Home News Internet Explorer sotto il 50%. Segue Firefox e Chrome

Internet Explorer sotto il 50%. Segue Firefox e Chrome

Internet Explorer sotto il 50%Per la prima volta, il browser Internet Explorer scende sotto il 50% di quote di mercato, schiacchiato dalla concorrenza serrata di Firefox (Mozilla) e Chrome (Google). Il browser Apple Safari domina il Web mobile.

Secondo le statistiche pubblicate da NetMarketshare, il browser Internet Explorer di Microsoft, per la prima volta, ad ottobre 2011 è caduto sotto il 50% di quote di mercato nel mondo. Il dato, oltre il valore simbolico, ha un significato importante. Rivela infatti la caduta inesorabile del browser del gruppo americano che ha, per lungo tempo, rappresentato la porta di accesso ad Internet. Il calo è drastico, scandito e progressivo: nel dicembre 2010 Internet Explorer deteneva ancora il 57% del mercato contro il 49.5% di ottobre scorso.

Internet Explorer

Tuttavia, se ci limitiamo ai browser su computer, Internet Explorer possiede ancora il 52.6% di quote di mercato. Il browser Microsoft ha beneficiato per tanti anni della forza dei suoi sistemi operativi Windows, installati sulla gran parte dei computer nel mondo. Nel 2004, Internet Explorer deteneva addirittura il 95% del mercato! Da allora, il gruppo di Redmond ha dovuto affronatre contestazioni e polemiche sul suo monopolio da parte delle softwarehouse concorrenti, costringendolo ad inserire al primo avvio dell'OS una schermata con più browser a scelta.

Oggi, Firefox occupa stabilmente il secondo posto nella classifica dei browser con il 22.5% degli utenti, seguito da Chrome che in tre anni ha conquistato il terzo posto. Il browser di Google ottiene oggi il 17.6% delle quote di mercato, rispetto al 10% di dicembre 2010. La forza di questo navigatore web sta nei frequenti aggiornamenti, tanto da aver raggiunto la quindicesima release. L'aumento della potenza di Internet mobile ha però mischiato le carte in tavola.

Su tablet e smartphone, che rappresentano il 5.5% dei dispositivi collegati al Web, Apple domina. La versione mobile di Safari detiene il 62.7% di quote di mercato, mentre la versione per computer conquista solo il 5.4%. Al secondo posto, spicca la softwarehouse norvegese, Opera con il suo browser Opera Mini, con il 18% di quote di mercato seguito dal browser Android (derivato da Chrome). Su Internet mobile, Microsoft è quasi inesistente, a causa dei piccoli volumi di vendita dei terminali con Windows Phone 7.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy