Home News Lenovo Yoga 900, 900s e IdeaPad 710, nuovo BIOS per Linux

Lenovo Yoga 900, 900s e IdeaPad 710, nuovo BIOS per Linux

Lenovo Yoga 900, 900s e IdeaPad 710, nuovo BIOS per LinuxDopo le proteste di alcuni utenti, Lenovo ha deciso di rilasciare un nuovo BIOS per i Lenovo Yoga 900, 900s e IdeaPad 710, che permetterà di installare qualsiasi distribuzione Linux. Ma ne vale davvero la pena?

Alcuni forum di discussione ospitano aspre critiche nei confronti di Lenovo da alcuni mesi e, per la precisione, da quando alcuni utenti hanno scoperto che i Lenovo Yoga 900, 900s e IdeaPad 710 sono stati configurati dalla società cinese per supportare solo Windows e bloccare qualsiasi altra distribuzione Linux-based. Non è chiaro perché Lenovo abbia fatto questa scelta: qualcuno sostiene che l'azienda sia contro il software libero, mentre altri sottolineano che "l'incompatibilità" deriverebbe dalla mancanza di determinati driver Linux per la configurazione dello storage.

Noi la pensiamo un po' diversamente: Lenovo ha sempre supportato il software libero, tanto che c'è una lunga lista di notebook certificati, ma l'assenza di questi modelli dall'elenco potrebbe derivare dalle funzionalità touch create espressamente per Windows 10 (Continuum Mode, Windows Hello, Windows Ink) e dai limiti dei processori, alcuni dei quali supportano solo l'OS di Microsoft (Kaby Lake per esempio e le prossime APU AMD Zen).

Lenovo Yoga 900

 

Ad ogni modo, il risultato è sempre lo stesso: installare Linux su un Lenovo Yoga 900/900s e un IdeaPad 710 è difficile per non dire impossibile. Ma sembra che l'azienda sia tornata sui suoi passi ed abbia cambiato la sua posizione.

Qualche giorno fa, infatti, è stato rilasciato un aggiornamento del BIOS per questi dispositivi permettendo a chi lo volesse di installare la propria distribuzione. L'update aggiunge la modalità AHCI (Advance Host Controller Interface) SATA controller, che quindi spiana la strada ad altri sistemi operativi "meno convenzionali", anche se Lenovo non fornisce supporto per questo BIOS e gli utenti si assumono tutti i rischi derivanti (instabilità del sistema, problemi di avvio/spegnimento e così via). Linux è molto diverso da Windows e richiede una certa competenza tecnica per caricarlo e farlo girare perfettamente. La garanzia dovrebbe essere ancora valida dopo l'installazione di Linux (Lenovo non si è esplicitamente espressa a riguardo) ma noi sappiamo che in alcuni casi caricare un sistema operativo diverso da quello preinstallato sul notebook potrebbe annullarla. Quindi, fate attenzione.

Il BIOS è stato creato su richiesta degli utenti Linux e chi deciderà di adottarlo dovrà dire addio a Windows anche se alcuni hanno già trovato un modo per impostare il sistema in dual-boot per poter scegliere tra i due sistemi operativi all'avvio del notebook.

Alla luce di tutto ciò il nostro consiglio è un altro: se volete un notebook con chip Intel Kaby Lake e Linux, orientatevi direttamente sui modelli come System76 Lemur che costa 699 dollari o il nuovo Delle XPS 13 Developer Edition, disponibile anche in Italia a partire da 1149 euro. E non avrete problemi.

Via: PCWorld USA

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy