Home News Sony Online Entertainment piratato: altri 25 milioni di account a rischio

Sony Online Entertainment piratato: altri 25 milioni di account a rischio

Sony Online Entertainment piratato: altri 25000 account a rischioIl periodo nero per Sony continua: dopo Playstation Network, è lil turno di Sony Online Entertainment (SOE), vittima di un attacco informatico. L'azienda giapponese ha deciso di chiudere temporaneamente il servizio, che ospita alcuni MMORPG editi da Sony.

Quando si pensava che i problemi di Sony e di Playstation Network erano in via di risoluzione dopo la conferenza stampa di domenica scorso, un nuovo evento ha scosso l'azienda giapponese. Per lei le difficoltà non sono terminate. Nella giornata di ieri, il servizio Sony Online Entertainment (SOE) è stato sospeso in seguito alla scoperta di un nuovo attacco informatico, verificatosi (molto probabilmente) in contemporanea a quello di Playstation Network.

SOE

"Gli hacker avrebbero potuto violare il servizio, accedendo alle informazioni degli utenti di SOE, tra il 16 e il 17 aprile 2011", spiega un comunicato pubblicato questa mattina. 24.6 milioni è il numero degli altri utenti vittime del secondo hacking, oggi concretamente a rischio. Sony aggiunge che "secondo un database del 2007, sarebbero circa 12.700 le coordinate bancarie non americane rubate, così come i numeri di carte di credito e la loro data di scadenza (ma non i codici di sicurezza)".

Austria, Germania, Paesi Bassi e Spagna sarebbero, secondo Sony, i principali Paesi interessati. Nell'elenco dei dati potenzialmente diffusi ci sarebbero anche le password di tutti gli account. SOE, che ospita titoli come EverQuest 1 e 2, DC Universe Online o anche Champions of Norrath, è dunque offline al momento. Anche Station.com, la piattaforma di pagamento online associata ai MMO, mostra il comunicato Sony. Il 27 aprile scorso, Linda Carson, direttore della community SOE, aveva annunciato che i server del servizio con base a San Diego erano stati salvati dall'attacco di PSN. Oggi sappiamo che non è andata così.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy