Recensione Microwear H2

Recensione dello smartwatch Microwear H2Recensione dello smartwatch Microwear H2 con supporto per SIM card e connettività 3G integrata. La cassa rotonda racchiude una piattaforma da smartphone con chipset Mediatek MT6580 e Android 5.1.1. Prezzo sotto gli 80 euro!

Incaselliamo nella categoria dei wearable, degli indossabili, una enorme e variegata compagine di dispositivi, anche profondamente diversi fra loro. Generazione dopo generazione, gli indossabili hanno coperto varie nicchi e settori verticali, diventando degli strumenti specializzati. Solo considerando gli smartwatch, ad esempio, abbiamo orologi pensati per gli sportivi esigenti e che vogliono migliorare la personale prestazione fisica, smartwach Android Wear dalla costruzione e dal prezzo elevati, smartwatch con funzioni mediche e smartwatch standalone con funzioni telefoniche.

Microwear H2 rientra nel gruppo degli smartwatch standalone, dotati di SIM card e connettività mobile, che all'occorrenza possono sostituire lo smartphone. Per quanto si tratti di una funzione utile a chi fa sport, tuttavia esistono dispositivi specializzati per il fitness che garantiscono una migliore accuratezza. So in prima persona quanto possa essere difficile migliorare i propri risultati e che quindi è necessaria una base di dati precisa ed affidabile.

Microwear H2

In compenso, Microwear H2 è un prodotto solidissimo e ben costruito (non si direbbe dalla fascia di prezzo di appartenenza), discreto quanto basta per poter essere indossato sotto una camicia e con un peso riferibile al mondo dei cronografi. Il prezzo è infatti molto aggressivo soprattutto se confrontato con soluzioni analoghe con Android Wear: di base è inferiore ai 100€ ma in questi giorni è in offerta su Tomtop con uno sconto sostanzioso a soli 72€.

Vi dico preliminarmente che mi è piaciuto tanto e che, seppure sia indicato quasi per tutti, dà il meglio di sé fra le mani di un pubblico esperto, che sappia come sfruttare al massimo ogni funzionalità messa a disposizione da Android 5.1.

Confezione

La confezione di vendita è ben realizzata, anche se dozzinale nelle grafiche. All'interno dello scatolino nero troviamo lo smartwatch, un cavo USB-A/attacco a tre pin con innesto magnetico ed un piccolissimo manuale disponibile solo in lingua inglese.
Cercando nel manuale di istruzioni possiamo trovare il QR Code per scaricare WiiWatch, app disponibile per Android e iOS, e tutte le indicazioni del caso per il suo corretto impiego.
Il box non è il più bello e pregiato che si possa avere attualmente, ma non delude né per qualità né per protezione; la cosa che mi ha lasciato maggiormente interdetto è il cavo di ricarica in colorazione bianca, sarebbe dovuto essere nero per coerenza cromatica con il prodotto.

Microwear H2 è uno smartwatch Android con SIM 3G

Caratteristiche hardware e specifiche tecniche

La piattaforma hardware è imperniata su un chipset Mediatek MTK6580 Quad-Core a 1.0GHz, abbinato ad uno schermo circolare da 1,39” AMOLED con risoluzione 400x400, ed una batteria da 400mAh. Il SoC Mediatek è lo stesso usato su molti smartphone 3G ed infatti c'è uno slot per installare una nano SIM per effettuare tutte le chiamate giornaliere direttamente dal polso.
A bordo abbiamo Android nella sua versione 5.1.1 con il Play Store e tutte le applicazioni compatibili con la piattaforma. Sono presenti il GPS, il Bluetooth 4.0 e una fotocamera da 2MP interpolata a 5MP.


Design, schermo e fotocamera

L'aspetto esteriore è quello che mi ha maggiormente colpito del prodotto: assomiglia molto a un Baume&Mercier 8835 Riviera Automatic SS/Rubber, la qual cosa non è affatto male. Oltre alla vaga somiglianza a un modello di alta orologeria, è arricchito da delle finiture argento (sono disponibili anche in nuance oro e nero su nero) che alleggeriscono la cassa.

Sulla scocca è presente una coppia di tasti in colorazione argento lucido per interagire con le sue funzioni. Il cinturino con una fibbia argento è realizzato in silicone con righe verticali e finitura opaca. La qualità della gomma impiegata è alta e non mi ha dato fastidio alcuno anche indossandolo per intere giornate.
Lo schermo in vetro è trattato con un'ottima finitura anti-impronta, non si segna mai e i fastidiosi aloni sono del tutto assenti.
La sensazione che restituisce questo prodotto è di assoluta solidità: brava Microwear, questo è un prodotto che non si ha timore di indossare in modo quasi sconsiderato. Resiste ai graffi e agli urti improvvisi senza riportare danni evidenti o irreversibili.

Microwear H2 ha uno schermo AMOLED

Lo schermo è un'unità da 1,39” 400x400 OLED. I colori sono vividi, piacevoli e tanto belli da avermi stupito, non pensavo ci potesse essere tanta qualità in questa fascia di prezzo! Lo schermo risponde in modo puntuale al nostro dito e il processore è una certezza: raramente rallenta il suo operato e, quando succede, si tratta solo di qualche microlag.
Tutte le applicazioni sono gestibili da un menù a cui è possibile accedere facendo uno swipe verso sinistra, invece le notifiche sono raggiungibili con un swipe nella direzione opposta. Queste ultime arrivano puntualmente e con un feedback di vibrazione forte e chiaro.

La cassa è abbastanza sottile per il genere di smartwatchUno dei tanti menù: bisogna essere utenti Android abbastanza esperti

Sono installate una ventina di watchface, una più bella dell'altra! Qualche quadrante non è proprio raffinatissimo, ma H2 propone un set di alto livello. Muovendo il dito dall'alto verso il basso entreremo nel menù per gestire celermente tutte le connessioni (Wi-Fi, Bluetooth ecc...), mentre muovendosi lateralmente su questa tendina accederemo alla schermata dei passi e della distanza percorsa.

In coincidenza della corona dei normali cronografi è installata una fotocamera da 2MP (interpolata a 5MP), che registra foto e video di qualità scadente ma che potrebbero tornare comodi se si ha l'intenzione di diventare una spia di sua Maestà. Se non avete quest'aspirazione, la funzionalità resterà prettamente una chicca hardware.
Sulla cassa sono posti anche uno speaker di sistema e un microfono per effettuare chiamate direttamente dal polso.

Ha anche una camera da 2MP integrata al posto della corona

Batteria, temperature e conclusioni

Veniamo ora alla batteria di questo dispositivo indossabile, aspetto fondamentale da esaminare in questa recensione: se userete tutte le notifiche attive e installerete un numero consistente di applicazioni utilizzando l’orologio come vostro smartphone principale, la carica della batteria non vi farà arrivare a sera; con un uso meno intensivo, rinunciando a qualche piccola comodità come la connessione alla rete Wi-Fi e affidandovi alla sola comunicazione con lo smartphone via Bluetooth, chiuderete la giornata per il rotto della cuffia.
Non è il modello che vi farà rivalutare l’autonomia degli smartwatch, ma, visto il sistema che fa girare e la sua complessità, si può chiudere un occhio.

Le temperature della scocca sono variabili in base al tipo di impiego che farete di questo strumento. Installando la SIM e facendo chiamate, la cassa diverrà molto calda, tanto che il calore diverrà invadente. Con un uso più semplice, la scocca resterà fredda e non percepirete variazioni di gradi.

Immancabili le watchface anche su Android!

Il prezzo all'origine era di poco inferiore ai 100€ ma in questi giorni è in offerta su Tomtop a soli 72€, prezzo non solo basso, ma tanto aggressivo da mettere in pericolo un numero cospicuo di nemici sulle fasce di prezzo più alte.

Microwear H2 è un prodotto che acquisterei solo se fossi un utente Android esperto, perché non tutto funziona al primo colpo e perché ha tante di quelle funzionalità che un utilizzatore distratto potrebbe non scoprire e apprezzare. Il prezzo lo eleva a oggetto del desiderio universale e, vista la foggia preziosa, perché non regalarlo al fidanzato o al papà? H2 è un prodotto convincente ma con qualche limite riferibile al tipo di piattaforma usata.

Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Aprile 2018 13:55