Windows 7: una patch contro le copie pirata

Windows 7: una patch contro le copie pirataMicrosoft ha annunciato, qualche ora fa, che a partire dal 16 febbraio prossimo (domani) un aggiornamento delle tecnologie di attivazione di Windows 7 metterà KO tutte le copie pirata in circolazione.

Microsoft ha deciso di mettere fine alla pirateria informatica ed in particolar modo a tutte le copie illegali del suo nuovo sistema operativo, proponendo a partire dal 16 febbraio un aggiornamento che farà rimanere in vita solo i sistemi operativi legalmente licenziati. Lo scopo annunciato dal gigante dei software è chiaro, in quanto l'update individuerà non meno di 70 metodi di falsificazione dell'attivazione di Windows 7. Proposto come download volontario presso i siti di Windows Genuine e nel Centro Download di Microsoft, il software raggiungerà entro la fine del mese la lista degli aggiornamenti automatici di Windows Update e sarà segnalato come un aggiornamento importante.

Windows 7

Joe Williams, responsabile del team Microsoft Genuine Windows, sottolinea che l'update di Windows 7 non intaccherà la privacy dell'utente e non pubblicherà i dati personali dell'utilizzatore. Benché l'aggiornamento, infatti, contatti i server di Microsoft (probabilmente per segnalare gli illeciti), esso non trasmette alcuna informazione identificabile. Qualora l'aggiornamento individui una versione di Windows 7 piratata, l'utente sarà avvisato mediante un messaggio di errore sullo stato della sua licenza.

Lo sfondo dello schermo scomparirà facendo spazio ad uno sfondo nero, su cui verrà proposto un messaggio in cui si invita l'utente a digitare il codice di attivazione della propria licenza per dimostrare l'autenticità della sua versione di Windows 7.

Ultimo aggiornamento Lunedì 15 Febbraio 2010 10:56