Test dell'ultrabook HP Envy 6HP Envy 6 è un computer portatile da primato: è uno dei primi ultrabook sul mercato nel formato 15,6 pollici e l'unico dotato di scheda video dedicata AMD. Un prodotto mainstream che sa unire qualità costruttiva e portabilità a una dotazione più completa e flessibile e a un prezzo più contenuto.


Il protagonista di questa recensione, HP Envy 6, ha inaugurato la categoria degli ultrabook mainstream da 15 pollici in Italia, con un prezzo assai aggressivo e un allestimento comunque competitivo e performante. Quando Intel ha lanciato gli ultrabook si proponeva di reinventare il portatile così come lo conosciamo, in modo da affrontare le nuove sfide poste dalla sempre crescente popolarità dei dispositivi ultramobile nel settore consumer ma anche in quello professionale. I clienti chiedono device che siano facili da trasportare e con una grande autonomia ma che al tempo stesso offrano una capacità di calcolo sufficiente non solo per il tempo libero ma anche per gli impegni lavorativi, in modo da essere sempre produttivi anche on-the-go.

I primi modelli di ultrabook però erano soluzioni premium, con design e materiali esclusivi ma anche con un prezzo superiore alla soglia psicologica dei 1000 euro che ne circoscriveva la diffusione all'interno di una ristretta nicchia di mercato. Per raggiungere, o almeno cercare di avvicinare l'ambizioso obiettivo di Intel di trasformare in ultrabook il 40% di tutti i computer portatili venduti era necessaria una svolta che avvicinasse il grande pubblico alla nuova categoria di prodotti.

HP Envy 6 è stato il primo ultrabook da 15 pollici in vendita in Italia

Questa svolta è rappresentata dagli ultrabook mainstream, fra i quali il nostro HP Envy 6 occupa come dicevamo un posto di spicco, perché nasce da un'analisi attenta delle richieste del mercato, soprattutto di quello europeo, dove dominano incontrastati i notebook da 15.6 pollici, dalle spiccate doti multimediali e dal costo inferiore ai 1000 euro.

Riuscire a proporre un device in grado di coniugare da un lato qualità costruttiva, materiali pregiati, misure contenute e prestazioni e dall'altro buone capacità multimediali – su tutte la presenza di una scheda video dedicata – e prezzi più accessibili, costituisce quindi una sfida tutt'altro che semplice e tuttavia si tratta di un risultato cruciale da conseguire per il successo degli ultrabook.

Il fondo dell'Envy 6 è di una vivace tinta rossa

HP Envy 6 supera in modo brillante questo ostacolo perché ha un prezzo ragionevole rispetto a quanto offre (899 euro è il costo di listino ma lo si può già reperire facilmente online a uno street price compreso tra gli 827 e gli 854 euro e con offerte promozionali che scendono addirittura a 699 euro), è uno dei primi ultrabook con diagonale di 15.6 pollici in luogo di quelle da 11 o 13 pollici a cui ci hanno abituato i modelli di prima generazione ed offre una dotazione multimediale senza compromessi, soprattutto grazie all'ottimo sistema audio ancora una volta firmato da Beats Audio e alla presenza di una scheda grafica dedicata AMD Radeon HD.

Profilo sinistro dell'ultrabook HP

Update: I lettori ci segnalano che HP Envy 6 è attualmente in vendita promozionale con prezzi di 699 euro e 799 euro in note catene dell'elettronica di consumo. Trovate maggiori informazioni al riguardo nei commenti a questa recensione.

  • Indietro
  • Avanti

Commenti