Home News LumiPocket, stampante DLP 3D tascabile

LumiPocket, stampante DLP 3D tascabile

LumiPocket, stampante DLP 3D tascabileSi parla molto di stampanti 3D ma per il momento i produttori si sono concentrati soprattutto su versioni più adatte alle grandi aziende, trascurando così modellisti o professionisti che avrebbero bisogno di un dispositivo molto più piccolo e possibilmente poco costoso. Ora però c'è LumiPocket, una startup tutta italiana, che propone una stampante 3D compatta ed economica.

Un progetto interessante, e tutto italiano, è emerso da IndieGoGo, si tratta di LumiPocket, azienda che aveva già in passato realizzato la mini stampante pieghevole 3D LumiFold e che oggi propone l'omonima LumiPocket, una DLP 3D compatta ed economica ma che consente di lavorare oggetti con dimensioni massime fino a 100 x 100 mm con un elevato livello di dettaglio.

Lumipocket

Finora infatti i produttori di stampanti basate su questa tecnologia che promette di rivoluzionare il mondo dell'industria si sono concentrati proprio su quest'ultimo, mettendo a punto macchine enormi e costosissime, che consentono di stampare anche un'automobile o tutte le parti di un motore, tagliando però fuori tutti gli hobbisti o professionisti che creano oggetti molto più piccoli e sarebbero comunque interessati a una stampante 3D.

Con LumiPocket invece sarà possibile creare modelli per gioielli oppure oggetti finiti di qualsiasi tipo, entro le dimensioni già dette, spendendo davvero poco: i primi 20 sottoscrittori infatti potranno acquistarne un esemplare preassemblato a 379 dollari, dopodiché il prezzo passerà a 399 dollari, oppure si potrà acquistare la versione disassemblata, sempre a 379 dollari. Chi vorrà invece una stampante personalizzata, ad esempio col proprio nome o il logo aziendale stampato sul corpo macchina dovrà spendere 429 dollari.

LumiPocket è una stampante DLP (Direct Laser Print), che utilizza cioè un proiettore di luce ultravioletta per lavorare resine sensibili alla luce. Queste ultime (LumiPocket può utilizzare diversi materiali) si induriscono quando illuminate dai raggi UV e così la stampante da forma all'oggetto, strato dopo strato. LumiPocket può raggiungere anche un incredibile livello di dettaglio, potendo lavorare sia sull'asse Z che Y a una risoluzione minima di 50/100 micron. La campagna a sottoscrizione è stata lanciata a inizio mese e finirà il prossimo 18 novembre. L'obiettivo è di 50.000 dollari e finora ne sono stati raccolti 14.803 dollari.

Via: 3DPrint

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy