Sony VAIO Tap 11: bello dentro e fuori!Sony ha smontato il VAIO Tap 11, al fine di mostrare le avanzate soluzioni ingegneristiche adottate per realizzare un tablet al tempo stesso leggero e compatto ma potente e versatile.

Video live per il teardown ufficiale del Sony VAIO Tap 11, effettuato dagli stessi tecnici nipponici e pubblicato sul proprio canale YouTube. A differenza delle guide realizzate da siti come iFixit in questo caso l'intento non è tanto quello di dare un voto alla facilità di smontaggio e manutenzione del device, quanto quello di mostrarne le soluzioni ingegneristiche che hanno consentito a Sony di realizzare un tablet potente e compatto al tempo stesso.

Sony VAIO Tap 11

Il VAIO Tap 11 è un tablet dotato di una tastiera fisica che svolge anche il compito di custodia protettiva, presentato a settembre e disponibile in vendita nel nostro Paese da ottobre, in un'unica versione, declinata in bianco o in nero. Il Sony VAIO Tap 11 è dotato di una bella scocca in lega di alluminio che presenta il tipico design OmniBalance, con display da 11.6 pollici Full HD di tipo TRILUMINOS, quindi con una luminanza elevata e un ampio spettro cromatico e tecnologia X-Reality, che gestisce il contrasto per adattarlo a ogni situazione. Presente anche un active digitizer N-Trig che consente di utilizzare uno stilo. Per il processore sono disponibili diverse soluzioni, dall'Intel Pentium 3650Y da 1.2 GHz al Core i3-4020Y da 1.5 GHz, fino al Core i5-4210Y da 1.5 GHz e all'i7-4610Y da 1.7 GHz. Alla CPU sono poi affiancati 4 GB di RAM e un'unità a stato solido da 128, 256 o 512 GB.

La dotazione è completata da una camera posteriore da 8 Mpixel con sensore Exmor RS, webcam anteriore da 1.3 Mpixel, slot per schede di memoria SD, uscita video HDMI, moduli WiFi ed NFC, sistema audio ClearAudio+ e batteria con un'autonomia massima superiore alle 8 ore. Il tablet inoltre è anche dotato di un supporto richiudibile posto sul retro della scocca e può essere connesso a una tastiera cover ultrasottile con tasti a isola e touchpad che può essere utilizzata autonomamente anche lontano dal tablet, a cui è infatti connessa tramite WiFi e non Bluetooth.

Lo smontaggio sembra abbastanza semplice: il pannello frontale infatti è unito al resto della scocca soltanto da pochissime viti standard e, una volta aperto, consente di sganciare il cavo ribbon che lo collega alla scheda madre. Anche la batteria è tenuta in posizione soltanto da alcune viti e può essere rimossa facilmente, sganciando il connettore elettrico. In generale comunque tutto, all'interno del VAIO Tap 11, è fissato da normali viti standard in numero non eccessivo e da cavi dotati di attacco e non saldati e può quindi essere rimosso con una certa facilità, anche tenendo conto del fatto che molta componentistica è su moduli separati e non è direttamente saldata sulla scheda principale.

Insomma, a differenza di prodotti come Microsoft Surface Pro 2, che recentemente hanno ottenuto votazioni molto negative dai colleghi di iFixit, i tablet Sony sembrano facili da disassemblare e manutenere pur essendo altrettanto compatti e leggeri, una qualità che gli utenti devono tener presente quando decidono per un acquisto e che dovrebbe anche far riflettere i competitor sulla reale possibilità di coniugare compattezza e attenzione alle esigenze dell'utente finale, anche al di là del periodo di garanzia.

Via: MiniMachines

Commenti