Audio

Il comparto audio è pilotato da una scheda Realtek ALC269, compatibile Intel High Definition Audio. Questo codec permette di avere una qualità di riproduzione e di registrazione di 98 db in gamma dinamica, supporta fino a 4 canali (2 canali stereo indipendenti) ed ha un amplificatore di classe D integrato che permette di ottenere fino a 2.3W per canale con altoparlanti con impedenza inferiore a 4 ohm. E’ presente anche un equalizzatore hardware a 5 bande, realizzato mediante l’utilizzo di diversi filtri passa-alto e passa-banda.

I due altoparlanti Altec Lansing sono certificati Dolby Digital 2.0 Home Theatre ed hanno prestazioni veramente interessanti se ricordiamo che si tratta pur sempre di un notebook.
Due uscite audio jack da 3.5mm permettono di collegare un impianto audio esterno mentre una porta in ingresso permette di acquisire audio con un dispositivo alternativo al microfono integrato.

Dettaglio del  design degli altoparlanti

La scheda audio permette due tipi di output S/PDIF: il primo combinato con le uscite audio jack e il secondo su HDMI. Qui entra in gioco il chip di base Nvidia GT216 della GT 240M che unifica il segnale audio proveniente dalla scheda Realtek all’output della scheda video. I formati supportati per l’S/PDIF sono 16,20 e 24 bit a 32kHz,44.1kHz,48kHz,88.2kHz,96k e 192kHz.

Scheda video e schermo

La scheda video utilizzata è la Nvidia GeForce GT 240M (N10P-GS) abbinata ad una memoria video dedicata DDR3 da 1 GB a 790 Mhz. Il processo produttivo è a 40nm ed è basata sul core GT216, derivato dalla serie GTX 200 per computer desktop. Tecnicamente si tratta di una versione con clock maggiorato dell’Nvidia GeForce GT 230M ed è caratterizzata da 48 stream processors, una frequenza di clock della GPU di 550 Mhz, TDP di 23W e un bus a 128 bit.

Nvidia GeForce GT 240M supporta le API DirectX 10.1 con Shader 4.1. Le tecnologie CUDA e PhysiX di Nvidia permettono di sfruttare questa scheda anche con simulazioni/elaborazioni o per incrementare ulteriormente il livello di realismo nelle applicazioni 3D.

Gpuz

Le prestazioni offerte sono di fascia medio-alta: rimane sul livello della diretta concorrente ATI Mobility Radeon HD 4650 e superiore alla vecchia GeForce 9700M GT. Titoli di gioco piuttosto recenti come Call Of Duty 6 girano senza particolari problemi e in alcuni ambiti si ha quasi la sensazione di raggiungere le prestazioni di una HD4670.

GPU Nvidia GeForce GT 240M

Con i driver video ufficiali sono stati segnalati casi di crash con alcuni giochi, in questi casi è necessario aggiornare ad un Nvidia Forceware più recente in quanto il supporto software per la GeForce GT 240M inizialmente era piuttosto immaturo.

Hannstar HSD160PHW1 è il modello di schermo montato sul nostro Asus M60J. Si tratta di un 16 pollici widescreen con risoluzione di 1366 x 768 pixel (HD Ready) e con un livello di luminosità stimato di 220 nits grazie all’utilizzo della retroilluminazione a LED. Il tempo di risposta è 8ms, ma con questo tipo di pannelli non è un dato significativo, più importante è sicuramente il rapporto di contrasto di 600:1 che permette di distinguere bene la maggior parte delle sfumature di colore.

Schermo

L’angolo di visuale di 90° orizzontale e 50° verticale è nella media dei pannelli per notebook e permette di avere immagini sufficientemente definite anche quando sono presenti più persone davanti allo schermo (per esempio quando si guarda un film). Alcune fonti parlavano dell’utilizzo della nuova interfaccia Display Port anche per il collegamento con il display interno (opzione proposta da Intel con la piattaforma Calpella) ma in realtà il pannello ha una tradizionale connessione digitale di tipo LVDS.  L’area di visualizzazione stimata è di circa 353.45 x 198.72 mm, leggermente superiore alla norma per uno schermo con diagonale da 16 pollici.

  • Indietro
  • Avanti

Commenti