Home News ST-Ericsson lancia il SoC NovaThor L8580 eQuad

ST-Ericsson lancia il SoC NovaThor L8580 eQuad

ST-Ericsson lancia il SoC NovaThor L8580 eQuadST-Ericsson presenterà al Mobile World Congress il suo nuovo SoC NovaThor L8580 eQuad, un quad core ARM Cortex A9 a 3 GHz che integra anche i chip LTE, voLTE, HD Voice, WiFi Direct e NFC.

Dopo la fine della collaborazione con Sony molti appassionati di smartphone avranno forse perso le tracce di Ericsson, ma l'azienda svedese è ancora viva ed attiva, sebbene in un campo leggermente differente come quello della produzione di chip per sistemi mobili, dove opera tramite una joint venture con STMicroelectronics, chiamata ST-Ericsson. Al prossimo Mobile World Congress che si terrà a Barcellona alla fine di febbraio dunque ST-Ericsson è pronta a presentare il suo ultimo prodotto, un interessante System on a Chip chiamato NovaThor L8580 eQuad, erede di quelli che ultimamente sono stati adottati da alcuni dispositivi di primo piano, come ad esempio il Samsung Galaxy S III Mini.

Arm Cortex A9

 

Architetturalmente non c'è nulla di nuovo, si tratta infatti di un quad core ARM Cortex A9 ma STMicro lo realizza per l'azienda svedese con sistema produttivo a 28 nm di tipo FD-SOI (Fully Depleted Silicon On Insulator). Questa soluzione comporta vantaggi sia in termini di prestazioni che di risparmio energetico ed ha reso possibile raggiungere l'incredibile frequenza operativa di ben 3 GHz, velocità normalmente riservate al mercato dei PC, come ci tiene a sottolineare ST-Ericsson. NovaThor è quindi un SoC ben diverso dai quad core ARM Cortex A9 che siamo abituati a conoscere, come Nvidia Tegra 3 ad esempio, rispetto ai quali avrà prestazioni decisamente superiori e consumi ridotti. Il produttore parla per quest'ultimo aspetto di una riduzione di ben il 35 % rispetto a soluzioni analoghe con frequenza identica.

Alla CPU quad core sarà poi abbinata una GPU PowerVR SGX544 a 600 MHz, una via di mezzo tra i modelli adottati da Apple per l'iPhone 5 e per l'iPad 4. Le novità non finiscono qui: il SoC infatti integrerà anche i chip LTE Advanced modem, voLTE (voice over LTE), HD Voice, Bluetooth, GNSS (GPS + GLONASS), FM, WLAN, WiFi Direct, che consente a diversi dispositivi di connettersi direttamente tra loro senza necessità di un access point intermedio, Miracast, per il supporto allo streaming video su più schermi ed NFC per le micro transazioni e l'interazione con sistemi di informazione tipo digital signage (edicole digitali, biglietterie, cartellonistica pubblicitaria etc.).

Secondo ST-Ericsson si tratterà del processore per smartphone più veloce al mondo, in grado di determinare "una vera svolta nell'industria in termini di velocità, consumo energetico e prestazioni complessive". L'azienda non ha dichiarato quando queste soluzioni saranno disponibili sul mercato ma una prima versione con clock rate di 2.5 GHz dovrebbe essere adottata da diversi device verso la fine dell'anno.  

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy