Home News Modding: Intel NUC in una PlayStation

Modding: Intel NUC in una PlayStation

Modding: Intel NUC in una PlayStationChe ne pensate di usare una PlayStation originale del 1995 come computer? Si, avete letto bene, dentro però c'è un moderno Intel NUC. Vediamo in cosa è consistita esattamente questa integrazione.

Una console Sony PlayStation del 1995 connessa a un display ed usata come personal computer, impossibile? No se dentro c'è in realtà un Intel NUC, il mini computer annunciato lo scorso maggio dal chipmaker di Santa Clara e commercializzato a partire da dicembre 2012. Come ci informano i colleghi francesi di MiniMachines infatti un utente evidentemente dotato di molta fantasia ed altrettanta manualità ha completamente modificato la propria PlayStation mantenendone inalterato l'aspetto esteriore ma rielaborandone totalmente la configurazione hardware interna, così da renderla adatta a funzionare da PC.

Intel NUC nella PS1

Come detto esteriormente non si vede nulla, anche se sul retro sono stati praticati dei tagli per installare le porte e far passare i cavi necessari al funzionamento del computer. A parte questo comunque nulla è cambiato, l'utente è persino riuscito a conservare il caratteristico lettore CD il cui coperchio, situato al centro della console nipponica, si apriva per consentire l'alloggiamento dei compact disc. Anche questo comunque è stato sostituito da un modello standard, così da avere qualche utilità reale. Il lavoro migliore è stato svolto all'interno della PlayStation, svuotata completamente dell'hardware originale e "riempita" con quello prelevato dal mini PC Intel NUC, risistemato all'interno.

La configurazione scelta è abbastanza potente ed è composta da un processore dual core Ivy Bridge Intel Core i3-3217U di tipo ultra low voltage con clock rate di 1.8 GHz e da un sottosistema grafico integrato Intel HD 4000, saldati sulla scheda madre dell'Intel NUC. Quest'ultima può supportare fino a 16 GB di memoria RAM DDR3 a 1600 MHz. L'utente inoltre ha abbinato al tutto un'unità a stato solido di tipo mSATA con capienza di 160 GB, dedicata allo storage locale. Infine una piccola chicca è stata riservata anche alle memorie originali della PlayStation, incompatibili con la piattaforma NUC. L'utente le ha quindi impiegate per realizzare un'originale penna USB, a cui ha anche aggiunto un modulo Bluetooth per permettere il dialogo col PC anche quando non connessa a una porta USB.

Fonte: PCInpact

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy