Home News MacBook Air va a scuola. Macbook bianco in pensione

MacBook Air va a scuola. Macbook bianco in pensione

MacBook Air alla scuola. Macbook bianco in pensioneGiunge ufficialmente alla fine del suo ciclo vitale Apple MacBook con scocca in policarbonato bianco, che aveva del resto subito già la concorrenza interna del MacBook Air, la cui versione base aveva lo stesso costo. Proprio un nuovo allestimento dello stesso tra l'altro andrà ora a sostituire il defunto MacBook nell'ambito delle proposte scolastiche dell'azienda di Cupertino.

Dopo anni di gloriosa attività, il notebook Apple MacBook bianco va in pensione. Introdotto per la prima volta nel 2006, quando Apple stava effettuando la transizione dai processori PowerPC a quelli Intel, è rimasto in servizio per ben 6 anni e nel cuore di tutti gli appassionati dei prodotti della Mela morsicata, che ricordano con piacere l'epoca dei portatili bianchi o neri, prima dell'avvento dei MacBook Pro e Macbook Air con scocca in alluminio.

Del resto già nel 2010 il MacBook bianco, che era rimasto come device entry level, vero punto d'accesso economico ai notebook Apple, aveva dovuto subire la concorrenza interna del più appetibile MacBook Air da 11.6 pollici, togliendo progressivamente visibilità al vecchio MacBook, che aveva lo stesso prezzo ma offriva meno. Da oggi quindi Apple ha comunicato ufficialmente che questo modello non è più disponibile sul mercato ed ha raggiunto il suo pensionamento, per cui non sarà più prodotto.

Apple MacBook Air 11

Il notebook, ancora venduto in ambito educativo, sarà ora sostituito da una versione ad hoc dell'attuale MacBook Air da 13 pollici, che però sarà equipaggiata come la versione da 11 pollici e proposto sempre a 999 dollari, come il precedente MacBook bianco. All'interno di questa versione del MacBook Air destinata alle scuole troveremo quindi un dual core Intel Core i5 con frequenza di 1.6 GHz, 2 GB di memoria RAM DDR3 e un SSD da 64 GB. Per quanto riguarda il prezzo Apple proporrà più specificamente questa soluzione al costo di 4995 dollari per cinque unità, oppure al costo di 11.399 dollari per 10 unità dotate di laptop cart (sostegni mobili di appoggio) o 21.599 dollari per 20 unità dotate di una base wireless AirPort Extreme.

Tutto questo del resto rientra in una più ampia manovra di riorganizzazione dei notebook, come anticipato qualche giorno fa. Durante questo 2012 infatti gli attuali MacBook Pro potrebbero ricevere un sostanziale refresh che li vedrebbe diventare sottili quanto i MacBook Air.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy