Home News SecuTABLET: tablet Android, sicuro e costoso da Blackberry, IBM e Samsung

SecuTABLET: tablet Android, sicuro e costoso da Blackberry, IBM e Samsung

SecuTABLET: tablet Android, sicuro e costoso da Blackberry, IBM e SamsungBlackberry torna sul mercato dei tablet annunciando il suo SecuTABLET. Il dispositivo è progettato in collaborazione con Samsung e IBM ed avrà interessanti soluzioni per la sicurezza di aziende ed enti pubblici.

Il rapporto, a volte conflittuale, tra Samsung e Blackberry sembra migliorare visto che le due società hanno annunciato un importante accordo. In occasione del CeBIT 2015, SecuSmart - da luglio 2014 sotto il controllo di Blackberry - ha presentato SecuTABLET, un dispositivo appunto basato sul popolare Samsung Galaxy Tab S 10.5 e votato alla sicurezza. Il tablet quindi non ha nessuna relazione con la famiglia di BlackBerry PlayBook, ormai dismessa, ma rappresenta una variante del Galaxy Tab S da 10 pollici con un aggionamento software che lo renderà adatto a tutti coloro che gestiscono materiale sensibile.

Samsung Galaxy Tab S 10.5

SecuTABLET è attualmente in fase di certificazione per l'uso in Germania e, stando alle prime indiscrezioni, dovrebbe essere disponibile a breve in Europa ad un prezzo di 2200-2400 euro, quasi cinque volte il prezzo del Galaxy Tab S 10.5 "standard". Non ci aspettiamo sorprese nella configurazione tecnica del dispositivo: come il tablet Samsung anche quest'ultimo integrerà un display da 10.5 pollici (2560 x 1600 pixel) AMOLED, Samsung Exynos 5420, 3GB di memoria RAM, 16GB di storage espandibile con uno slot per microSD.

SecuTABLET si rivolge principalmente al mercato professionale, ma anche al grande pubblico. Supporterà i dispositivi Blackberry 10 e la SecuSUITE per comunicazioni voce e dati sicure, nonché nuovi livelli di sicurezza per applicazioni personali (come Facebook, YouTube, Twitter e WhatsApp) utilizzando il processo "wrapping" di IBM, che cripta la rete dati proveniente da tali applicazioni e aggiunge restrizioni sul modo in cui queste apps possano interagire con altri software sul tablet.

Dopo il "fallimento" del suo PlayBook, Blackberry aveva dichiarato che sarebbe rientrata nel mercato dei tablet solo portando qualcosa di nuovo. E' evidente che la società si è focalizzata sul tema della sicurezza, probabilmente con l'obiettivo di estendere SECUsmart a più dispositivi piuttosto che impegnarsi nella produzione di un nuovo terminale.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy