Home Recensioni Recensione Acer Aspire 5920 Gemstone (Santa Rosa)

Recensione Acer Aspire 5920 Gemstone (Santa Rosa)

ImageRecensione del notebook Acer Aspire 5920, un bestseller di categoria consumer, nuovo nell'estetica, con l'inedito design Gemstone, e nella dotazione hardware, con i componenti della piattaforma Intel Santa Rosa e la scheda grafica DirectX 10 Nvidia GeForce 8600M GT.

Acquisto

Ho comprato il notebook oggetto di questa review, l'Acer Aspire 5920, il 6 giugno all’Unieuro per soli 1300€ con una stampante multifunzione HP dal valore di 60€ in omaggio. Il suddetto notebook si può trovare anche alla catena di ipermercati “Iper” allo stesso prezzo (escludendo le varie promozioni), ma se acquistato on-line si può risparmiare qualche euro.

Acer Aspire 5920

Attualmente il nuovo Acer Aspire “Gemstone” 5920, vanta il miglior rapporto prestazioni/prezzo che si possa avere su un notebook grazie alla componentistica di prim’ordine, merito soprattutto della nuova scheda grafica nVidia GeForce 8600M GT da 256MB che, accoppiata al processore Intel Core 2 Duo T7300 offre un’esperienza polivalente in tutti gli àmbiti applicativi. L’Acer Gemstone è basato sull’ultima piattaforma Centrino Duo “Santa Rosa”.

Contenuto della confezione

La confezione mi ha sorpreso perché è veramente molto piccola, a prima vista sembra la confezione di un notebook da 12". Il contenuto è il seguente:

  • Notebook
  • Batteria a 8 celle (4000 mAh)
  • Carica batteria
  • Cavo modem
  • Copritastiera (utile quando si chiude il notebook)
  • Documentazione
  • Disco originale Windows Anytime Upgrade
  • Manuale di garanzia

La prima cosa che lascia stupiti è l'assenza di ogni CD/DVD di recovery per il sistema, così come quello per i driver e le utility, ma si tratta di un'usanza che sta prendendo piede, anche presso altri produttori di notebook.

Specifiche Tecniche

  • Processore: Intel Core 2 Duo T7300 (2.00GHz, 4MB cache L2, FSB 800MHz)
  • Chipset: Intel 965PM , Intel ICH8
  • Memoria: 2048MB (2 x 1024MB) DDR2 SDRAM 667 Mhz
  • Hard Disk: SATA Toshiba 200GB 5400 rpm
  • Masterizzatore: DVD±R/RW Double Layer Optiarc 7530A DVD +8x8x/-8x6x, DL+4x/-4x, RAM 5x, DVD 8x, CD 24x16x24x, BUFFER 2 MB
  • Schermo: 15.4 pollici Glare Type, WXGA (1280 x 800 pixel), 8ms, 220 nits
  • Scheda video: NVIDIA GeForce 8600M GT 256MB di memoria dedicata
  • Sistema Audio: Scheda Intel High Definition Audio
  • Networking: Wi-Fi 802.11a/g/n, Bluetooth 2.0+EDR, Webcam 0.3Mpixel con due microfoni integrati, Modem 56 Kbps V.90, LAN Gigabit Ethernet 10/100/1000
  • Porte: 4 porte USB Versione 2.0, Firewire IEEE 1394, slot ExpressCard|54, porta VGA, uscita TV S-video, card reader 5 in 1 (MMC/SD/Memory Stick/MS pro/xD), Connettore RJ 11, Connettore RJ 45, Uscita cuffie (combinato S/PDIF), Ingresso microfono , Porta HDMI, Porta infrarossi CIR.
  • Tastiera: 89 tasti, Acer Media Touch Keys
  • Puntatore: Touch pad
  • Batteria: Ioni di litio (Li-Ion), capacità 8 celle
  • Dimensioni e peso: 36.4 cm (L), 27.0 cm (P), 4.3 cm (A)
  • Peso: 3.0 kg
  • Sistema Operativo: Microsoft Windows Vista Home Premium
  • Applicativi: Works 8.5,  Office 2007 Home and Student (trial)
  • Utilities: Acer Empowering Technology, Acer Arcade Deluxe, Acer Crystal Eye Webcam, NTI CD & DVD Maker
  • Garanzia del produttore: 12 mesi

Impressioni generali

L’Aspire 5920 è il primo tra i nuovi computer “Gemstone” di casa Acer: un team di designer della BMW ha disegnato un case con un look moderno e privo di spigoli. La qualità dei materiali è decisamente migliore rispetto ai vecchi Aspire. Il coperchio esterno ha linee tondeggianti ed è nero lucido con la scritta olografica “Acer” che lo valorizza particolarmente, ma, a scapito di tutto ciò, devo osservare che flette leggermente se premuto con forza. Per aprire il pannello LCD si utilizza l'incavo della webcam sollevandolo a mò di “maniglia” (ricordiamo che BMW disegna automobili).

Acer Aspire 5920, cover

Acer Aspire 5920, dettaglio

L’interno è di colore grigio chiaro ed ha una linea particolare che può piacere o meno. Osservandolo attentamente possiamo notare un'ottima qualità costruttiva e un assemblaggio preciso, tanto da non rilevare strani cedimenti della scocca intorno alla tastiera. Meno male! Le casse sono integrate al di sopra della keyboard e la percorrono in lunghezza da sinistra verso destra, mentre gli interruttori del Wi-Fi e del Bluetooth sono disposti lateralmente invece che sulla parte frontale dello chassis.

Tra lo schermo LCD ed il tasto di accensione c’è una “vena”, che si illumina di azzurro quando il notebook è collegato alla rete elettrica che con i vari LED dei tasti multimediali rende davvero un bell’effetto. Il peso, di 3 kg, rientra pienamente nella norma di questa fascia di notebook. Una nota positiva: per chiudere il PC portatile, basta una leggera pressione. Tutto un altro mondo rispetto ai vecchi Acer!

Processore

Il processore che monta la macchina è il Core 2 Duo T7300 (2Ghz, 4MB cache L2, 800Mhz FSB), l'ultima evoluzione dell'architettura Merom, già utilizzata dalle CPU della piattaforma precedente, Napa64, ma con un package differente e un FSB più basso. Il T7300 è parte integrante della piattaforma “Santa Rosa” che comprende processore, chipset (Intel 965, ICH8) e scheda Wireless (4965AGN).

Acer Aspire 5920, processore

La nuova piattaforma, grazie a dei miglioramenti nella gestione energetica, dovrebbe teoricamente prolungare la durata della batteria offrendo allo stesso tempo buone prestazioni, che si traducono in una maggiore capacità di calcolo, un aumento della durata della batteria e una più ampia copertura del segnale Wi-Fi. Il sistema operativo Windows Vista è stabile e reattivo e non genera particolari rallentamenti anche a pieno carico. Di default Acer installa l’utility ePower Management che dà la possibilità di gestire la frequenza massima a cui può arrivare il processore e allo stesso tempo le performance della scheda grafica in modo da ridurre al minimo i consumi quando non c’è bisogno di molta potenza di calcolo.

Temperature e Dissipazione

Ecco uno degli aspetti peggiori di questo Gemstone! Per carità il portatile non si è mai bloccato a causa del surriscaldamento, ma la ventola non sta mai ferma. Non compromette il comfort acustico perché non arriva certo a dare fastidio, girando quasi sempre al minimo, ma la cosa che fa storcere il naso è il calore che si percepisce sulla parte sinistra della scocca, in basso (dov’è situato l’hard disk), ma anche e soprattutto in alto (dove sono posizionate CPU e GPU).

Componenti

Mettendo alla frusta questi componenti, si raggiungono temperature molto alte, e appoggiando la mano si percepisce nettamente il calore (informazioni più dettagliate sulla temperatura potrete trovarle nella sezione Test).

  • Idle (con CPU e GPU downclockate) : CPU 45° - GPU 55° - HDD 40°
  • Carico medio-alto (2 ore di gioco, senza overclock) : CPU 75° - GPU 85° - HDD 50°
  • Full load (4 ore di gioco, GPU overclockata e CPU al max) : CPU 80°/85° - GPU 95° - HDD 55°/60°

 A mio modesto parere, questo problema è imputabile a 3 fattori:

  1. la scelta di una ventola abbastanza grande, ma con un pessimo disegno delle pale, che “fanno girare” poca aria;
  2. le dimensioni un po’ ristrette dell’heatpipe (il tubicino in rame che si vede in foto)
  3. la scocca esterna e la relativa griglia di aspirazione da cui entra l’aria “fredda” è troppo piccola e copre neanche il 20% della superficie della ventola. Sul mio vecchio acer 5685, con VGA 7600 Go, era almeno il doppio.

Interfacce

Questo notebook ha la particolarità di non avere porte nella parte posteriore, al contrario, la maggiorparte di esse sono concentrate sul lato sinistro. Il portatile può essere collegato ad un monitor esterno tramite l'uscita VGA classica, oppure tramite la nuovissima uscita HDMI, che permette il collegamento con monitor LCD o plasma ad alta definizione, sfruttando il segnale digitale. È presente anche una Firewire 1934, utile per videocamere o HDD esterni.

  • Lato sinistro: Porta VGA, Connettore rj-45, Connettore rj-11, 2 USB impilate, Porta HDMI, Uscita S-Video, un’altra USB, Porta firware 1394 e slot PC-CARD Express.

Acer Aspire 5920, lato sinistro

  • Lato destro: Masterizzatore DVD, Porta USB. Su questo lato è presente solo il cassettino del lettore/masterizzatore e una porta USB, molti si lamentano della vicinanza dei due, ma il motivo di tale stranezza è presto spiegato: nel modello di punta (per intenderci quello con HDDVD e processore T7500) oltre alla porta USB ci sono anche l'ingresso dell'antenna e del video in, quindi non si tratta di un errore di progettazione, e comunque il problema si ha solo inserendo delle chiavette USB larghe, io personalmente ci collego il mouse esterno e non ho nessun problema con lo sportellino.

    Sicuramente avrei preferito un bel lettore slot-in con caricamento diretto, quindi senza cassettino, però in quanto a solidità sembra ben fatto anche questo.

Acer Aspire 5920, lato destro

  • Lato posteriore: Posteriormente non troviamo nessuna porta, è presente solo l'attacco per collegare l'alimentatore. Nell'angolo in alto e sinistra sono situate le due griglie per l'uscita dell'aria calda dal dissipatore.

Acer Aspire 5920, lato posteriore

  • Lato frontale: Anteriormente, a sinistra, ci sono la porta ainfrarossi e il card reader che supporta MMC, SD, xD e Memory Stick Sony, oltre ovviamente tutte le mini/micro schede dei cellulari, tramite gli appositi adattatori. 

    In posizione centrale troviamo il jack per l'uscita audio / cuffie / spdif, l'entrata per il microfono, e un terzo per il collegamento con sistemi dolby 5.1 che fa anche da entrata line-in.

    Spostandoci a destra c’è la rotellina di regolazione dell'audio, a corsa infinita, quindi non si blocca a sinistra e destra, ma continua a girare. Personalmente la preferisco rispetto ai classici pulsanti audio +/-, e comunque l'audio si può alzare/abbassare premendo fn + freccia in alto o in basso.

Dettaglio delle porte

Audio

L’audio è uno dei punti di forza di questo gioiellino: è superlativo! Infatti è uno dei pochi portatili ad avere il sistema Dolby Home Theatre integrato, ed addirittura un piccolo subwoofer al di sotto dello chassis. L’audio può raggiungere un volume molto alto senza distorsioni, tale da rendere del tutto inutile l’aggiunta di casse esterne (anche se collegato ad un bell’impianto 5.1 fa la sua figura). Regolando l’equalizzatore e attivando l’SRS WOW dal MediaPlayer si ottiene davvero un ottimo effetto! Sicuramente è un passo avanti rispetto al passato, le casse sono buone e hanno un volume accettabile, il subwoofer inoltre dona un suono più corposo e non ci sono distorsioni neanche a massimo volume.

Utilizzando le cuffie l’audio è appena sopra la media ma niente di eclatante.

Video

Lo schermo è un pannello da 15.4” di diagonale in formato 16:10 alla risoluzione nativa di 1280x800. È di tipo lucido (Glossy, Acer lo chiama CrystalBrite e dichiara 200nits), quindi presenta alcuni problemi di riflesso facilmente risolvibili regolando l’inclinazione dello schermo. È ideale per vedere film e giocare, grazie al tempo di risposta di soli 8 ms, a patto però di non avere fonti luminose dietro di se, che potrebbero dar vita a fastidiosi riflessi. Come colori e contrasto è nella media. Buona anche la luminosità. L’unico inconveniente è dato dall’angolo di visione verticale che è un po’ scarso, mentre quello orizzontale è abbastanza buono.

Schermo

Angolo sinistro

Verticale

Colori

Angolo destro

Display

È presente una videocamera Crystal Eye da 0,3 Megapixel, di ottima qualità e che fornisce una buona fluidità di ripresa.

Webcam

Dispositivi di Input

Tastiera

La tastiera non è uno dei punti forti di questa macchina: sebbene i materiali utilizzati siano piacevoli al tatto, si prova un estremo senso di delusione nel notare che essa flette leggermente al centro, oltretutto può accadere che i tasti debbano essere spinti un po’ di più del necessario per funzionare. Per chi proviene da un desktop la disposizione del tasto “CANC” (posto in alto a destra) può far rimanere spiazzati ma dopo qualche ora di utilizzo ci si abitua perfettamente. Comunque in generale i tasti sono ben distanziati e la loro corsa è nella norma. Non è presente il tastierino numerico, abbastanza normale visto che di solito si trova solo sui 17''. La pressione dei tasti non è più rumorosa che sulle altre tastiere.

Tastiera dell'Acer Aspire 5920

Tastiera

Sono molto utili i tasti multifunzione posti ai due lati della tastiera: a sinistra abbiamo il pulsante per accendere la WLAN, il pulsante (configurabile) per accedere a Internet Explorer, il pulsante (anch’esso configurabile) per accedere a Windows Live Mail, il tasto per attivare il Bluetooth ed infine un tasto inutilizzato che nelle versioni predisposte attiva il TV-Turner.

Pulsanti rapidi

Luxpad

A destra ci sono i tasti a sfioramento multimediali, o LuxPad, tranne il primo che permette l’accesso ad Arcade Deluxe (una specie di mediacenter) sia a PC acceso sia spento; gli altri tasti (retroilluminati di azzurro) servono alle funzioni Play\Pausa, Stop, Rewind e Foreward; l’ultimo serve a far partire l’NTI, un software di masterizzazione preinstallato su tutti i notebook Acer.

Una cosa strana riguardo questo tasto è che “dovrebbe” essere retroilluminato di rosso, ma con i driver originali non c'è modo di farlo accendere, inoltre, sempre con i driver originali, non è possibile modificare il funzionamento di tali tasti.

I driver per Windows XP, invece, consentono di far accendere il tasto rosso, e di modificare l'impostazione dei tasti. Probabilmente il tutto si risolverà con l'uscita di una nuova release dei driver Synaptics.

Come da tradizione è presente il tasto con la "e" che permette l'accesso diretto alla suite Empowering Tecnology di Acer, la cui funzione è spiegata più avanti. Questo pulsante, così come i due precedenti di internet ed e-mail, può essere riconfigurato attraverso il programma Launch Manager.

Pulsante Acer Empowering

Touchpad

Non è niente di eccezionale: alcuni dicono che i tasti diano l’idea di un giocattolo, altri lamentano il fatto che, essendo a filo con il poggiapolsi, non è raro finire fuori dalla sua superficie con le dita. Utile una nuova funzionalità software in grado di riconoscere se il touchpad viene toccato per sbaglio con il palmo della mano mentre si scrive sulla tastiera.

Sotto di esso si trovano altri 3 tasti (sempre configurabili a piacere) che hanno le funzioni classiche destro e sinistro, e un pad a 4 direzioni.

Touchpad

Dispositivi di archiviazione

L’hard disk che equipaggia il nostro Acer è un Toshiba modello MK2035GSS con capacità di 200GB. Per quanto riguarda il regime di rotazione c’e un alone di mistero: Acer segnala sul suo sito che si tratta di un’unità a 5400 giri al minuto, così come viene rilevato dai principali tool di diagnostica tipo Everest, mentre guardando sul sito Toshiba, questo modello viene segnalato come unità a 4200 rpm.

C'è da dire che qualunque sia la velocità dei piattelli, è molto silenzioso e ha una buona velocità di trasferimento dati come potete vedere dal test con HDTune:

HDTune

È presente un'unità DVD di tipo Dual Layer, capace di scrivere praticamente su qualsiasi supporto a parte ovviamente HD-DVD e Blu-Ray Disc. Ha un buffer di 2MB e si rivela molto veloce nella masterizzazione. A corredo, Acer offre il programma NTI Cd Maker che permette di scrivere qualsiasi formato (dati, video, musica, misto).

Scheda grafica e Giochi 

Il chip grafico DirectX 10 Nvidia GeForce 8600M GT che monta l'Aspire 5920 Gemstone è il più potente che si possa trovare su un portatile, tuttavia la scarsa ottimizzazione dei videogiochi per quanto riguarda Windows Vista, limita le potenzialità di questa scheda grafica. Oblivion, ad esempio, alla risoluzione 1280x768, con bagliore, vsync, AA 2x attivati fa in media 15-20 fps. Il notebook durante una sessione di gioco scalda davvero molto nella parte sinistra, mentre nella parte destra è costantemente freddo. Questa scheda ha molti lati positivi, a partire dalla potenza di elaborazione e dalla possibilità di essere facilmente overclockata con margini molto alti (sono riuscito a spingerla fino a 612/465). 

Scheda video

Particolare della GPU

Personalmente finora ho provato pochi giochi, però tutti con i dettagli al massimo livello e con tutti i filtri abilitati. Devo dire che il 5920 non si ferma davanti a nulla: zero scatti e massima fluidità di gioco!

Comunque questi titoli funzionano bene: Oblivion, Doom 3, Quake 4, Half life 2, Fear, Pro evolution soccer 6,Test drive unlimited. Invece Far Cry mi dà dei problemi con la visualizzazione dell’acqua, Need for Speed Carbon e il Padrino non vanno.

C’è però da tenere conto che li ho provati tutti con Windows Vista, quindi con Windows XP sicuramente il framerate salirà e i giochi che ora non vanno dovrebbero andare senza problemi.

Test

SuperPi:

  • 1M= 24s
  • 2M= 57s
  • 4M= 2m 14s

Superpi

Windows Vista Performance:  4,7

  • Processore, calcoli al secondo:  4,9
  • RAM, operazioni di memoria al secondo:  4,8
  • Scheda Video, prestazioni desktop per Windows Aero: 4,8 (ForceWare 160)
  • Memoria Video, prestazioni grafica 3D per applicazioni business e giochi:  5,3
  • Disco rigido primario, velocità di trasferimento dati del disco: 4,7

Indice di Windows

Vediamo ora come si è comportato il nostro Gemstone con i vari 3DMark e PCmark05.

 Premessa: i driver della 8600M GT non sono ancora usciti, quelli con cui sono state fatte le prove sono driver modificati trovati qui e là sulla rete.

3dMark05:

3DMark05

3dMark06 (test effettuato in overclock):

3DMark06

PCMark05:

Image

Temperature dopo 3dMark05:

Image

Temperature dopo 3dMark06:

Image

Prestazioni Memoria in Lettura:

mem_Memoria, performance in lettura

Prestazioni Memoria in Scrittura:

Memoria, performance in scrittura

Prestazioni di Copia in Memoria:

Image

Latenza della Memoria:

Image

CPU PhotoWorxx:

Image

CPU Queen:

Image

CPU ZLib:

Image

Networking

La scheda Wireless di cui è dotato il portatile è la nuova Intel 4965AGN, che supporta lo standard “n”. Fin dal primo utilizzo si nota un ottimo salto di qualità rispetto alle schede wi-fi “g”: si riescono a captare numerose reti wireless anche ad una certa distanza. Questi miglioramenti sono frutto della tecnologia MIMO (Multiple In - Multiple Out), però va osservato che in questo caso le antenne presenti sono solo 2, mentre per una qualità ottimale del segnale dovrebbero essere 3. Nonostante ciò la connessione wireless mi sembra ottima.

Scheda di rete WiFi

Per chi preferisce ancora una soluzione di rete wired, c’è la Broadcom Netlink Gigabit Ethernet.

Il Bluetooth 2.0 integrato funziona bene e non dà nessun problema; l’ho testato con il mio Nokia N73 e funziona perfettamente.

Autonomia

L’autonomia non è delle migliori: impostando da ePower Management il profilo di massimo risparmio energetico si arriva a 130 minuti di autonomia. Un risultato poco soddisfacente in valore assoluto, ma nella media se si considera l’hardware che questa macchina ingloba. Non ho eseguito nessun test specifico con dei tool, però ho potuto testare l’autonomia in diverse situazioni.

1) Settando tutto al minimo (CPU, GPU, luminosità) e disattivando sia Wi-Fi che Bluetooth, ho lanciato emule, iTunes con delle canzoni e Media Player con un DVD, e l’ho lasciato andare, il PC è entrato in sospensione dopo 2 ore e 40 minuti, un risultato abbastanza buono, considerando che c’era ancora circa il 10% di carica e la CPU lavorava con un carico medio del 15-30%.

2) Con impostazioni medie, Wi-Fi e Bluetooth accesi, navigando su internet e lasciando iTunes attivo, si fatica a raggiungere le due ore, più o meno siamo su 1.50 minuti.

3)  Ho voluto provare poi a vedere come si comportava la batteria in condizioni estreme, lanciando una sessione di superPI unita al test AtiTool per la scheda video: risultato? Dopo 50 minuti il PC è entrato in ibernazione direttamente senza passare dalla sospensione (strano). Questa più o meno è la durata se si utilizza il portatile per giocare. In definitiva il mio giudizio è buono, perché non si può certo pretendere di avere una Porsche e fare i 15 Km al litro!

Sistema Operativo

Il sistema operativo dell’Acer 5920 è Windows Vista versione Home Premium. Sicuramente, appena acceso, la cosa che colpisce è l’enorme quantità di memoria RAM utilizzata (quasi 1GB), questo perché vengono caricati molti programmi (a mio avviso inutili).

Windows Vista

Desktop di Windows

Primo fra tutti Norton, presente in versione di prova, è stata la prima cosa che ho disinstallato, successivamente ho disabilitato l’UAC (controllo account utente), stufo dai continui messaggi e blocchi per le richieste.

Acer offre come in ogni suo PC la suite di utility Empowering Tecnology: essa comprende vari programmi e ora ve ne spiego il funzionamento:

Image

  • eNet: utility per la gestione delle connessione di rete, sia con che senza filo, è possibile salvare le varie configurazioni in vari profili (ad es. casa, ufficio e università)

  • ePower Management: utility per la gestione del risparmio energetico, permette di scegliere vari profili di alimentazione e di crearne di nuovi, si possono impostare il livello di luminosità del display, la velocità di processore e vga e permette di scegliere dopo quanti minuti mettere il PC in sospensione/ibernazione e disattivare l’HDD. Da qui in pratica si può scegliere se privilegiare la velocità o l’autonomia. Inoltre si possono gestire anche l’accensione/spegnimento di scheda Wi-Fi, scheda cablata, Bluetooth e Firewire

  • eAudio: utility che permette di settare vari profili con equalizzazioni ed effetti audio(gioco, musica, cinema)

  • eData: utility per la sicurezza dei dati, che permette di criptare i dati sensibili e di creare addirittura un drive di sicurezza all’interno dell’hard disk, in modo da poter essere sicuri che i dati non possano finire in cattive mani(ok a parte un hacker, al quale quasi nulla è impossibile ;P )

  • eRecovery: utility che permette di fare backup del sistema, ripristinare il PC allo stato di fabbrica e creare cd/dvd di recupero 

  • eSetting:utility che permette di visualizzare le informazioni base del proprio PC e che misura il tempo di accensione del PC.

 ATTENZIONE: appena potete fate subito il DVD di ripristino con le impostazioni di fabbrica, tornerà utile nel caso succeda qualche imprevisto con windows, oppure semplicemente per tornare alle impostazioni originarie.

Un consiglio che mi sento di dare è quello di togliere tutti i programmi inutili, anche se non sarà mai come avere il PC con un SO appena installato. Sicuramente una parte della colpa, riguardo alla mostruosa quantità di RAM utilizzata, è da imputare alle varie utility installate. Finora non ho ancora avuto problemi con i driver, ho collegato una ventina di periferiche diverse tra stampanti, scanner, fotocamere, schede di memoria, penne USB, hard disk esterni e iPod, e tutti sono stati riconosciuti velocemente e senza problemi. In generale Windows è veloce e permette di eseguire molte operazioni contemporaneamente senza interruzioni né rallentamenti. Dal momento in cui si preme il tasto di accensione, bastano appena 45 secondi e si può cominciare a lavorare tranquillamente

E Linux?

I fedeli del pinguino si staranno chiedendo: ma come va il notebook sotto Linux?

Questa è una bella domanda a cui vorrei rispondere. Al momento ascoltando le prove fatte da altri felici possessori dell'Acer Aspire 5920 Gemstone, la situazione non è molto rosea. A quanto pare la piattaforma Santa Rosa è troppo recente perché sia supportata in modo ottimale da Linux. Il LiveCD di Ubuntu, per esempio, non riesce a riconoscere correttamente l'hardware. L’unica versione che sembra girare pare essere la Fedora Core 6, si, avete capito bene, 6, non 7! E non chiedetemi il perché.

Io però uno sfizio me lo sono tolto e prendendo due piccioni con una fava mi sono messo su una bella distro di Open Suse 10.2 su una macchina virtuale. Risultato, perfetto.

Linux su Acer Aspire 5920

Ammetto però di non essermi dedicato all’installazione di tutti i driver corretti. Anche perché sono rari quelli per le versioni di Windows, figuriamoci quelli per Linux.

Conclusioni

Insomma una bella macchina, non lo si può mettere in dubbio. La cura che Acer ha dedicato a questo suo nuovo notebook è innegabile, soprattutto per il design curato da BMW.

Ma anche questa gemma, come ormai la maggior parte dei portatili presenti sul mercato, mostra piccole imperfezioni che le impediscono di “risplendere di luce propria". Parliamo innanzitutto delle ottimizzazioni software. In giro ormai non si fa altro che vedere macchine potentissime, equipaggiate con processori a 64 bit e Dual Core, tutte cose che solo una pochissima parte del software in commercio permette di sfruttare. l'Aspire 5920 ovviamente non fa eccezione. Sulla carta il notebook ha tutte le caratteristiche per  essere un vero e proprio desktop replacement, se non qualcosa di più. Speriamo che in futuro le software house si decidano a creare prodotti in grado di sfruttare al massimo il nuovo hardware.

Ma torniamo a noi. Il Gemstone è veramente un’ottima macchina, da felice possessore da più di una settimana, non posso che consigliarlo a tutti quelli che stanno cercando un computer con cui fare un po’ di tutto. Sento di sconsigliarlo a quelli che vanno molto in giro per lavoro e che magari hanno bisogno di un notebook più leggero e piccolo. Infatti il 5920 è abbastanza alto e con la batteria inserita pesa abbastanza (ci aggiriamo sui 3kg).

Il neo più grosso forse è la dissipazione del calore: dopo una sessione di gioco o un 3DMark, la parte in alto a sinistra del portatile è arroventata, senza esagerazioni ci si brucia. Ma sarà anche che nel momento in cui scrivo è estate e le temperature sono di circa 5-6 gradi sopra le medie stagionali.

Piccolo consiglio: volete far diventare questo portatile una vera bomba? Equipaggiatelo con un hard disk da 7200 giri! Non riesco neanche ad immaginare l’incremento prestazionale che ne avrebbe. Ho fatto la stessa cosa con il mio vecchio Acer Travelmate 800 e vi assicuro che in velocità di caricamento di Windows e nelle più comuni  operazioni sui file riuscivo a surclassare tutti i notebook di ultima generazione in commercio. Questo perché il collo di bottiglia causato dagli hard disk è secondo me il più grande controsenso dei portatili di oggi.

Aspetti positivi:

  • design
  • qualità assemblaggi
  • dotazione hardware invidiabile
  • propensione all’utilizzio multimediale
  • piattaforma Santa Rosa
  • prezzo

Aspetti negativi:

  • tastiera
  • dissipazione calore
  • durata non eccezionale della batteria
  • coperchio esterno delicato e superficie interna bianca sporchevole

Giudizio globale: Molto buono