ImageIn occasione del Mobility Summit 2008, Intel diffondealcuni dettagli tecnici dei processori Diamondville, che equipaggeranno i laprop low cost di Asus, Acer, HP, MSI ed altri, a partire da Giugno 2008.

Dopo aver svelato i primi dettagli tecnici dei processori Intel Silverthorne che andranno ad equipaggiare la Mobile Platform 2008 per i futuri subnotebook MID e UMPC, il chipmaker californiano rende note le specifiche dell'equivalente processore economico, conosciuto con il nome in codice Diamondville, che costituirà la base dei prossimi PC low-cost, sia laptop che desktop SFF (Small form Factor).

Motherboard Intel Shelton 08 con processore Diamondville
Motherboard Intel Shelton 08 con processore Diamondville
Come i processori Intel Silverthorne, anche le CPU Diamondville saranno single core, ma disporranno della tecnologia HyperThreading per garantire migliori performance con i software multithreaded. Si tratta del revival di una tecnologia assai risalente nel tempo, introdotta in ambito desktop con i processori Pentium 4, che ha suscitato non poche critiche fra gli operatori del settore, i quali rimproverano ad Intel di aver spacciato per nuova una architettura già vecchia.

Contro questa conclusione, però, deporrebbe il fatto che i processori Diamondville, insiame ai loro omologhi di fascia superiore Silverthorne, saranno fabbricati con processo a 45nm e useranno per la prima volta nella storia di Intel la tecnica di esecuzione in ordine. A differenza delle attuali CPU Intel, Diamondville eseguirà le istruzioni nell'ordine prestabilito dal programmatore. E' facile dedurre che questa scelta influirà negativamente sulle performance, a vantaggio dei consumi.

L'architettura single-core consentirà, comunque, di contenere i consumi ed i costi di questi processori, raggiungendo l'obiettivo di un TDP di appena 4W ed una dissipazione totalmente passiva. Le performance, invece, saranno alquanto sacrificate, avvicinandosi a quelle dei processori Pentium M (CPU per notebook single core risalenti al 2004).

Si conoscono i processor number delle due versioni single-core, 270 per i notebook e 230 per i desktop, ed alcune caratteristiche tecniche: FSB a 533MHz, 512KB di cache L2 e 1.6GHz di frequenza di clock. Essi saranno disponibili a partire da Maggio-Giugno 2008.
Secondo le prime indiscrezioni, a settembre Intel potrebbe introdurre anche una versione dual-core di Diamondville per desktop, sotto il nome di Celeron 300.

I processori Intel Diamondville faranno parte della piattaforma Intel Shelton 08, che sarà adottata sia nei laptop low-cost della prossima generazione (Acer, MSI, Asus Eee PC, Gigabyte), sia in desktop compatti SFF (Small Form Factor) simili al MacMini di Apple (la stessa casa di Cupertino è fra i PC vendor accreditati come possibili acquirenti di questa piattaforma).

Il costo di questi dispositivi dovrebbe aggirarsi, in media, intorno ai 250$ e si rivolgeranno prevalentemente ai mercati dei Paesi emergenti.

Commenti