Home News Mr. Google inaugura il suo blog

Mr. Google inaugura il suo blog

Mr. Google inaugura il suo blog Uno dei fondatori del colosso Google, Serjei Brin, ha aperto il suo blog personale su Blogger; il primo messaggio riguarda una sua possibile predisposizione per il morbo di Parkinson, e gli studi della moglie, con la quale ha fondato 23andMe, società di ricerca genetica.

Sergej Mikhailovic Brin è conosciuto al mondo come co-fondatore della compagnia americana Google; nato a Mosca, ha lanciato il suo popolarissimo motore di ricerca assieme al suo compagno di studi dell'Università di Stanford, Larry Page, nel 1998. Oggi ha 35 anni, ed è uno degli uomini più ricchi del mondo, con un patrimonio che sfiora i 16 miliardi di dollari e lo rende tredicesimo nella classifica dei facoltosi americani (secondo Forbes).

Google Brin

Dopo anni di gloria, successo e denaro, Brin ha deciso di aprire il suo blog personale attraverso (naturalmente) il servizio di Google Blogger, "Too", inaugurandolo con una riflessione sulla malattia degenerativa del Parkinson, alla quale il miliardario statunitense potrebbe essere predisposto. Brin ha infatti fondato, con la moglie Anne Wojcicky, una compagnia privata dedicata agli studi di biotecnologia e genetica; secondo le analisi infatti, sarebbe stata riscontrata la presenza di una mutazione per il gene LRRK2 (dal cui nome deriva il titolo del post), G2019S, responsabile della predisposizione genetica al Parkinson. La madre di Brin, che soffre da tempo della malattia, ha condotto le stesse analisi risultando affetta dalla medesima mutazione genetica.

Non vi sono tuttavia ancora prove certe e concrete dell'ereditarietà del morbo di Parkinson, per cui Brin, ricco, giovane ed in ottima salute, ha annunciato che continuerà a finanziare la ricerca per poter aiutare la propria famiglia ed i milioni di persone che soffrono della malattia: "Mi sento fortunato ad essere in questa posizione. Prima che venga scoperta la fontana della giovinezza, tutti noi potremmo avere ad età avanzata dei mali, senza sapere quali possano essere. Io ho una supposizione fondata, a differenza di molti altri, su quale invece potrebbe essere la mia malattia, ed ho decine di anni per prepararmi ad essa."

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy