabbé Archos è un cliente dei chip TI ma non è certo l'unico.. ce ne sono moltissimi altri  
Staff

Staff

novembre 19, 2011

Ma era indubbiamente quello che ha puntato molto su TI rimane da capire sempre se è stato marketing sbagliato o problemi tecnici sui prodotti!
Ovviamente TI è da sempre un grande produttore di processori anche se al grande pubblico non risulta tutto questo! Del resto mi ricordo che delle cpu o meglio dei chip TI erano integrati in molti missili di produzione USA anche se attualmente non tendono a divulgare chi sia il fornitore della componentistica forse per non attirare problemi.
Era anche uno dei produttori che avevano lanciato i notebook nel primo periodo di prima grande diffusione sul mercato (parlo di fine anni 90) anche se poi ha ceduto il settore se non ricordo male ad Acer per concentrarsi solo sulla componentistica e sulle calcolatrici smilies/wink.gif che ho sfruttato all'uni.  
riky1979

riky1979

novembre 19, 2011

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy