Home News Primi benchmark per il SoC octa-core LG Odin

Primi benchmark per il SoC octa-core LG Odin

Primi benchmark per il SoC octa-core LG OdinSono apparsi online i primi risultati del nuovo SoC octa-core LG Odin, che dovrebbe equipaggiare il prossimo LG G3. Dagli score si può dedurre che si tratta di una soluzione di tipo ARM big.LITTLE che cioè sfrutta solo quattro core (ad alte prestazioni e ad alta efficienza) alla volta.

LG Odin, il SoC octa-core che l'azienda coreana sta sviluppando in casa, seguendo l'esempio di Apple e Samsung, ha fatto la sua comparsa in Rete, nei risultati del test AnTuTu. Gli score sono buoni ma non alla pari con quelli fatti segnare ad esempio dal Qualcomm Snapdragon 800. I punteggi sono sullo stesso livello di quelli conseguiti dal Samsung Exynos 5410 ma inferiori a quelli del più recente Exynos 5420, cosa che fa pensare che anche Odin non sia un vero octa-core ma un "doppio quad core", su architettura ARM big.LITTLE, con i due processori cioè che lavorano separatamente a seconda della tipologia del workflow.

LG Odin

C'è però anche da tenere presente che quello testato è ancora un esemplare di preproduzione, che lavora a una frequenza massima di appena 1 GHz, molto inferiore dunque a quella dei vari SoC a cui è stato paragonato, che possono vantare clock rate più elevati. In quest'ottica i risultati sono incoraggianti, soprattutto se si pensa che, secondo alcune fonti, la versione definitiva di Odin potrebbe raggiungere persino i 2.2 GHz. Il processore inoltre sarà abbinato a una GPU PowerVR di sesta generazione, la stessa utilizzata dal SoC Apple A7, in grado di garantire performance elevatissime.

Insomma anche se per l'ennesima volta non si dovesse trattare di un "vero" octa-core, dotato cioè di otto core che possono lavorare tutti assieme, come potrà invece fare ad esempio il MediaTek MT6592, LG Odin potrebbe comunque rivelarsi una soluzione in grado di garantire ai futuri terminali LG la giusta competitività per scontrarsi ad armi pari con dominatori del mercato come Apple e Samsung, soprattutto se inserito all'interno di un device con diversi motivi di interesse, come si annuncia il G3, che dovrebbe ad esempio avere addirittura un display con risoluzione 2K, anche se nei test di AnTuTu apparsi sul Web al momento ha un semplice schermo Full HD.

Via: PhoneArena

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy