Home News Qualcomm brilla con risultati record

Qualcomm brilla con risultati record

Qualcomm brilla con risultati recordAncora trionfi economici per Qualcomm, che ha pubblicato il suo report fiscale su base trimestrale: la società ha registrato 1,91 miliardi di dollari di profitti su un fatturato di 6 miliardi di dollari e col recente annuncio dei nuovi Snapdragon 600 e 800 il futuro si preannuncia roseo.

L'abbiamo già detto più volte: per il chipmaker californiano Qualcomm si tratta di un periodo d'oro. Grazie al costante aumento di richiesta di tablet e smartphone e alla sua posizione di leadership conquistata nel mercato dei System on a Chip ARM-based, l'azienda ha già conosciuto un ottimo 2012, che si è concluso fiscalmente nel migliore dei modi, come ci confermò l'ultimo report. Ora Qualcomm ha pubblicato le cifre del primo trimestre fiscale del 2013, che coincide in realtà con gli ultimi tre mesi del 2012, e i numeri sono ancora più impressionanti, una notizia certamente positiva per gli azionisti, poiché dischiude loro prospettive ancora migliori per il resto dell'anno rispetto a quanto previsto in precedenza.

Qualcomm risultati finanziati Q1 2013

Il fatturato infatti ha raggiunto la favolosa somma di 6.02 miliardi di dollari, che rappresenta un aumento di ben il 29 % rispetto allo stesso trimestre del precedente anno fiscale e un'ulteriore tendenza al rialzo di ben il 24 % anche rispetto all'ultimo trimestre 2012, che già era stato particolarmente positivo. Effettuando una comparazione su base annuale il risultato operativo del primo trimestre 2013 è salito del 35 %, portandosi a 2.09 miliardi dollari, mentre l'utile netto si è attestato a 1.91 miliardi dollari, ossia il 36 % in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Qualcomm individua la chiave di questo enorme successo economico nell'aumento delle spedizioni di chip MSM (Mobile Station Modem), ossia di quei chip che integrano anche moduli 3G/4G-LTE, il cui numero ha raggiunto i 182 milioni di unità, un numero che rappresenta una crescita del 17 % nelle spedizioni rispetto allo stesso trimestre del 2012 e che dovrebbe aver fatto vendere complessivamente un numero di device per ben 53.3 miliardi di dollari: Qualcomm infatti stima che siano stati venduti in questo periodo fiscale tra i 233 e i 237 milioni di dispositivi ultramobili dotati di chip Qualcomm, ciascuno con un prezzo medio di circa 224/230 dollari.

L'azienda infine ha comunicato che il 16 % dei propri ricavi sarà reinvestito nel reparto ricerca e sviluppo, con un aumento del 27 % anno su anno rispetto alle cifre stanziate nel 2012, mentre tra il 17 e il 18 % andranno in tasse. A seguito di questi forti guadagni, che dovrebbero continuare anche nel medio termine in quanto la domanda di tablet e smartphone resterà elevata, Qualcomm ha aumentato le sue entrate e le linee guida per gli utili per il 2013.

Gli azionisti si possono quindi attendere una crescita delle entrate compresa tra il 17 e il 27 % per questo anno fiscale, a seguito di un aumento previsto per le consegne di chip MSM che si dovrebbe attestare tra il 7 e il 14 %, anche perché la maggior parte dei chip prodotti dall’azienda californiana sono impiegati in molti prodotti Samsung e Apple, ossia i due maggiori protagonisti per quanto riguarda le vendite nel settore ultramobile.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy