Medal of Honor: lancio tra le polemicheArriva sul mercato italiano il tanto atteso Medal of Honor, l'ultimo titolo di Electronic Arts, ambientato in Afganistan. Il lancio è stato accolto da aspre polemiche e critiche, che ne chiedono il ritiro.

Il popolo dei gamers è in trepidazione. Da qualche ora i negozi hanno messo a listino uno dei videogiochi più chicchierati del momento, Medal of Honor. Il titolo realizzato da Electronic Arts ha sollevato dure polemiche sul tema e sull'ambientazione del gioco. La serie Medal of Honor è dedicata a giochi di guerra ma, a differenza dei capitoli precedenti ambientati durante la seconda guerra mondiale, l'ultimo episodio ha come location l'Afganistan ed esattamente il terriotorio compreso tra Kabul e il Pakistan.

Medal of Honor

Il gioco rappresenta, in modo alquanto realistico e familiare, la guerra in Afganistan offrendo all'utente la possibilità di giocare e partecipare al videogame come militare dell'esercito americano o del popolo talebano, rinominato in Medal of Honor "forza di opposizione". Le polemiche e le critiche però non hanno risparmiato l'ultimo titolo EA, soprattutto per l'indifferenza della software house, che non ha tenuto conto delle ultime vicende (soprattutto italiane) al fronte.

I commenti più aspri sono partiti da alcuni politici italiani, che hanno chiesto presso le Autorità competenti il ritiro del videogioco dai negozi di tutta Italia. Questa richiesta va a sostenere l'intervento del ministro della difesa in Inghilterra, Liam Fox, il quale ha espresso le stesse perplessità già dallo scorso agosto.

Commenti