Home News Netbook: vittime dei virus?

Netbook: vittime dei virus?

Netbook: vittime dei virus?Secondo diverse fonti, i netbook avrebbero maggiori probabilità di essere vittime di virus e hacker rispetto ai comuni computer portatili. Le cause principali sarebbero date dalle configurazioni poco efficienti e dall'assenza di un corredo software adeguato.

Dal loro lancio nel 2007 con il primo netbook Asus Eee PC, i mininotebook hanno fatto crescere la curiosità e l'interesse dei consumatori grazie al loro prezzo ridotto, alla compattezza e all'autonomia. Tutte le maggiori aziende del settore, o quasi, hanno moltiplicato il proprio fatturato nel 2008 grazie alle vendite dei netbook, i quali rappresentano oggi il 30% della distribuzione totale di computer portatili in Europa. Ma la qualità dei netbook espone questi dispositivi ad una maggiore vulnerabilità nei confronti di virus e hacker? La risposta è si, e ci sono diverse spiegazioni!

Asus Eee PC 900SD

I primi esemplari di netbook non avevano gli accorgimenti hardware e software di quelli attualmente in commercio, tanto che la gran parte degli utenti inesperti che ha acquistato questi dispositivi ha dovuto affrontare non solo problemi legati all'utilizzo, ma anche alla sicurezza e non ancora risolti. Ricordiamo che i netbook sono stati creati per navigare in Internet, con grandi rischi, soprattutto se il sistema è privo di un software antivirus installato. Il secondo aspetto è invece dato dal prezzo! Le aziende cercano di contenere i costi di produzione dei netbook, assegnando configurazioni inefficienti, ma suffienti per il lavoro d'ufficio, con una buona archiviazione di dati, memoria ed una piccola serie di software preinstallati, tra cui però manca un antivirus o un firewall.

Acer Aspire One

Alcuni esperti del settore ritengono che i problemi di sicurezza dei netbook potrebbero bloccare la crescita delle vendite dei mininotebook, capovolgendo i buoni risultati ottenuti nel 2008. Una delle migliori soluzioni sarebbe quella di acquistare un netbook con distribuzione Linux, meno esposte ad attacchi di virus rispetto ai sistemi Windows, o installare una distribuzione gratuita, ma al momento il 90% dei netbook venduti integra Windows XP e la gran parte degli utenti non sa installare ed utilizzare sistemi open source.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy