Home News Notebook CULV ancora sotto le attese

Notebook CULV ancora sotto le attese

Notebook CULV ancora sotto le atteseSembrerebbe che le vendite di notebook ultrasottili CULV restino ancora inferiori alle previsioni, nonostante le aziende producano sempre nuovi modelli appartenenti a questo segmento del mercato.

La scorsa estate, grandi nomi della tecnologia, come Acer, riconobbero che le consegne di PC portatili ultrasottili erano inferiori alle previsioni. Nonostante ciò, questa tendenza non preoccupava le aziende che spiegavano il fenomeno perchè dovuto alla crisi economica e al numero ancora limitato di modelli Thin&Light. Alcuni mesi più tardi, tuttavia, la situazione si è evoluta in positivo ma non abbastanza, tenendo conto degli ultimi risultati provenienti dai produttori di motherboard destinate ai computer portatili ultrasottili.

Asus UX50

Questi ultimi segnalano infatti che i notebook Thin&Light non rispondono sempre alle esigenze degli utenti e per questa ragione le loro vendite sono inferiori alle attese, nonostante crescano di trimestre in trimestre. Così HannStar Board, il primo produttore di schede madri per notebook ultrasottili, ha consegnato 10.000 unità nel primo trimestre dell'anno, 360.000 nel secondo e 510.000 nel terzo. Gli utenti comprano sempre più notebook CULV o AMD Yukon/ Congo , ma l'entusiasmo resta meno forte del previsto.

E' necessario ricordare che il posizionamento tariffario di questi laptop è abbastanza sconosciuto, almeno da parte del consumatore, mentre le aziende registrano grossi margini di guadagno rispetto ai netbook. Un notebook CULV costa infatti spesso più di un netbook, ma offre prestazioni poco superiori. Coloro che ricercano un computer portatile economico preferiscono acquistare o un netbook dalla spiccata autonomia e dalla bassa potenza, o un notebook classico entry-level (quando l'autonomia non è tra i parametri ricercati) con display più grande e maggiori prestazioni.

Alcune aziende preferiscono puntare sulle funzionalità e l'autonomia, senza abbassate i prezzi (come Asus), oppure proporre dispositivi a costi molto ridotti (come Acer), offrendo un ottimo rapporto prezzo/prestazioni. Infine, si ritiene che nell'intero 2009 dovrebbero essere venduti 6 milioni di notebook ultrasottili.