Home News PC desktop in calo. Tutti vogliono i notebook

PC desktop in calo. Tutti vogliono i notebook

PC desktop in calo. Tutti vogliono i notebookLe principali società di analisi hanno rivelato qualche giorno fa le loro stime relative ai computer distribuiti nel mondo e nella zona EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa), mettendo in rilievo un calo significativo delle vendite.

Nonostante le cifre differiscano a seconda degli analisi, i risultati sono senza dubbio negativi, ma migliori del previsto. Anche se Gartner anticipo' una diminuzione delle vendite di PC pari al 9.8% su un anno, in realtà la flessione è solo del 5%. IDC, invece, che contava su -6.3% sul periodo ha anche constatato un decremento meno drammatico con un calo del 3.1%. Riassumendo, sarebbero stati venduti 68.1 milioni di computer nel mondo secondo Gartener , contro i 66.291 milioni per IDC che non tiene conto dei server x86.

HP Pavilion dv7

Sempre a livello mondiale, stando alle cifre di Gartner, Hewlett-Packard è alla guida della classifica aumentando sensibilmente la sua quota di mercato (PdM) che passa dal 18.1% del secondo trimestre 2008 a 19.6% del secondo trimestre 2009 con 13.371 milioni di unità smaltite. Dell si trova in seconda posizione con la più forte perdita di quote di mercato (-17%) a 13.6% nel secondo trimestre 2009 con 9.259 milioni di computer venduti contro 15.6% dell'anno prima. Senza sopresa, Acer si piazza alle sue spalle con 13.5% di quote di mercato (+34.2% su un anno) e 9.196 milioni di PC consegnati.

Lenovo conquista la quarta posizione con 8.4% di quote di mercato (+3.2%, 5.758 milioni) e Toshiba chiude il trimestre con il 5% di quote di mercato (+10%, 3.395 milioni). Le stime risultano simili a quelle effettuate da IDC, dove si nota tuttavia una divergenza su Dell e Acer. Noterete che negli Stati Uniti, Dell arriva al primo posto (26%, 26.3% PdM) seguito da HP (25.7%,  26%), Acer (12.6%, 14.2%), Apple (7.6%,  8.7%) e Toshiba (6.8%,  7.7%). L'intero settore subisce un ribasso del volume da 1.2% al 3%.

In zona EMEA, il calo delle vendite è più importante, stimato pari al 9.8% per IDC e 10.9% per Gartner. Su questo mercato Hewlett-Packard si piazza in testa alla classifica con rispettivamente (secondo IDC e Gartner) il  21.1% e il 21.2% di quote di mercato cioè una diminuzione dall'1.6% al 2.2% su un anno. Al posto di Dell, troviamo Acer con 20.5% e 20.6% di PdM (+15.1% e +17.8% su un anno), Dell con 10.2% e 10.5% di PdM (- 23.4% e -23.6% su un anno), Toshiba con 5.4% e 5.6% di PdM (- 19.1% a -19.7% su un anno) e infine Asus con 4.8% e 5.2% di PdM (- 22.1% a -26.2% su un anno).

Globalmente, le vendite di PC portatili con la loro crescita a 2 cifre ottengono risultati migliori dei PC desktop in Europa, ma sono soprattutto i netbook che sostengono le vendite. In particolar modo l'Europa centrale e l'Europa dell'Est sono toccate da un calo delle vendite pari al 30-40%. L'analista Ranjit Atwal di Gartner ritiene che il terzo trimestre registri una crollo delle vendite su un anno più forte di quello registrato nel secondo trimestre nella zona EMEA. Nonostante il periodo del rietro a scuola possa aiutare, l'aumento delle vendite potrebbe verificarsi solo nei mesi successivi, con un impatto positivo sul mercato ed una ripresa economica più salda.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy