Home News Microsoft e Yahoo: unite contro Google

Microsoft e Yahoo: unite contro Google

Microsoft e Yahoo: unite contro GoogleFinalmente dopo mesi di discussione, i colossi Microsoft e Yahoo hanno annunciato ufficialmente nella giornata di ieri un accordo esclusivo nel settore della ricerca online e sulla pubblicità su internet.

Il gigante di Sunnyvale, un tempo leader sul web, ha visto nel corso del tempo perdere sempre più terreno, spingendolo così ad accogliere sulla sua rete il nuovo motore di ricerca Bing, recentemente rivelato dall'azienda di Redmond. In un comunicato ufficiale, Carol Bartz, Presidente di Yahoo, spiega che quest'accordo si rivela particolarmente vantaggioso “per la società, ma anche per gli utenti e per l'intero settore".

Microsoft e Yahoo firmano il contratto

La migrazione del motore di ricerca Microsoft dovrebbe essere portata a termine entro 24 mesi, permettendo a Yahoo di risparmiare ogni anno un costo totale di 700 milioni di dollari per un vantaggio annuale di circa 275 milioni di dollari. L' accordo tra le due società è stato firmato per una durata di dieci anni durante i quali Microsoft potrà integrare le tecnologie di Yahoo per la ricerca su Internet nell'ambito dei suoi servizi web. D'altra parte, Bing diventerà il motore di ricerca predefinito sul portale di Yahoo!

La società californiana concentrerà i suoi sforzi sulle strategie di marketing e di link sponsorizzati, e sarà impegnata nella gestione degli annunci tramite la piattaforma Microsoft Ad Center. Tuttavia, le società conserveranno ciascuna i propri dipartimenti di pubblicità. Yahoo! continuerà comunque ad investire nel settore della ricerca su Internet ma con risultati sul motore di ricerca di Microsoft. A questo riguardo, Yahoo! spiegava recentemente che la società desiderava orientarsi verso una ricerca molto più multimediale annunciando “la fine dei 10 link blu". Ricordiamo a questo riguardo, il progetto Yahoo! Glue.

Microsoft, invece, trasferirà a Yahoo! una parte del fatturato generato attraverso il motore di ricerca sul portale di Yahoo! ed i suoi siti Internet affiliati. Microsoft trasferirà anche una somma per i costi generati dall' acquisizione di traffico Internet fino all'88% dei redditi stessi generati nei siti sotto la responsabilità di Yahoo! per una durata di cinque anni. Per quanto riguarda invece i dati privati, Yahoo precisa che saranno condivisi dalle due parti solo i dati necessari al funzionamento regolare del motore di ricerca, sottolineando così che le informazioni a carattere riservato rimarrano private. Oltretutto l'accordo riguarda soltanto il settore della ricerca su Internet.

Ogni parte continuerà ad utilizzare i suoi vari servizi di messaggistica istantanea, annunci pubblicitari o di posta elettronica. Non sappiamo al momento se le autorità dell'Antitrust americano ed europeo approveranno questa alleanza. Alcuni mesi fa, quando Yahoo e Google sembravano vicine ad una partnership, il dipartimento di giustizia bloccò l'operazione di fusione, perchè violava le leggi sulla concorrenza.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy