Home News Netbook Vodafone: WebBook con Ubuntu 11.10

Netbook Vodafone: WebBook con Ubuntu 11.10

Netbook Vodafone: WebBook con Ubuntu 11.10 Si allarga l'offerta dei sistemi portatili dedicati alle popolazioni più svantaggiate. WebBook, dotato del sistema operativo Ubuntu, verrà diffuso in Sud Africa ad un prezzo particolarmente concorrenziale.

Vodacom, azienda del Sud Africa affiliata di Vodafone, ha iniziato una interessante promozione che vede protagonista WebBook, un netbook da 10 pollici caratterizzato da un prezzo di lancio particolarmente basso, sulla falsa riga di altri progetti che hanno riguardato le popolazioni più svantaggiate e di cui abbiamo parlato nelle scorse settimane. WebBook, predisposto per connessioni mobili a larga banda, è equipaggiato con il sistema operativo Ubuntu 11.10 Oneiric Ocelot e dispone di un processore Freescale i.MX51.

Vodafone Webbook

La dotazione di questo modello prevede, inoltre, memoria da 512 MB e uno storage interno di 4 GB. Chiaramente, dando un’occhiata alle specifiche tecniche, si intuisce che non si tratta di un netbook particolarmente performante ma essenziale per la navigazione internet, per la videoscrittura e per altre attività di base. D’altro canto lo scopo di WebBook non è quello di "mostrare i muscoli", ma piuttosto quello di consentire alle fasce di popolazione più povere, di accedere al web e di poter utilizzare strumenti informatici di base, soprattutto a livello scolastico durante il periodo formativo.

Considerando il solo netbook, privo di modem, bisogna prevedere un esborso di circa 190 dollari, costo che sale a 245 dollari nel caso si desideri la versione per connessioni a larga banda. La quota mensile del traffico dati prevista è di 100 MB. E' possibile inoltre acquistare WebBook tramite sottoscrizione di un contratto che prevede 23 dollari circa al mese per due anni e una quota di traffico dati di 500 MB al mese.

Ricordiamo che WebBook non è l’unico progetto a basso costo che utilizza sistemi operativi open source. Ad esempio, abbiamo parlato nelle scorse settimane del noto tablet indiano Aakash basato su Android e disponibile ad un prezzo irrisorio o il laptop Doel distribuito in Bangladesh e destinato all’informatizzazione di base su larga scala.

Via: Engadget

Commenti (1) 

RSS dei commenti
Spero per gli utenti del Sudafrica che il sito vodafone sia più leggero del nostro o altrimenti basta vederlo una volta al giorno (giusto per controllare il traffico e credito della sim) che si esauriscono i 500Mb!
Poi mi chiedo come sia possibile che qui da noi siano ormai in commercio netbook a 199euro (e non sono offerte ma ormai prezzi standard almeno sugli entrylevel) molto più performanti di quello (e pure con windows che fa pagare la licenza) proposto in sudafrica! Per essere minimamente appetibili e minimamente raggiungibile avrei visto meglio un prezzo di 99dollari e non 199dollari e inoltre solo wifi! Penso sia più facile installare nelle scuole o biblioteche o centri di governo locale degli impianti wifi per permettere una minima navigazione se si vuole offrire un accesso internet alle persone meno abienti! Mi pare invece sia un modo di riciclare materiale non vendilbile a prezzi di guadagno e con tariffe esose per persone che hanno ben altri problemi a cui pensare!
Per di più mi pare che ultimamente Vodafone non brilli molto per le offerte proposte, come cliente vodafone dal 1998 posso dire che all'inizio cambiavo tariffa quasi ogni anno in modo da avere la migliore soluzione ora mi tengo stretto la mia friends (4 numeri a 1cent) e affianco la sim vodafone ad altre sim.... diciamo a Totti e famiglia preferivo di gran lunga i tempi di Megan.  
riky1979

riky1979

ottobre 25, 2011

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy