Notebook con Intel Bay Trail da 200 dollariI notebook, ultrasottili e touch, con CPU Intel Bay Trail avranno un prezzo di partenza di 200 dollari. Con questa generazione di chip, i netbook scompariranno definitivamente per fare spazio a degli ultraportatili touch low-cost.


Attualmente, gli ASUS Vivobook S200 o X202E (e pochi altri) sono i notebook low-cost con Windows 8 e display touch più economici sul mercato, o comunque dei modelli che con un prezzo non superiore a 500 euro riescono a proporre una dotazione tecnica di buon livello. Intel però si è posto un nuovo obiettivo: abbassare i prezzi dei dispositivi con i prossimi processori Intel Atom (Bay Trail). L'informazione emerge nel corso di un'intervista al CEO dell'azienda di Santa Clara, Paul Otellini, che CNET ha pubblicato a questo indirizzo. Nell'articolo si legge con chiarezza che i notebook ultrasottili touch con chip Intel Atom Bay Trail potrebbero avere un costo di partenza di 200 dollari.

HP Envy X2 con dock

 

Come ben sappiamo, i chip low-voltage Intel Atom sono i processori più economici dell'offerta Intel, ma già in passato sono stati integrati in notebook low-cost. La prima CPU Atom è stata lanciata nel 2008 e divenne presto il processore di riferimento dei netbook. Recentemente, Intel si è concentrato su chip Intel Atom per tablet e smartphone (piuttosto che su CPU per notebook), ma entro la fine del 2013 l'azienda di Santa Clara lancerà la nuova piattaforma Bay Trail, con nuovi processori Intel Atom. Questi ultimi dovrebbero offrire il doppio delle prestazioni dei chip Clover Trail attualmente integrati in tablet e notebook ibridi, come HP Envy X2, con performance grafiche significativamente più elevate, pur contenendo i consumi e garantendo una lunga durata della batteria nei dispositivi mobile.

Anche se Intel non fissa i prezzi dei notebook, dei tablet e di qualsiasi altro computer realizzato dai produttori con i suoi chip, Otellini pensa che i futuri notebook potrebbero essere venduti a 200 dollari, dandoci anche una buona indicazione sul prezzo (poco elevato) dei processori Bay Trail. Dopo tutto, i produttori di dispositivi devono aggiungere al costo della CPU, anche quello della memoria, dell'hard disk, del display, del case e degli altri componenti, dell'assemblaggio, del confezionamento/imballaggio e della spedizione.

Considerando che le prestazioni dei prossimi Intel Atom saranno vicine a quelle di processori mainstream, Intel ha deciso di puntare sul prezzo per differenziarsi dai chip di fascia superiore, come gli imminenti Haswell. Questi ultimi, ovviamente, saranno più veloci e performanti dei Bay Trail, utilizzando molto meno energia rispetto ai chip precedenti. In altre parole, i processori Intel Haswell potranno essere integrati nei tablet, negli ultrabook e negli ultraportatili top di gamma lasciando la fascia entry-level ai nuovi Atom.

Google News
Le notizie e le recensioni di Notebook Italia sono anche su Google News. Seguici cliccando sulla stellina

Commenti