Home News Microsoft: buoni risultati trimestrali grazie a Windows 7

Microsoft: buoni risultati trimestrali grazie a Windows 7

Microsoft: buoni risultati trimestrali grazie a Windows 7Microsoft rivela i risultati relativi al primo trimestre 2010. Alla luce delle cifre pubblicate, possiamo affermare che il gigante del software riesce anche nel 2010 a mantenere ottime performance, grazie alla vendita di Windows 7.

L'azienda di Redmond ha registrato nel primo trimestre 2010 un fatturato di 14.5 miliardi di dollari, cioè un aumento del 6% su un anno ed un utile netto di 4.01 miliardi di dollari (+35%). Non vi sono dunque preoccupazioni sulla "salute" di Microsoft che deve molto al suo nuovo sistema operativo Windows 7, un vero motore di crescita secondo Peter Klein, responsabile finanziario della società. Il fatturato generato dalle vendite dei sistemi operativi Windows infatti è aumentato del 28% su un anno, grazie alla crescente domanda di licenze Windows 7.

Windows 7

Nel mese di marzo 2010, Windows Seven ha superato la soglia simbolica del 10% di quote di mercato e 5.5 milioni di licenze di questo OS sono state già smaltite in Italia. Windows 7 è stato adotatto più rapidamente di qualsiasi altro sistema operativo made in Microsoft, e sembrerebbe che sia propria la versione a 64bit di Windows 7 a riscuotere maggior successo. Questa release è ad esempio necessaria se l'utente vorrà sfruttare interamente 4GB di memoria RAM o più.

Da molti mesi ormai, la gran parte delle configurazioni per notebook integra 4GB di memoria RAM, da cui deriva la necessità ed il desiderio da parte del consumatore di utilizzare un sistema capace di supportare queste specifiche tecniche. Inoltre, le applicazioni a 32bit sono compatibili con Windows 7 a 64bit. Secondo l'Istituto di analisi ChangeBASE, più della metà delle aziende che intende migrare a Windows 7 nel corso dei prossimi 12 mesi dichiara senza alcuna sorpresa di voler scegliere una edizione a 64bit. Per informazione, il bilancio di Microsoft dedicato alla Ricerca&Sviluppo è stabile a 2.22 miliardi di dollari.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy