Recensione Yale Indoor WiFi Camera (1080p)

Recensione Yale Indoor WiFi Camera (1080p)Abbiamo testato per qualche settimana la camera di videosorveglianza per interni firmata Yale, con capacità di registrazione video Full HD (1080p) anche in notturna fino a 8 metri, sensore di movimento e notifiche push sullo smartphone. In vendita in Italia a meno di 65 euro.

Rispetto a qualche anno fa, grazie all'avvento dei dispositivi smart e all'implementazione di tecnologie più sofisticate, bastano poche mosse ed un piccolo investimento per creare un sistema di videosorveglianza domestica. Sempre più utenti, infatti, scelgono di acquistare una telecamera di sicurezza WiFi per la propria casa non solo perché è la soluzione più economica attualmente, ma anche perché consente di mettere al sicuro una stanza o un'intera casa senza dover fare buchi nel muro e richiedere l'intervento di elettricisti specializzati. Insomma, oggi la sicurezza è più accessibile.

Abbiamo testato negli ultimi giorni la nuova Yale Indoor WiFi Camera FHD1080, una delle più convenienti sul mercato (attualmente in vendita su Amazon a meno di 65 euro), presentata dall'azienda ad IFA 2019 di Berlino con tutta la famiglia di telecamere IP che comprende una telecamera da esterno all-in-one, una telecamera motorizzata ed una telecamera standard.

Yale Indoor WiFi Camera

Le telecamere WiFi da interno, come la Yale Indoor WiFi Camera, sono utili per controllare cosa succede in casa in nostra assenza, vedere chi è rientrato per primo, ascoltare/rispondere ai propri familiari e amici animali nonché funzionare da vero e proprio antifurto. Tutto in tempo reale attraverso l'app dedicata.

Probabilmente chi lavora da casa, non ha figli né animali domestici, potrà trovare superfluo un dispositivo del genere, ma pensate a quanto possa essere utile una telecamera IP in un garage, in un locale o in un appartamento poco frequentato, per tenere tutto sotto controllo.


La scatola in cui è contenuta la Yale Indoor WiFi Camera è piccola e colorata, con un'immagine del dispositivo in primo piano e le caratteristiche principali sul retro.

La confezione è piuttosto essenziale, rivelando la natura economica della videocamera, ma all'interno c'è tutto ciò che vi servirà per montarla, accenderla e impostarla in un angolo della casa.

All’interno delle confezione, oltre ad un piccolo manuale d'istruzioni illustrato, troverete un alimentatore a muro con un cavetto USB/microUSB per  collegare la videocamera alla corrente, un supporto con tre viti per l'installazione a soffitto o a parete e un adesivo.

 Yale Indoor WiFi Camera

Insomma, sin dal primo spacchettamento ci si rende conto di aver scelto una videocamera di qualità, costruita e progettate molto bene, dai materiali resistenti e apprezzabili. Tutto rigorosamente in bianco, una scelta che abbiamo apprezzato sia perché permette alla videocamera di abbinarsi a qualsiasi tipo di ambiente domestico – dal più moderno al più classico – ma anche di mimetizzarsi più facilmente su un muro e tra i soprammobili di una credenza.

Specifiche tecniche

Yale Indoor WiFi Camera unbox


Yale Indoor WiFi Camera ha un design moderno, piuttosto curato e con una buona qualità costruttiva. Il telaio della videocamera è realizzato in policarbonato bianco opaco, fatta eccezione per la parte frontale nel colore nero, con una forma particolarmente affusolata che permette di sistemare il dispositivo anche negli angoli più nascosti della casa. La struttura principale è composta da due parti: una inferiore affusolata che comprende la base circolare ed il braccio ruotabile, una superiore che integra il sensore fotografico.

La base rotonda dona stabilità alla videocamera anche su superfici inclinate ma, grazie al kit di montaggio incluso nella confezione, potrete installarla anche su superfici verticali, pareti e soffitti. E con una semplice rotazione del braccio, potrete settare la vostra inquadratura preferita, muovendo la videocamera in qualsiasi direzione.

Yale Indoor WiFi Camera unbox

 Yale Indoor WiFi Camera Yale Indoor WiFi Camera

Vi ricordiamo, però, che non essendo integrata una batteria ed avendo necessità di alimentare la videocamera, dovrete scendere a qualche compromesso per nascondere il cavo dell'alimentatore (soprattutto se decidete di montarla sul soffitto). In compenso non avrete pensieri sulla ricarica perché il vostro sistema di videosorveglianza sarà sempre attivo e potrete allontanarvi per brevi/lunghi viaggi senza temere visite indesiderate.

Il sensore fotografico è posizionato nella parte superiore della videocamera e – come già potete immaginare –  rappresenta il pezzo forte di questo dispositivo: può registrare video e scattare fotografie in alta definizione a 720p/1080p con un ampio angolo di visione. Nella stessa area, appena sotto, Yale ha posizionato il sensore PIR per la visione notturna fino a 8 metri di distanza ed ancora più sotto il microfono.

Yale Indoor WiFi Camera

Sul retro, invece, troviamo il tasto WPS che potrebbe servirvi per la configurazione in alternativa al QR code (appena accanto), una porta micro USB per l'alimentatore ed uno slot per schede microSD (fino a 128GB) nel caso vogliate memorizzare le foto e i video registrati real time.

Non manca, inoltre, un LED di stato frontale color rosso, disattivabile dall'utente, un modulo WiFi 802.11n (2.4GHz) per il collegamento al router, il pulsante reset e lo speaker che con il microfono assicura l'audio bidirezionale per dialogare con chi si trova nella stanza. Per quanto riguarda l'alimentazione, è stata scelta una comune porta microUSB con un alimentatore USB da parete fornito in dotazione. Nel complesso, la Yale Indoor WiFi Camera misura 100 x 60 x 60 millimetri e pesa 299 grammi.

Yale Indoor WiFi Camera

Yale Indoor WiFi Camera Yale Indoor WiFi Camera unbox


Non abbiamo rilevato nessun problema nell'installazione e nella successiva configurazione della fotocamera. Abbiamo installato la Yale Indoor WiFi Camera nel salotto di casa, con un rete domestica (frequenza di 2.4GHz, pur essendo dual-band) ed un router FASTGate RTV1907VW-D228 WiFi/Fibra di Fastweb. L'operazione è risultata semplice e veloce: sono bastati pochi minuti per mettere in funzione il sistema, senza alcun impedimento.

Prima di iniziare, dovrete scaricare l'app dedicata “Yale View” dal Play Store o App Store, quindi creare un account utente con username e password, validi anche collegandovi dal sito ufficiale. Seguirà una breve procedura guidata che permetterà il riconoscimento del dispositivo e il collegamento alla rete di casa. Basta inquadrare – quando richiesto – il QR code incollato sul retro della videocamera ed il gioco è fatto.

Yale View App Yale View App Yale View App

Teniamo a precisare che l'applicazione è tradotta in italiano (quindi è comprensibile da tutti, seppur con qualche refuso), è gratuita per Android e iOS e può controllare fino a quattro camere Yale seminate per casa. Leggera e dal design accattivante, l'app ha sempre funzionato perfettamente – anche in multitasking – utilizzata più volte al giorno.

Yale View App Yale View App Yale View App

Nella schermata principale, troverete i riquadri relativi a ciascuna camera in funzione e – cliccando – potrete accedere al video real time. All’interno di ciascuna camera sarà poi possibile attivare la comunicazione bidirezionale: con un click abilitate il microfono per ascoltare rumori/voci in casa e con un altro click accendete lo speaker per parlare in tempo reale con chi si trova nel vostro appartamento. Questa funzione è molto utile per rassicurare il vostro amico a quattro zampe quando è solo in casa o per mettere in fuga dei ladri.

Yale View App Yale View App Yale View App

L'applicazione permette di vedere in tempo reale quello che accade nell'area inquadrata dalla videocamera con possibilità di ingrandire una zona con un pinch-to-zoom, come si farebbe con una qualsiasi immagine sullo smartphone, rivedere video memorizzati (dovrete inserire una scheda microSD, visto che non supporta l'archiviazione in cloud) o scattare una foto/registrare un video sul momento. Il software ovviamente consente di personalizzare elementi ed attivare funzioni come per esempio la “modalità allarme”.

Uno dei punti di forza della Yale Indoor WiFi Camera è il suo efficiente sistema di rilevazione del movimento: se il sensore di movimento rileva un soggetto/oggetto entrare nel campo di visione della videocamera, il sistema invierà automaticamente una notifica push sullo smartphone dell'utente e farà partire una registrazione video.

Yale View app Yale View app Yale View app Yale View app

Siamo riusciti a testare la videocamera in diversi scenari e possiamo confermare che il software riconosce persone ed evita falsi allarmi causati dal passaggio di un insetto, dall'accensione/spegnimento di una lampada, ombre, vento e così via. Sarebbe perfetta se il software riuscisse anche a distinguere i volti delle figure umane, evitando di “lanciare allarmi” quando transitano componenti della famiglia o altre persone conosciute, ma non possiamo pretendere molto da un sistema di videosorveglianza low-cost.

L'Activity Zones è una funzione della Yale Camera che consente di restringere la sorveglianza ad una o più determinate aree dell'inquadratura, ad un angolo o ad una porta, piuttosto che estenderla a tutto l'ambiente. All'interno dell'app, troverete i movimenti rilevati in ordine cronologico con dei brevi video nel caso abbiate inserito la microSD.


Le prestazioni sono buone. La fotocamera ha un grandangolo e copre la lunghezza dell'intera stanza (circa 8 metri) e la sua ampiezza (circa 5 metri), per una visuale completa da parete a parete.

Anche la registrazione notturna è abbastanza buona: si riescono facilmente a distinguere tutti gli oggetti e riconoscere chiunque entri nella stanza. Non consigliamo di puntare la telecamera verso una finestra perché, pur essendo una posizione ottimale durante il  giorno, il riflesso della luce sul sensore IR renderebbe scadenti le prestazioni in notturna.

La rilevazione del movimento funziona particolarmente bene, anche se non è possibile regolarne la sensibilità, mentre l'audio è forte e chiaro.

Se dovessimo trovare una pecca, questa sarebbe l'assenza del supporto per assistenti digitali, ma il produttore ha promesso a breve un aggiornamento che renderà compatibile la camera di videosorveglianza con Alexa (dai dispositivi Amazon Echo) e Google Assistant (dai dispositivi Google Home). Manca invece l’integrazione IFTTT, che potrebbe offrire all’utente maggiore personalizzazione nell'invio di messaggi di "allarme" e più funzionalità automatiche al rilevamento di un movimento. Siamo certi che il team di sviluppatori sarà a lavoro anche su questo.

Yale Indoor WiFi Camera


A meno di 65 euro, non c'è nulla di cui lamentarsi: Yale Indoor WiFi Camera è una soluzione conveniente e completa, con tutte le funzionalità più utili per la videosorveglianza domestica, dalla rilevazione dei movimenti ai video in alta definizione (anche in notturna).

L'installazione è alla portata di tutti, anche degli utenti meno esperti, e la possibilità di inserire una scheda microSD per l'archiviazione vi consentirà di risparmiare altro denaro sui canoni di abbonamento mensile per uno spazio cloud. Sarà difficile trovare un concorrente più economico con le stesse caratteristiche.

Insomma il nostro giudizio finale è positivo sia per la videocamera che per l'applicazione che la gestisce, uno strumento senza il quale anche la semplice configurazione sarebbe impossibile. Non è ancora perfetta, visto che manca ancora l'integrazione degli assistenti virtuali, ma possiamo considerarla uno dei migliori sistemi di antifurto per rapporto qualità/prezzo. Ha un bel design e si può agganciare anche ad una parete.

Su Amazon, Yale Indoor WiFi Camera è in vendita a 64.12 euro con spedizione gratuita.

Yale Indoor WiFi Camera

Ultimo aggiornamento Mercoledì 09 Ottobre 2019 09:39