Home News Intel sforna una nuova CPU Celeron M ULV a 45nm: Atom dual-core in pericolo?

Intel sforna una nuova CPU Celeron M ULV a 45nm: Atom dual-core in pericolo?

Processori Intel Cleron M ULV 723Il mercato ULCPC è sempre più affolato: Intel lancia Celeron M 722, processore ULV SFF dal consumo estremamente ridotto. Gli osservatori sono scettici, perché la nuova CPU potrebbe ostacolare il neonato Intel Atom 330 dual-core.

I colleghi di ChileHardWare sono riusciti a mettere le mani su un documento di Intel, nel quale viene annunciato il prossimo lancio di un nuovo processore Celeron Mobile.
Si tratta del nuovo Intel Celeron M 722 ULV a bassissimo voltaggio, costruito con processo produttivo a 45nm e contraddistinto dal formato ridotto SFF (Small Form Factor) per sistemi di piccole dimensioni e mercato embedded.

Erroneamente, alcuni siti d'informazione stanno presetando il modello 722 come i primo Celeron M da 45nm. Già alcuni mesi prima del lancio della nuova piattaforma mobile Intel Centrino 2, infatti, fu annunciato il Celeron M 723, unica CPU della famiglia Celeron a comparire tra i processori supportati da Montevina, le cui specifiche tecniche risultano identiche, a parte il form factor, al nuovo Celeron M 723: 1.2GHz di clock, 1MB di cache L2 ed FSB da 800MHz. Conseguentemente alla riduzione del package, la versione SFF potrà contare su un TDP (Thermal Design Power) ridotto rispetto alla CPU dalla quale è derivato, passando dai 10W del Celeron M 723 a 5.5W.

Processore Intel Celeron M ULV 722 contro Atom

Il Celeron M 722 si accompagnerà al chipset economico Intel Mobile GS45 Express, con grafica integrata Intel GMA X4500M.
Pur non essendo noti i prezzi di lancio della nuova CPU, è chiaro fin da subito che ci troveremo davanti ad una proposta che si colloca nella fascia bassa dell'offerta d microchip Intel. I più attenti quindi si sono immediatamente resi conto del possibile"conflitto di interessi" tra questi processori Celeron M ULV e i neonati Intel Atom 330 dual core.

Si tratterebbe di una contraddizione rispetto a quanto affermato da Paul Otellini in occasione del lancio della piattaforma Atom "Non vedremo Atom sostituire Celeron. Se osservate i prodotti netbook costruiti su piattaforma Atom, noterete come siano tutti economici, caratterizzati da componentistica di basso livello e display di dimensioni ridotte, indirizzati agli utenti meno esperti, o a chi vuole acquistare la seconda, terza o quarta macchina della famiglia. Non assisteremo quindi a nessuna sostituzione."

La CPU Intel Atom 330, infatti, ha un TDP di 8W (doppio rispetto al precedente single-core Atom N230 da 4W ) che lo pone pericolosamente in competizione con i Celeron M ULV sul versante dei nettop e dei thin client.

È evidente che i nuovi Atom e Celeron potrebbero pestarsi i piedi a vicenda: la maggiore efficienza del comparto grafico del chipset GS45 ed un livello di performance computazionale molto simile, potrebbero infatti confondere i consumatori, inducendoli a spendere qualcosa in più per ottenere un PC con piattaforma Centrino 2 di ultima generazione a basso costo.

Un ulteriore intervento chiarificatore di Intel è, dunque, assai probabile in occasione del lancio ufficiale della nuova CPU.