Home News Samsung PM1633a, un SSD da 16 TB

Samsung PM1633a, un SSD da 16 TB

Samsung PM1633a, un SSD da 16 TBSi chiama Samsung PM1633a ed è il drive SSD più capiente mai realizzato. Può archiviare fino a 16TB di dati grazie a memorie flash 3D NAND (V-NAND) a 256 Gigabit, sviluppate su 48 livelli impilati uno sull'altro con ogni singolo layer formato da celle MLC (multi-level cell) a 3 bit.

Fino a qualche anno fa era difficile, anzi impensabile, trovare dischi allo stato solido in grado di archiviare più di qualche centinaio di gigabyte di dati ma Samsung, che in questo settore è leader, ha sempre segnato il passo. E l'ultima soluzione ne è un esempio, visto che il nuovo SSD dell'azienda coreana può contenere fino a 16 terabyte.

Il drive Samsung PM1633a da 2.5 pollici è progettato per aziende ed utenti business-oriented e sarà probabilmente tra i più costosi mai realizzati (si parla di circa 5000 dollari al lancio), ma la tecnologia che caratterizza la sua memoria potrebbe aprire la strada in futuro ad unità più piccole ed anche più economiche. Il disco SSD di Samsung, infatti, può contenere circa il doppio dei dati di solito archiviati in hard disk più grandi da 2.5 pollici ed ovviamente in quasi tutti i drive SSD oggi sul mercato.

Samsung PM1633a

Ciò che rende diverso Samsung PM1633a da una classica unità allo stato solido sono le sue memorie flash 3D NAND (V-NAND) a 256 Gigabit, sviluppate su 48 livelli impilati uno sull'altro con ogni singolo layer formato da celle MLC (multi-level cell) a 3 bit, raddoppiando così la densità rispetto ai modelli precedenti. Questa tecnologia di storage è decisamente più conveniente: si calcola che le memorie Flash 3D NAND a 256 Gigabit siano 1000 volte più veloci delle memorie Flash NAND ed il 30% più efficienti delle V-NAND 128 Gigabit a 32 livelli (MLC a 32-bit).

Teniamo a precisare che Samsung non è l'unica azienda impegnata nello sviluppo di SSD ad alta capacità. Toshiba e SanDisk, recentemente, hanno annunciato di essere a buon punto nella produzione di memoria Flash a 256 Gigabit su 48 livelli e la nuova tecnologia 3D Xpoint di Intel e Micron potrebbe segnare una svolta nel settore. Ne riparleremo nel 2016, quando queste soluzioni entreranno sul mercato.

Via: Liliputing