RoboThespian e SociBot, robot per l'interazione socialeSi chiamano RoboThespian e SociBot e sono due androidi sviluppati nel Regno Unito e pensati per interagire con gli esseri umani per gli scopi più vari, dalla ricerca all'intrattenimento.

Confessiamolo, osservare RoboThespian cantare "Singing In The Rain" all'inizio del nostro video, più che portarci alla mente Gene Kelly ci ricorda forse una versione ancora più fredda di Alex, spietato protagonista di Arancia Meccanica e appassionato cantante di questo brano in una celeberrima sequenza del film. Non siamo dunque forse ancora del tutto pronti a provare simpatia ed empatia per un androide e l'idea di un futuro in cui non sia più possibile distinguere la macchina dall'uomo, come in Blade Runner, probabilmente ci inquieta un po', ma è innegabile che nel settore si stiano compiendo passi da gigante, come dimostrano appunto RoboThespian e SociBot, entrambi realizzati dalla britannica Engineered Arts e presenti all'ultima edizione del CeBIT.

Robothespian è sicuramente un robot ma riesce a suscitare simpatia

Il primo è un androide vero e proprio, dotato cioè anche di arti inferiori e superiori anche se non ancora capace di camminare. I suoi sviluppatori hanno cercato di fare in modo che possa interagire nella maniera più naturale possibile con gli esseri umani, a scopo di ricerca scientifica ma anche semplicemente per un utilizzo intrattenitivo (per chi potrà permettersene uno). RoboThespian infatti è capace di riconoscere sesso ed età dell'interlocutore per meglio adattarsi a chi ha difronte, sa appunto cantare, ballare e parlare ed è in grado di rispondere alla maggior parte delle domande che gli vengono poste, indipendentemente dalla lingua, mimando anche sentimenti basilari come rabbia, imbarazzo, allegria, risentimento e umorismo.

 Robothespian comunica tramite un grosso altoparlante posizionato sul petto ma anche tramite gli occhi

SociBot e SociBot mini ne costituiscono invece due varianti per così dire più economiche. La prima infatti è grossomodo simile a RoboThespian ma è soltanto un tronco con braccia e testa, mentre la versione mini non ha nemmeno gli arti superiori, per contenere ancora di più i costi. SociBot inoltre si distingue da RoboThespian anche per via del volto, una superficie sulla quale vengono proiettati dall'interno non solo volti di diverso tipo capaci di esprimere le emozioni che sta "provando" l'androide, in modo da ispirare nell'essere umano una maggior empatia naturale.

"La vita moderna è definita dal rapporto di amore-odio umano per le proprie creazioni tecnologiche. E' nella nostra natura di vedere vita, personalità e intenzionalità dove non ci sono. RoboThespian è una macchina simile a quella umana, un punto su una curva che inizia con l'automazione e finisce dove non possiamo più distinguerla dalla meccanica dei viventi", hanno spiegato gli sviluppatori. Il prezzo di RoboThespian non è noto, mentre sono necessari 17.000 euro per portarsi a casa SociBot o 11.000 euro per acquistare la versione mini dello stesso.

Le dimensioni di RoboThespian sono simili a quelle di un essere umano

Commenti