Home News Riparazione notebook: allarme truffa

Riparazione notebook: allarme truffa

Riparazione notebook: allarme truffaAltroconsumo ha realizzato una video-inchiesta sul comportamento, non sempre molto corretto, di alcuni centri di assistenza e riparazione per computer. Ecco cosa potrebbe succedere ad un utente poco esperto alle prese con la riparazione del suo notebook.

Grazie ad un'indagine effettuata da Altroconsumo, abbiamo l'opportunità di parlare dei centri di assistenza privati per PC, spesso al centro di polemiche sulla qualità del servizio e sulla condotta (non sempre onesta). Alcuni membri dell'associazione hanno volutamente messo "fuori uso" un notebook in loro possesso, staccando un modulo di memoria RAM dal suo slot, e consegnando il computer portatile "guasto" ad alcuni centri di riparazione tra Roma e Milano.

Sony VAIO P smontato

Per chi conosce l'anatomia di un notebook e per chi se ne intende, la riparazione di questo PC portatile può essere effettuata in pochi minuti per una cifra naturalmente proporzionata di pochi euro (circa 15 euro per la chiamata), ma nostro malgrado la risposta dei centri di assistenza italiani non è stata la stessa. I tecnici hanno "risolto il problema" per cifre comprese tra 150 euro e 396 euro, con una riparazione effettuata in 30 giorni su componenti integri come la scheda madre, il circuito di alimentazione etc etc.

Uno dei tecnici, però, consiglia al cliente di riportare il notebook tra un anno per la revisione del PC portatile: cambiare la pasta termica sulla CPU, pulire le ventole e le griglie di aerazione. Si tratta di un'informazione esatta, forse l'unica veramente corretta, ma ironia della sorte i nostri inviati (forse poco esperti in materia) ci ridono su, giudicando questa operazione superflua e tesa solo all'ennesimo furto. Chi conosce i notebook e ci lavora quotidianamente saprà che anche i computer portatili hanno bisogno di manutenzione, per evitare che guasti improvvisi compromettano il sistema. Teniamo a precisare che, nonostante il video non mostri esempi positivi, siamo certi che in Italia esistano centri di assitenza e riparazione corretti e professionali.

Vi consigliamo comunque, se siete in possesso di un notebook guasto ma ancora in garanzia, di rivolgervi al centro di assistenza dell'azienda madre usufruendo così di una riparazione gratuita. In caso contrario, prima di procedere con la risoluzione del problema, ricordate di richiedere sempre un preventivo di spesa. Se avete esperienze simili, vi invitiamo a lasciare il vostro commento.

Commenti (4) 

RSS dei commenti
Mandato a riparare in un centro di assistenza a Milano. Risultano da sostituire sia l'alimentazione interna (un circuito danneggiato) che l'alimentatore esterno. Quest'ultimo era stato provato al momento della consegna e funzionava, ma ora dicono che se viene collegato al pc non funziona; e anche quando il pc è sistemato, comunque l'alimentatore esterno continua a essere danneggiato.
Totale: 146,40 Euro. Con soli tre mesi di garanzia per la riparazione.
Cosa ne pensate?  
cinziaci

cinziaci

febbraio 12, 2014

Scusate, il modello di portatile l'avevo messo nel titolo, ma non compare: Toshiba Satellite L755. Ha tre anni.  
cinziaci

cinziaci

febbraio 12, 2014

L'alimentatore è originale? Perchè sono le case madri che li vendono a prezzi esagerati (mi ricordo un alimentatore di ricambio de hp a 75euro); inoltre teniamo presente che con i desktop intervenire era molto facile con i notebook lo è molto meno, diciamo che pochi si possono improvvisare tecnici per notebook; prova a vedere il sito ifixit e capirai che spesso si perde molto tempo per smontare il notebook e rimontarlo e quel tempo lo devi pagare.
Per capire il tuo caso, ti hanno sostituito l'aminetatore? cosa hanno sostituito nella riparazione? dovrebbe essere scritto tutto nel preventivo o fattura, come anche le ore impiegate per fare il lavoro; non ricordo male ma la garanzia per riparazioni è di 6 mesi ma non ne sono sicuro.  
riky1979

riky1979

febbraio 12, 2014

E' un problema ormai noto.

Purtroppo credo che la causa sia evidente a tutti: l'eccessiva tassazione da parte del nostro Stato su queste imprese.

I costi del lavoro e la tassazione sono aumentati a dismisura e quindi molti non possono fare altro che tirare avanti con questi trucchetti e sotterfugi... smilies/sad.gif  
Fabio71

Fabio71

agosto 22, 2015

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy