Home News SmartDevices e Ramos su tablet con ARM Cortex A15

SmartDevices e Ramos su tablet con ARM Cortex A15

SmartDevices e Ramos su tablet con ARM Cortex A15Dopo mesi di latitanza, sembrerebbe che i processori ARM Cortex A15 stiano per invadere il mercato cinese con alcuni tablet Android. Le prime aziende che li adotteranno saranno Ramos e SmartDevices.

I potenti processori ARM Cortex A15 sono in grado di offrire prestazioni quasi simili a quelle che vi aspettereste da un processore low-voltage per PC, ma attualmente l'unico tablet che integra questi chip è il Nexus 10 di Google. Androidpc.es però ci informa che la situazione potrebbe cambiare presto, grazie all'arrivo dei primi modelli cinesi equipaggiati con la più recente tecnologia ARM. Stando alle loro indiscrezioni, Ramos e SmartDevices starebbero preparando il lancio di due nuovi tablet con sistema operativo Android, di cui possiamo oggi anticiparvi la scheda tecnica.

ARM Cortex A7

 

Come vi abbiamo rivelato qualche giorno fa, Ramos sta lavorando al suo Mini Pad X10 da 7.85 pollici (1024 x 768 pixel) ispirato ad iPad Mini, che integrerà un processore ATM7029 (Cortex A9) da 1.5GHz con grafica Vivante GC1000, 1GB di memoria RAM DDR3 e 8/16GB di memoria interna (espandibile con microSD), due fotocamere e Android 4.1 Jelly Bean. E' in programma, però, il lancio di un nuovo tablet con Samsung Exynos 5250 (lo stesso chip di Nexus 10) ma più economico del tablet di Google, considerando la fascia di prezzo dei tablet Ramos.

Passando invece a SmartDevices, la società ha promesso l'adozione di processori basati su core ARM Cortex A15, senza però specificarne il modello. Le prime ipotesi sembrano convergere verso il processore TI OMAP 5, in particolare OMAP 5430 o OMAP5432, considerando che SmartDevices ha una lunga e consolidata partnership con Texas Instruments per i suoi tablet SmartQ. I nuovi modelli saranno disponibili entro il secondo trimestre 2013, ma non sappiamo se il recente cambio di rotta di Texas Instruments (ricordate? Ha deciso di uscire dal mercato dei tablet), farà slittare il loro lancio. Se tutto fosse confermato, non escludiamo che i tablet SmartQ con OMAP 5 supporteranno Ubuntu e Android, grazie al lavoro di compatibilità offerto da TI.

Via: Liliputing

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy