Home News Oracle lascia OpenOffice alla community

Oracle lascia OpenOffice alla community

Oracle lascia OpenOffice alla communityOracle ha deciso di abbandonare l'aspetto commerciale della suite per l'ufficio OpenOffice. Il sito Web del progetto, OpenOffice.org, sarà messo in mano alla community trasformandosi così in "un progetto open-source basato soltato sulla community".

E' uno dei responsabili di Oracle, Edward Screven, a dare la notizia in un comunicato ufficiale: l'azienda "inizierà a lavorare immediatamente con i membri della community per proseguire il successo di OpenOffice" e continuerà a supportare gli standard come ODF, ma la società non ha più intenzione di ottenere un risultato commerciale. "Per l'ampio interesse dimostrato nelle applicazioni gratuite sulla produttività e per l'evoluzione rapida delle tecnologie informatiche, pensiamo che il progetto OpenOffice.org sarà meglio gestito da un'organizzazione concentrata sulla realizzazione di un servizio per tutti su una base non commerciale".

OpenOffice

Si tratta di un cambiamento senza precedenti nella storia di Oracle che ha acquisito l'anno scorso Sun Microsystems, per più di 7 miliardi di dollari. Oracle tenta di creare un accordo con la community open-source, destabilizzata dalle recenti dichiarazioni di Larry Ellison e del suo gruppo su tecnologie popolari come Java, OpenSolaris o MySQL. OpenOffice era un altro esempio, che aveva indotto la community open-source a sviluppare un nuovo software chiamato LibreOffice, utilizzato di default nelle nuove versioni di moltre distribuzioni GNU/Linux, come Ubuntu o OpenSUSE.

Un'altra causa possibile: Oracle non ha registrato il successo sperato nella vendita di licenze OpenOffice. CloudOffice, la versione cloud di OpenOffice recentemente annunciata da Oracle, potrebbe anche essere compromessa. Il futuro di OpenOffice LibreOffice non è ancora determinato e nè Oracle Document Foundation hanno rilasciato dichiarazioni.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy