Recensione ASUS ASUSPro B9440UA

Recensione di ASUS ASUSPro B9440UAASUSPro B9440UA è l'ultraportatile per il business o "ultrabook" di ASUS. Al momento del lancio era il laptop da 14" più leggero al mondo con un peso di soli 1,05Kg ed è tuttora uno dei più compatti grazie alla cornice ultranarrow-bezel da 5,4mm. L'ho usato come "notebook da fiera" ed in questa recensione riassumo le mie considerazioni.

Durante l’ultima edizione di IFA, l’annuale fiera di tecnologia berlinese, mio compagno fedele di editing e scrittura è stato l’ASUS ASUSPro B9440UA, un portatile molto compatto ma dalle caratteristiche interessanti, gentilmente offertoci da ASUS stessa per tutta la durata dell’evento.

Come potete immaginare, le fiere sono momenti pieni d’impegni, in cui bisogna potersi muovere rapidamente ed essere sempre sul pezzo, dunque è fondamentale avere una macchina che stia al nostro passo per lavorare in tranquillità. Allo stesso tempo è necessario avere un portatile robusto che possa uscire indenne da scossoni, cadute, sballottamenti vari in uno zaino insieme ad altra attrezzatura e che possa persino resistere ad una tazzina di caffé versato o ad un pasto frugale al termine del quale troviamo la tastiera coperta di briciole. Sì la vita dei reporter dalle fiere dell'elettronica è dura ma è ancora più dura per il loro potatile!

ASUSPro B9440UA è un vero utrabook

Robustezza, leggerezza ed alte prestazioni sono qualità abitualmente inconciliabili ma con mio stupore convivono felicemente nell'ASUSPro B9440UA. Ha spessore e peso da primato, una configurazione tecnica adatta anche a chi fa videoediting in mobilità e soprattutto un telaio rinforzato che risponde a specifiche militari MIL-STD 810G. Il prezzo di poco inferiore ai 1200€ su Amazon (per una configurazione identica a quella di test) sembra anche onesto alla luce di queste doti eccezionali.

Telaio dal design lineare e spigoloso in metallo per l'ASUSPro di ASUS

Solo marketing o realtà? L'ASUSPro B9440UA avrà retto allo stress fieristico? Scopritelo nella recensione!

Confezione

La confezione di vendita è molto curata: apertura a incastro con la maniglia per il trasporto (potrebbe fare cascare per terra il laptop, quindi prestate attenzione), dispositivo bloccato e protetto con pannelli antiurto e un alimentatore in due pezzi con uscita a 15V 3A e 45Watt complessivi.

L'alimentatore è compatto e ricarica la batteria in tempi record

In questa fascia di prezzo spero sempre di trovare una pochette in eco-pelle per proteggere il dispositivo mentre siamo in giro, ma purtroppo questa volta ASUS ha deciso di non inserire l’accessorio (che invece troviamo, ad esempio, in dotazione con lo Zenbook 3).
L’esperienza di unboxing è piacevole e regala una grande soddisfazione!


Scheda tecnica ed hardware

ASUSPro ha una costruzione in metallo con un peso di poco superiore al singolo chilogrammo; all’interno della sua scocca spessa 8.9 millimetri sono presenti, nella mia configurazione, un processore Intel Core i7-7500U con un clock nella forbice dei 2,7GHz e 2,9 GHz, 8 GB di memoria RAM e 512GB di memoria allo stato solido SATA3 (unica parte che eventualmente potrete sostituire). La connettività è di altissimo livello e si affida a una scheda Wi-Fi integrata 802.11 a/b/g/n/ac, che non solo fila via come un centometrista, ma non ha mai dato segno d’incertezze o rallentamenti. Il tutto è alimentato da una batteria da 48Wh che sulla carta è capace di alimentarlo per 10 ore.

Accedere ai componenti interni è facilissimo ma è tutto saldato sulla motherboard tranne l'SSD M.2

Considerata la vocazione "business" di questo notebook, potreste decidere di inserirlo all'interno del parco macchine della vostra azienda ma in quel caso vi consiglio di scegliere configurazioni con processori Intel Core i7-7600U o i5-7300U che supportano la tecnologia Intel vPro.


Design, schermo e dispositivi di input

ASUSPro B9440UA ha un telaio full metal anche se è talmente leggero da indurci a pensare che sia policarbonato. Non lasciatevi però ingannare dai sensi perché si tratta di una robustissima lega di magnesio rinforzata per resistere a sollecitazioni esterne che manderebbero KO un comune notebook. ASUS ha infatti progettato questo notebook secondo i criteri utilizzati per i portatili di categoria rugged allo scopo di garantire una resistenza di grado militare (MIL-STD 810G).

Non ho avuto cuore di testarlo personalmente ma la Casa taiwanese dichiara che il suo ASUSPro B9440UA resiste a cadute (fino a due volte), al 20% di peso in più sulla cover rispetto ai comuni portatili e ad un altissimo livello di usura per la cerniera e la tastiera. Quest'ultima è spill-resistant e quindi resiste al versamento accidentale di liquidi.

Lo schermo dell'ASUSPro B9440UA è antiriflesso opaco e si apre a 180°

Lo schermo è un’unità da 14 pollici con risoluzione FullHD, trattamento antiriflesso e una luminosità massima di 500 nits, binomio perfetto per la visione sia all’aria aperta che in un ambiente illuminato con luci artificiali. Il frame attorno allo schermo è quasi del tutto assente, nota stilistica che ho apprezzato molto e accorgimento intelligente per avere un ultrabook da 14 pollici con un ingombro di uno da 13. L’inclinazione estrema dello schermo, infine, mi è tornata utile in tante occasioni differenti, facendomi usare tranquillamente il dispositivo su ogni tipo di superficie.

La tastiera è robusta, retroilluminata, spill-resisant ed ha una corsa di 1,5mm

Il modello che ho testato ha una tastiera tenkeyless su sei righe, con una retroilluminazione scalabile e con un tasto Invio grande e spazioso. Sono presenti tutti i più comuni comandi da tastiera: dalla regolazione del volume allo spegnimento, sino all’attivazione di Windows Hello con il tasto per il riconoscimento delle impronte digitali, posizionato poco sopra il tasto accensione sulla destra. Quando si apre, il display lid fa perno sul tavolo sollevando il piano tastiera fino a raggiungere una angolazione di 7° considerata più ergonomica. Lo stesso espediente aiuta a migliorare la circolazione dell'aria sotto il telaio ed i suo raffreddamento.

Il display lid ha una particolare cerniera che solleva la base

Sotto la generosa tastiera, che ha una corsa di un millimetro e mezzo all’incirca, trova posto un touchpad ben dimensionato, che riconosce diversi gesti per ingrandire o rimpicciolire le immagini o per muoversi all’interno di una pagina web. La superficie tattile non è perfetta, infatti non mi è piaciuta la precisione del click, che mi ha ingannato qualche volta di troppo. Nonostante questo, sono riuscito a editare senza troppi intoppi decine di video senza usare un mouse e questo penso parli da solo delle possibilità offerte da questo mezzo, non memorabile ma sufficientemente prestante per un’attività delicata e precisa come il montaggio video.

La dotazione di interfacce prevede soo due USB 3.1 type-CSu un angolo della tastiera c'è il lettore di impronte digitali per lo sblocco con Windows Hello

Non ho usato un mouse per l’assenza di entrate USB standard, infatti sulla scocca di questo leggerissimo e sottilissimo ultrabook ci sono solo due USB di tipo C. L’assenza di una porta comune come l'USB type-A è sicuramente un problema per chi abbia da riciclare un po’ di attrezzatura pregressa, mentre non impensierisce l’utente proiettato nel futuro che fa già uso di accessori Type C. Si fa sentire la mancanza di uno slot Micro SD per scaricare foto e video velocemente e infatti sono dovuto ricorrere a un lettore di schede esterno adattato per questa configurazione. Se da un lato potrebbe costringervi ad usare degli adattatori, dall’altro adeguarsi al nuovo standard Type C vi permetterà di trasferire file con una velocità di 400MB al secondo oppure di ricaricare rapidamente la generosa batteria da 48Wh installata nella scocca. Usare un mouse Bluetooth potrebbe risolvere molti problemi!


Multimedia e produttività

ASUSPro è perfetto per la visione di film, serie televisive o video in streaming grazie alla solidità della connessione e alla qualità del display. La resa dell’audio, invece, non eccelle, seppur possa vantare una firma di prestigio come quella di Harman/Kardon. Gli altoparlanti stereo sono ricavati sul fondo della macchina e riproducono un suono tutto sommato equilibrato, ma che incomincia a perdere qualità non appena supereremo il 60% del volume.

Inspiegabilmente manca una webcam e all’interno di un ultrabook con la dicitura Pro è una mancanza imperdonabile, considerando che potrebbe essere indispensabile per un professionista che debba, ad esempio, partecipare a videoconferenze.

La cornice dell'ASUSPro B9440UA è sottilissima ma non ha permesso di integrare una webcamPiccoli ed in posizione sacrificata gli speaker

Sebbene possa gestire tranquillamente rendering di medio livello, ASUSPro non è una macchina da utilizzare esclusivamente per quest’attività: un color grading aggressivo e un rendering di un video di 15 minuti potrebbero già metterlo alla frusta, oberando il sistema e facendovi perdere tempo che magari non avete. Si comporta terribilmente bene, invece, con programmi CAD, Office o di fotomanipolazione.

Test

Asus PRO B9440u non è la macchina più indicata per il videogiocatore navigato, ma è lo strumento più leggero e potente che un lavoratore poco sedentario possa trasportarsi dietro. Non consiglio di prenderlo in considerazione se lo scopo principale è quello di divertirsi con titoli moderni o pesanti.

Crystaldiskmark

SuperPi (single-threading)  1M 2M 4M 8M
9,875s 22,826s 54,814s 119,556s
7Zip (multi-threading)  8MB / 4 thread
10943 MIPS
 Geekbench 4 Single core Multi-core
4168 8290
 Cinebench 15 OpenGL CPU
38,78 fps 272 cb
CrystalDiskMark   Sequenziale QD32 Random 4K QD32 Sequenziale Random
Read Write Read Write Read Write Read Write
544,1 MB/s 510,9 MB/s 309,0 MB/s 255,4 MB/s 443,1 MB/s 429,2 MB/s 15,23 MB/s 61,02 MB/s
PCMark 10 Essentials Productivity Digital content creation
6910 pcmarks 5610 pcmarks 1594 pcmarks
3DMark Sky Diver Fire Strike Time Spy
2114 461 158
G1 7,63 fps G2 10,21 fps Combined 7,43 fps G1 2,46 fps G2 2,02 fps Physics 18,29 fps G1 1,03 fps G2 0,91 fps Physics 5,75 fps

Batteria, temperature e conclusioni

L’autonomia è decisamente soddisfacente, ha sopportato le intense giornate di fiera portandomi tranquillamente fino alle ore 22 con una decina di renderizzazioni di video, coprendo circa otto ore di utilizzo. L'autonomia dichiarata dal produttore di 10 ore è abbondantemente alla vostra portata se farete un uso attento del portatile. I tempi di ricarica sono brevissimi e vi permettono un'eccellente produttività in movimento: bastano 30 minuti per ricaricare la batteria del 50%.

La macchina non diventa mai incandescente, la tastiera raggiunge una temperatura massima di 41°C nella parte alta e rimane fondamentalmente fredda al tatto, mentre il pannello posteriore arriva a 49°C. Non è raffreddata passivamente ma il particolare design della cover, che solleva la base dal tavolo, consente di mantenere le temperature sotto controllo con una ventola sottile e non particolarmente rumorosa.

Temperature sulla tastieraTemperature sul fondo

Il particolare design permette un raffeddamento efficiente e silenzioso

Il design spigoloso potrebbe non piacere a tutti ma mi sembra adatto ad un professionista che, peraltro, troverà estremamente conveniente avere una macchina con ingombro e peso ridotto. Il merito è della lega di magnesio con cui è fabbricato il telaio e della cornice ultra-narrow bezel su tre lati che però non ha permesso di alloggiare una webcam. Non è l'unica mancanza di un portatile altrimenti quasi perfetto: non c'è il lettore di schede di memoria e non ci sono porte USB full size.

ASUSPro è una scelta intelligente per l’amministrativo, lo studente universitario fuori sede o il giornalista, mentre diventa un po’ più limitante per chi debba stare su Premiere per tante ore al giorno.
Nella configurazione provata ha un prezzo di poco inferiore ai 1200 euro e sono soldi spesi benissimo per chi debba viaggiare leggero e non lavori comodamente in scrivania. ASUSPro è l’ultrabook per il nomade moderno!

Ultimo aggiornamento Giovedì 14 Dicembre 2017 08:45