Home News I 5 indossabili più interessanti su Kickstarter

I 5 indossabili più interessanti su Kickstarter

I 5 indossabili più interessanti su KickstarterEcco i cinque più interessanti progetti in attesa di finanziamenti su Kickstarter, da Lifelogger, un device per la cattura dei video, a Lumafit e Iolite, due particolarissimi fitness tracker, fino a Firefly, braccialetto social che si illumina quando si è vicini a qualcuno con gli stessi interessi e Tinitell, il più piccolo smartphone del mondo.

Tecnologia indossabile e crowdfunding, due fenomeni di massa che stanno diventando sempre più rilevanti nell'attuale scenario hi-tech: la prima indica tutti quei prodotti che applicano la tecnologia agli oggetti più comuni del quotidiano, un braccialetto, un orologio etc. per donargli "l'intelligenza" di svolgere funzioni avanzate che si integrano a perfezione nella vita di tutti i giorni. Il secondo è la tendenza del momento: grazie a siti come Kickstarter, IndieGoGo e molti altri, chiunque abbia una buona idea può provare a farsela finanziare direttamente dalla gente e da quelli potenzialmente interessati all'acquisto.

Così, per comprendere in che direzione si stia orientando il mercato, non c'è nulla di meglio che andare a fare una visita su Kickstarter e informarsi dei cinque progetti di wereable technology più interessanti attualmente presenti sul sito. L'hanno fatto i nostri colleghi di Venturebeat, vediamo cos'hanno trovato.

LIFELOGGER

Lifelogger

Potreste pensare che si tratti di un ennesimo emulo dei Google Glass, ma non è così: Lifelogger è molto più semplice, non ha display da posizionare davanti agli occhi, né app con cui interagire, è invece un device molto più semplice di quello immaginato dal colosso di Mountain View, con l'unico scopo di aiutarci a immortalare i momenti più belli della nostra vita con la massima semplicità e naturalezza. L'aspetto è simile a quello di un auricolare Bluetooth, forse solo un po' più grande e anche il posizionamento, visto che va sopra l'orecchio. Al suo interno c’è tutto quello che serve per registrare e salvare filmati: una videocamera, una batteria, un encoder hardware con supporto allo standard H.264, 32 GB di memoria, vari sensori come giroscopio, magnetometro e accelerometro, e moduli Wi-Fi, GPS e Bluetooth. Gli utenti che contribuiranno con una somma di almeno 169 dollari riceveranno uno dei primi esemplari di pre-produzione.


 

LUMAFIT


Lumafit

Lumafit invece è un fitness tracker che però si indossa all'orecchio invece che al polso, perché? Perché non si limita alla rilevazione passiva dei dati, ma interagisce con noi. Oltre quindi a fare le solite cose che fanno tutti i device di questo tipo, come contare i passi, le distanze percorse, rilevare il battito cardiaco, il livello di stress, lo sforzo compiuto etc. Lumafit interagisce con noi, conta ad esempio le ripetizioni per ciascun esercizio, valuta la corretta esecuzione degli stessi, ci insegna a meditare controllando il respiro ed altro ancora. Lumafit inoltre potrà contare su tre app distinte, in versione Android e Apple, per ciascuna funzione: GymTracker per monitorare le nostre sessioni di allenamento, BootCamp per effettuare esercizi interattivi e Meditation Coach che, come dice il nome, è dedicato alla meditazione, ma il device potrà interagire anche con tutte le più importanti app già disponibili su Google Play Store e iPhone App Store. In questo caso per ricevere uno dei primi Lumafit prodotti basterà versare 79 dollari.


 

IOLITE

Iolite

Iolite invece è dedicato unicamente agli appassionati di nuoto ed è sostanzialmente un sensore GPS abbinato a un display a LED che da alcune informazioni fondamentali per chi nuota, prima tra tutte l'eventuale deviazione da una linea ideale, che congiunge due punti col tragitto più breve, che significa minor sforzo. Iolite inoltre ci aiuta a mantenere ritmo e cadenza programmati lungo tutto il tragitto, così da arrivare ad esempio in fondo con ancora l'energia giusta per lo sprint finale. 150 dollari sono sufficienti per un prototipo, ma ne servono 250 per il modello finale.


 

FIREFLY

Firefly

Firefly è forse uno dei device più particolari del gruppo: essendo un braccialetto che unisce wereable technology e social network. In pratica Firefly si illuminerà se nelle vicinanze c'è qualcuno che condivide i nostri interessi. Tramite connessione Bluetooth infatti Firefly è connesso al nostro smartphone ed ha accesso sia al nostro profilo Facebook che alle preferenze impostate nell'app dedicata. Il braccialetto comunque si accenderà, forse con un colore differente, anche per indicarci che abbiamo ricevuto un messaggio sullo smartphone. Per riceverne un esemplare sono sufficienti 59 dollari.


 

TINITELL

Tinitell
Molto innovativo è anche Tinitell, una fascia da polso che è anche lo smartphone più piccolo del mondo, pensato appositamente per l'uso da parte dei bambini: al centro della banda infatti c'è soltanto un ampio pulsante, premendolo si può sia effettuare una chiamata, pronunciando semplicemente il nome della persona desiderata, sia rispondere a una chiamata in entrata. Premendo i pulsanti volume inoltre si può anche scorrere un lista di contatti. Tinitell infine si può interfacciare a uno smartphone vero. Disponibile in quattro colori richiede un contributo di 99 dollari per ricevere un esemplare di pre-produzione.  

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy