Home News Microsoft chiude Windows Live Messenger

Microsoft chiude Windows Live Messenger

Microsoft chiude Windows Live Messenger Dopo alcuni rumors circolati ieri, Microsoft conferma l'intenzione di voler chiudere il servizio Windows Live Messenger per concentrarsi su Skype.

Nella giornata di ieri, sono circolate alcune indiscrezioni sulla possibile fusione ad opera di Microsoft di due software di messaggistica istantanea: Windows Live Messenger e Skype, acquisito da Redmond per 8.5 miliardi nel 2011. Sul blog ufficiale, la società ha oggi confermato queste dichiarazioni. "Il nostro obiettivo è quello di implementare le migliori esperienze di comunicazione per tutti, ovunque", dice il team di Skype, aggiungendo che "chiuderemo Windows Live Messenger in tutti i Paesi del mondo nel primo trimestre 2013". Il software, introdotto nel 1999, sarà disponibile in Cina.

Skype

Brian Hall, General Manager della divisione Windows Live, ha invitato gli utenti a scaricare l'ultima versione di Skype, autenticare il proprio account Microsoft, al fine di recuperare i contatti di Windows Live. Hall ha anche dichiarato che Skype è più potente di Windows Live e garantirà una migliore integrazione all'interno di Outlook, ma non ha voluto specificare la futura interoperabilità del programma. Dal 2006, Windows Live Messenger offre compatibilità con Yahoo Messenger. Sarà ancora così?

Al momento, Skype non possiede la funzione di "aggiunta di contatti" diversi da quelli storicamente legati al suo network. Nei prossimi mesi, Microsoft rilascerà degli aggiornamenti che renderanno meno traumatica la migrazione, per chi ancora oggi ogni mattina si logga al proprio account di Messenger.