Home News iPhone piace a donne e ceto alto, Android ai geek

iPhone piace a donne e ceto alto, Android ai geek

iPhone è per i ricchi, Android per i geekPerché si sceglie di acquistare uno smartphone Apple iPhone piuttosto che Android based? Lo stereotipo vuole che ad orientare la scelta sia la propria appartenenza sociale ed economica. E una ricerca sul Web lo conferma.

La contesa è annosa e ovviamente, interpellato, ognuno avrebbe la propria risposta sul perché preferire uno smartphone Apple piuttosto che uno con sistema operativo Google Android. Tralasciando infatti le ovvie preferenze dei fan boy dell'una o dell'altra fazione resterebbero ancora tanti motivi, più o meno validi e personali, per prediligere una soluzione piuttosto che un'altra, eppure qualcuno ha pensato bene di verificare se, dietro le motivazioni più disparate, non si celasse in realtà qualche causa più concreta, di naturale sociale ed economica ad esempio.

iPhone 5C

A svelarlo ci ha pensato Forbes, riportando i dati raccolti da CivicScience, un servizio che propone sondaggi su vari siti web americani ma che questa volta non ha proposto un sondaggio ad hoc, ricavando invece i risultati dall'incrocio di oltre 300 milioni di risposte ricevute da 27 milioni di persone. Da qui emerge anzitutto che chi ha un iPhone è mediamente più colto di chi possiede uno smartphone Android (+27 % di laureati contro il +8 % di Android), ed è anche più ricco (+11 % di persone con stipendi annui oltre i 75 mila dollari e addirittura +48 % con reddito superiore ai 125 mila dollari, mentre Android arriva al massimo al 14 %).

Per quanto riguarda invece il lavoro, a usare maggiormente l’iPhone sono professionisti e manager, mentre chi svolge mestieri più tecnici o scientifici solitamente sceglie Android (+50 %). Non sono invece state riscontrate divergenze significative nella distribuzione in base all’età.

Differenze infine anche per quanto riguarda il sesso, con gli uomini che, nel 56 % dei casi, scelgono Android e la maggioranza delle donne che preferisce invece puntare su iPhone, forse per seguire la moda o perché essendo una piattaforma più chiusa è meno personalizzabile è anche meno complicata da usare. È interessante notare infine che, secondo i dati raccolti da MapBox e Gnip, che hanno analizzato tre milioni di tweet, la concentrazione degli smartphone Apple sembra essere maggiore nelle aree ricche e centrali delle città, mentre man mano che ci si sposta verso la periferia aumentano i dispositivi Android, un dato quindi perfettamente allineato con la distribuzione economica e sociale di cui sopra.

Via Forbes

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy