Home News Microsoft Windows 7 Pre-Beta al PDC 2008

Microsoft Windows 7 Pre-Beta al PDC 2008

Windows 7 PDC 2008E' ufficiale: Microsoft ha deciso di svelare ufficialmente la versione Pre-Beta del sistema operativo Windows 7, utilizzando il palcoscenico della "Professional Developers Conference 2008" di Los Angeles.

Il nuovo sistema operativo Windows 7 sarà ospite d'onore alla manifestazione "Professional Developers Conference 2008", che si terrà a Los Angeles tra circa un mese, dal 27 al 30 ottobre. Protagonista sarà la versione Pre-Beta di Windows 7, della quale verranno mostrate l'interfaccia e le principali funzionalità, con approfondimenti riguardanti il kernel, la gestione delle connettività, ed il supporto per l'hardware e dispositivi esterni.

Dopo una prima sessione condotta da Bob Muglia, Microsoft Senior Vice President della divisione Tools and Servers, ed il Chief Software Architect RayOzzie, incentrata sul Cloud Computing, Ozzie prenderà le redini della discussione su Windows 7 insieme a Steven Sinofsky, Senior Vice President di Microsoft e capo dello sviluppo del sistema operativo.

Windows 7 desktop

Infine Scott Guthrie e David Treadwell affiancheranno i "conduttori" dello show in uno sguardo approfondito sui miglioramento delle piattaforme Win32 e .NET. Ai membri del keynote verrà inoltre fornita una copia in visione; in più, come ha comunicato uno dei manager per il marketing Microsoft, Denise Begley, saranno organizzate 21 sessioni di analisi dettagliata del processo di sviluppo di Windows Seven. Il rilascio della versione Pre-Beta sembra una mossa tanto coraggiosa quanto fiduciosa: la reazione mediatica all'evento giocherà infatti un ruolo fondamentale sulla sensazione generale riguardante lo sviluppo del successore di Vista, considerato dal team di progettazione Microsoft l'asso nella manica per la risurrezione dell'azienda di Redmond.

D'altra parte MS continua a navigare in cattive acque, ed è obbligata a sveltire le operazioni per rilasciare al più presto un sostituto di Vista, che nonostante gli incredibili miglioramenti dell'ultimo periodo sarà probabilmente utilizzato come capro espiatorio per la rivoluzione di Windows 7. Come abbiamo già avuto modo di notare in precedenza, Windows 7 non sarà un sistema operativo completamente nuovo ma anzi, continuerà ad utilizzare la stessa tecnologia del kernel di Vista, aggiornato con il Service Pack 1, così come gli stessi drivers per i dispositivi hardware.

La prima uscita ufficiale di Windows 7 potrebbe anche aiutarci a capire quando verrà rilasciata la versione definitiva e a scoprire se veramente verranno eliminati software basilari come Windows Mail, Outlook Express e Movie Maker per sveltire il processo di sviluppo.