Home News Non fu Apple ad inventare iPod

Non fu Apple ad inventare iPod

Ipod non fu inventato da AppleApple ha ammesso pubblicamente di non aver "concepito" l'iPod. La paternità del progetto sarebbe dell'inventore inglese Kane Kramer. Uno slancio di generosità? No, semplicemente un'abile mossa per risparmiare milioni di dollari!

iPod, il riproduttore multimediale di Apple, è tra i dispositivi elettronici più venduti e noti della storia: lanciato dalla casa di Cupertino il 23 ottobre del 2001, ha raggiunto una popolarità tale da monopolizzare il mercato nel giro di pochi anni. Il 9 marzo del 2007 Apple ha annunciato il raggiungimento di un traguardo eccezionale, la vendita di 100 milioni di iPod, a conferma del suo successo planetario.

L'idea che sta alla base dell'iPod è sicuramente geniale, ed i progettisti di Apple dovrebbero andarne fieri. Ma la storia del music player digitale più venduto nel mondo cela dei risvolti di cui finora erano a conoscenza solo pochi: e se ad inventare l'iPod non fosse stata Apple?

Stando alle tardive dichiarazioni di Apple, le cose stanno proprio così! L'azienda della mela morsicata ha infatti confessato che l'idea originale è dell'inventore inglese, oggi cinquantaduenne, Kane Kramer.

Nel lontano 1979, Kramer escogitò un dispositivo, chiamato ufficialmente IXI, capace di riprodurre circa 3 minuti e mezzo di musica (il limite consentito dalla tecnologia dell'epoca), che permetteva di caricare i contenuti digitali tramite la linea telefonica. L'allora ventitreenne inventore inglese depositò il brevetto, ma non attirò mai l'attenzione di un finanziatore interessato a sponsorizzarlo. Nel 1988, quindi, Kramer decise di non rinnovare il brevetto a causa di problemi economici (la spesa sarebbe stata di 60.000 sterline), perdendo definitivamente fiducia nella sua visione, ed archiviando gli schizzi su fogli a quadretti, oggi disponibili al pubblico, dai quali possiamo notare l'incredibile somiglianza con gli attuali iPod.

iPod aka IXI nel disegno originale di Kramer

La vicenda continua inaspettatamente tanti anni dopo, quando l'iPod mieteva già i primi record di vendite: Kramer riceve una telefonata da una donna con "accento americano", mentre è impegnato a dipingere una scala. La misteriosa interlocutrice dice di chiamare da parte di Apple, annunciando di volergli riconoscere la paternità dell'invenzione. Kramer rimane sbigottito, ma non sa ancora che si tratta quasi di una "beffa". L'inventore inglese diventa infatti una pedina fondamentale per Apple nella causa contro Burts.com, una società che rivendica i diritti dell'iPod e chiede a Cupertino un indennizzo di milioni di dollari.

La strategia di Apple si rivela azzeccata, e dopo aver risparmiato una ingente somma, il colosso americano ringrazia Kramer, gli regala un iPod, e lo liquida rimborsandogli le spese per il viaggio e l'alloggio, lasciandolo con un palmo di naso ed un riconoscimento che, causa mancanza di brevetto, non potrà sfruttare a fini economici.

Si dice che il povero Kramer non si sia ancora dato per vinto, e sia in contatto con Apple per ricevere un giusto compenso, anche perché l'iPod regalatogli si sarebbe rotto dopo appena 8 mesi!
Ironicamente, questa storia è balzata agli onori della cronaca lo stesso giorno in cui si tiene l'evento "Let's Rock" di Apple, che fungerà da piattaforma di lancio per la presentazione della quarta generazione di lettori iPod.

Commenti (2) 

RSS dei commenti
no comment... :confused:
questa storia si commenta da sola  
0

tesla

settembre 09, 2008

che tristezza sta storia......  
0

thundersto

settembre 09, 2008

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy